Départ - Arthur Rimbaud (1854-1891)

HOME

 

DÉPART

 

Assez vu. La vision s'est rencontrée à tous les airs.

Assez eu. Rumeurs des villes, le soir, et au soleil, et toujours.

Assez connu. Les arrêts de la vie. -- O Rumeurs et Visions!

Départ dans l'affection et le bruit neufs!

 

which has been translated into English by as follows:

 

DEPARTURE

(trad. Louise Varese)

 

Seen enough. The vision was met with in every air.

Had enough. Sounds of cities, in the evening and in the sun and always.

Known enough. Life's halts. -- O Sounds and Visions!

Departure in new affection and new noise.

 

Ho visto abbastanza. Ho avuto la visione in tutti i cieli.
Ho avuto abbastanza. I suoni delle città, nella sera, nel sole pieno e sempre.

Ho conosciuto abbastanza cose. La vita si ferma – O suoni e visioni!

Una nuova partenza verso nuovi amori e nuovi suoni.

 

Arthur Rimbaud

 

Notissimo poeta francese dell’800, autore delle raccolte fondamentali della poesia decadentista “Una stagione all’inferno” e “Illuminazioni”, ebbe una vita breve e avventurosa che ha alimentato per sempre il suo mito.

Nato a Charleville, fuggì di casa nel 1870, iniziando una vita burrascosa che sarà segnata drammaticamente dalla amicizia particolare con il poeta Verlaine. Viaggiò tra Belgio, Inghilterra, Germania, Italia, recandosi infine in Abissinia come agente commerciale; in Africa prese un infezione a causa della quale gli viene amputata una gamba, tornò in Francia e morì a Marsiglia a 37 anni.

Percorse nella sua opera poetica tutto il cammino dal simbolismo al surrealismo, interpretando la crisi della cultura europea dell’epoca, e incarnando la figura del “poeta veggente” capace di giungere a una visione dell’ignoto.

 

(dalla Enciclopedia Universale Garzanti)

 

 © 2002 - Musica & Memoria

HOME