Musica & Memoria / Augusto Righetti - Non sei dritta (Day Tripper)

Augusto Righetti - Non sei dritta (Day Tripper)

HOME

MENU

 

Ho i miei motivi
se giro alla larga da te
ho i miei motivi
non giro alla larga per niente

Perché non sei dritta
come credi tu
ci ho messo un po' ma
d'ora in poi
non me la fai

Tu ti diverti
a prendermi in giro
se puoi
ma devo dirti
che hai scelto il ragazzo sbagliato

Perché non sei dritta
come credi tu
ci ho messo un po' ma
d'ora in poi
non me la fai

Io c'ho provato
a stare un po' al gioco con te
e il risultato
è stato poi quello che è stato

Perché non sei dritta
come credi tu
ci ho messo un po' ma
d'ora in poi
non me la fai

 

 

Adattamento in italiano: Giorgio Calabrese

 
   

Note

 

Augusto Righetti è un chitarrista virtuoso che ha iniziato sin da giovanissimo, negli anni '60, una carriera professionale sia nella musica leggera sia nella classica. Attivo soprattutto a Milano, con il suo gruppo Le Ombre era ospite fisso a metà degli anni '60 del locale Charly Max, dove ha avuto modo di incontrare i Beatles nel loro tour italiano (era il 1965) partecipando anche al loro concerto nella città lombarda. Dopo questa esperienza incide nel 1966, con la complicità di Mogol, Calabrese e Beretta un intero LP con la Carosello con cover dei Beatles dal titolo "Righetti al Charly Max canta i Beatles in italiano" (disponibile per i curiosi anche su Onsale Music).
Nessun tentativo da parte dei tre noti parolieri di far conoscere i testi del gruppo più famoso del rock, procedevano nella maggioranza dei casi solo per assonanza metrica. Evidentemente non avevano alcun timore reverenziale per quelle canzoni poi diventate classici.

Questa è una delle trasposizioni più significative, per la disinvolta facilità con la quale il testo ironico e quasi di critica di costume dell'originale dei Beatles (secondo molte interpretazioni la protagonista femminile è una beatnik o una pre hippy trasgressiva, ma solo per un giorno, una specie di "trasgressiva della domenica") diventa la fuga del tremebondo protagonista davanti a una ragazza che è troppo dritta, nel senso di furba, ovviamente.

 

The Beatles - Day Tripper

 

Got a good reason
For taking the easy way out
Got a good reason
For taking the easy way out now
She was a day tripper
One way ticket, yeah
It took me so long to find out
And I found out

She's a big teaser
She took me half the way there
She's a big teaser
She took me half the way there, now
She was a day tripper
One way ticket, yeah
It took me so long to find out
And I found out

Tried to please her
She only played one night stand
Tried to please her
She only played one night stand, now
She was a day tripper
One way ticket, yeah
It took me so long to find out
And I found out

 

Viaggio di un giorno solo

 

Avevo una buona ragione
Per uscirne al più presto
Avevo una buona ragione
Per trovare la strada più facile per l'uscita
Lei faceva viaggi di un solo giorno
Biglietto di sola andata, sì
Mi c'è voluto un bel po' per scoprirlo
E l'ho scoperto

È una gran burlona
Mi ha portato fino a metà strada
È una gran burlona
Mi ha portato fino a metà strada, sì
Lei faceva viaggi di un solo giorno,
Biglietto di sola andata, sì
Mi c'è voluto un bel po' per scoprirlo
E l'ho scoperto

Ho provato a piacerle
Lei faceva solo spettacoli senza repliche
Ho provato a piacerle
Lei faceva solo spettacoli senza repliche, sì
Lei faceva viaggi di un solo giorno
Mi c'è voluto molto per scoprirlo
E l'ho scoperto

 

© Musica & Memoria 2010 / Testo originale trascritto e riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

DISCLAIMER

HOME