Otis Redding - I've Been Loving You Too Long (1968)

HOME

MENU

   

I've been loving you too long to stop now
You were tired and you want to be free
My love is growing stronger,
as you become a habit to me
Oh I've been loving you a little too long
I don't want to stop now, oh

Ti ho amata troppo a lungo per non amarti più ora
Ti sei stancata e vuoi essere libera
Il mio amore sta crescendo forte,
man mano che tu diventi un’abitudine per me
Oh, ti ho amata (forse) un po’ troppo a lungo
non voglio smettere di amarti ora

With you my life
Has been so wonderful
I can't stop now
You were tired and your love is growing cold
My love is growing stronger
as our affair affair grows old
I've been loving you a little too long, long
To stop now
Oh, oh, oh

Con te la mia vita
E’ stata cosi splendida
(che) non posso smettere di amarti tutto ora
Ti sei stancata e il tuo amore sta diventando tiepido
(ma) il mio amore cresce (più) forte
man mano che la nostra relazione va avanti nel tempo
Ti ho amata (forse) un po’ troppo a lungo, a lungo
Per smettere di amarti ora
Oh, oh, oh

I've been loving you a little bit too long
I don't want to stop now no, no, no
Don't make me stop now, no baby
I'm down on my knees please,
don't make me stop now

Ti ho amata (forse) un po’ troppo a lungo
non voglio smettere di amarti ora, no, no, no
Non far sì che io smetta di amarti ora, no bimba mia
Sono in ginocchio, per favore,
Non far sì che io smetta di amarti ora

I love you, I love you
I love you with all of my heart
And I can't stop now
Please, please don't make me stop now

Ti amo, ti amo
Ti amo con tutto il cuore
E non posso fermarmi ora
Per favore, per favore, far sì che io smetta di amarti ora

   

Note

 

Il grande classico del soul, che in origine aveva il titolo più esteso "I've Been Loving You Too Long (To Stop Now)") è stato scritto e composto da Otis Redding e Jerry Butler nel 1965 e registrata e pubblicata nello stesso anno. Una performance eccezionale come intensità per oil grande musicista, maestro del soul, da segnalare quella al Montetrey Pop del 1966, la voce potente di Redding era accompagnata dalle parti di chitarra arpeggiate del produttore Steve Cropper e dalla classica sezione di fiati dei brani soul e R&B.
Il singolo pubblicato nell'aprile 1965, divenne il suo secondo singolo più venduto. La canzone è stata successivamente inclusa nel suo terzo album, Otis Blue sempre nel 1965. La canzone ha raggiunto il numero 21 della Billboard Hot 100 e il numero 2 della classifica Billboard R&B. Stranamente ma, probabilmente per fortuna, nessuno in Italia si è avventurato in una cover. In patria invece altri si sono cimentati col classico e con il mito di Otis Redding (prematuramente scomparso in un incidente aereo, come si sa), a volte con risultati non disprezzabili, come la cover di Cat Power.

   

Musica & Memoria Ottobre 2021 / Testo originale di Otis Redding e Jerry Butler riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

CONTATTI

HOME