Speciale: Le cover da Mikis Theodorakis

MENU

HOME

 

La grande popolarità già negli anni '60 di Mikis Theodorakis, musicista e compositore di formazione accademica ma attento ad introdurre nella sua opera elementi molto accentuat della tradizione popolare greca, derivava in parte dalla sua produzione per il cinema (La colonna sonora di Zorba il greco) e in parte dal suo impegno concreto sino all'arresto e all'esilio contro il regime dittatoriale dei "Colonnelli", che si impose in Grecia con un colpo di stato tra il 21 aprile 1967 e il 1974.
In Italia si contavano già due cover di sue canzoni alla fine degli anni '60, Il tuo sorriso nella notte di Nana Mouskori (1966) e soprattutto Il ragazzo che sorride, interpretato da Al Bano nel 1968 per la sigla della trasmissione Rai TV Europa Giovani. Una canzone appartenente alle molte canzoni politiche composte su Theodorakis in massima parte su testi di poeti e noti paroleri greci.

La popolarità più ampia è stata raggiunta con due album entrambi del 1970, di Iva Zanicchi (luglio) e Edmonda Aldini (settembre) con alcune canzoni in comune Il primo diretto al grande pubblico per il quale la Zanicchi era un'interpreta tra le più note, già vincitrice a Sanremo (e ora in cerca di riposizionamento in un'Italia molto politicizzata, ma anche per condivisione personale della lotta per la libertà dei greci) e l'altro diretto al pubblico militante ed interessato all'arte, da parte di un'attrice tra le più note dello stesso periodo.

Iva Zanicchi

 

Titolo

Originale

Interprete

Note

Un fiume amaro (1970) O καημός (O Kaimos) (1961) Stelios Kazantzidis Testo italiano di Sandro Tuminelli, è la prima traccia ed anche la più nota, essendo poi stata pubblicata anche su singolo, dell'album pubblicato a luglio del 1970 "Caro Theodorakis ... IVA" (Ri-Fi - RFL-ST 14042) prodotto da Ezio Leoni, con arrangiamenti di Enrico Intra. Il singolo era Rifi ‎- RFN-NP 16421, lato B Tienimi con te) pubblicato nel dicembre del 1970. Come altre 5 canzoni sulle 9 dell'album anche per questa la versione italiana è di Sandro Tuminelli. Il titolo originale difficilmente traducibile in altre lingue ha un significato simile a "dolore bruciante" ma con senso non pienamente negativo. La versione italiana pur con diverse libertà non tradisce l'originale, scritto dal poeta e paroliere Dimitris Christodoulou.
Il mio aprile (1970) Απρίλη moy (Aprilis mou) (1962) Grigoris Bithikotsis Testo italiano della statunitense ma italiana d'adozione Audrey Stainton Nohra, specializzata nelle canzoni per film western italiani e no. Il testo e la musica originale sono stati scritti da Mikis Theodorakis per la sua opera teatrale "Το τραγούδι του νεκρού αδελφού" (La canzone del fratello morto), "prima" al teatro Kalotta di Atene nel mese di marzo del 1962. Nel cast, il cantante e attore greco Grigoris Bithikotsis, primo interprete anche della canzone "Aprilis Mou" (Il mio aprile). Disco originale: lato B del singolo 45 giri "Kaymos", Parlophone - DP-568.
Il tuo sorriso nella notte (1970) Στρώση το στρώμα σου (Strose to stroma sou) (1963) Yannis Poulopoulos Testo italiano di Mogol. Stessa versione in italiano già proposta da Nana Mouskouri nel 1966. La musica di questo famoso brano greco, in stile "Sirtaki", era stat eseguita per la prima volta nella rappresentazione teatrale greca "I ghitonià ton anghélon" (Il quartiere degli angeli), prodotta da Nikos Kourkoulos e Tzeni Karezi e tenutasi al teatro Kotopouli Rex di Atene nel 1963. I testi erano del poeta e drammaturgo greco Iakovos Kambanelis. Il compositore greco pensò bene di utilizzate la musica che introduceva la canzone per creare "La danza di Zorba" per la colonna sonora del celebre film Zorba il greco. Una bella melodia che si presta moto bene per essere cantata da un coro polifonico, com'è accaduto nella citata rappresentazione teatrale. A quanto risulta, ancora prima di essere utilizzata in teatro, fu registrata dal cantante greco Yannis Poulopoulos, un talento prima di allora trascurato da varie case discografiche, ma non da Mikis Theodorakis, che lo volle per interpretare varie sue composizioni. Altre interpretazioni da segnalare di Nikos Kourkoulos, Grigoris Bithikotsis, Maria Farantouri.
Per te (1970) Θ Αφήσω τη μανούλα μου (Th afìso ti manoúla mou) (1959) Grigoris Bithikotsis & Kati Thymi Testo italiano di Audrey Nohra - C. Dimitri e Mikis Theodorakis. Il titolo originale significa "Ho lasciato la mia mamma" ed era stato scritto dal poeta greco Dimitris Hristodoùlou. La prima registrazione è accreditata al cantante greco Grigoris Bithikotsis in duetto con la collega e conterranea Kati Thymi. Bithikotsis proprio nel 1959 conobbe Mikis Theodorakis, con il quale instaurò un duraturo sodalizio artistico, fino a quando non venne esiliato nell'isola greca di Makronisos nel 1967 a causa della sua opposizione al regime militare dei "colonnellI". Disco originale: retro del 45 giri "Mikis Theodorakis - Arcipelago", Columbia - SCDG 2909.
Il sogno è fumo (1970) Τ'ονειρο καπνος (T'oniro kapnos) (1966) Maria Farantouri Testo di Sandro Tuminelli. L'originale è traducibile in "Fumo di tabacco" ed era scritto da Nikos Gatsos . Maria Farantouri, straordinaria artista, portabandiera delle canzoni di Mikis Theodorakis, di lì a poco fuggirà dal suo paese, così come fecero molti colleghi musicisti compreso il citato compositore, ma anche attori, scrittori e intellettuali, per sfuggire alla repressione degli oppositori da parte del regime militare al potere con un colpo di stato in aprile del 1967. In esilio, inizierà la sua lotta contro il regime militare, dando concerti in tutto il mondo, di conseguenza diventando una delle principali voci della resistenza. Disco originale: LP 33 giri His Master's Voice - GCPL 16.
Sul nostro giorno amaro (1970) Πήρα Τους Δρόμους Τ' Ουρανού (Píra Tous Drómous T' Ouranoú) (1966) Tzeni Karezi Testo di Sandro Tuminelli. L'originale è traducibile con "Ho preso le strade del cielo", ed era del poeta Tasos Livaditis, ancora oggi considerato nel suo paese uno dei massimi esponenti letterari. La canzone era stata scritta per il film drammatico greco-francese, "Une balle au coeur", uscito in Francia in febbraio del 1966 e in Grecia in dicembre dello stesso anno col titolo "Mia sfaíra stin kardià" quindi con lo stesso significato (Una pallottola nel cuore). Il film era diretto da Jean-Daniel Pollet ed interpretato come ruolo centrale dall'attrice e cantante francese Françoise Hardy e dall'attrice e cantante greca Tzeni Karezi che impersonava una cantante da cabaret. Per l'attrice greca si era trattato del primo film straniero e per esigenze di copione le era stato assegnato il compito di cantare cinque delle composizioni di Mikis Theodorakis, compresa questa. Il film non ebbe molta fortuna ma la canzone divenne nota per l'interpretazione dalla cantante greca Maria Farantouri, che la registrò su LP "The Ballad Of Mauthausen/Six Songs", His Master's Voice - GCLP 16, pubblicato alla fine dell'anno 1966.
Il ragazzo che sorride (1970) Το Γελαστό Παιδί tou (1963)(Itan Dekaohtò Noémvri /To ghelastó pedí tou) Dora Giannakopoulou Testo italiano di Vito Pallavicini, il brano era stato già interpretato da Albano Carrisi nel 1968. Era la sigla della trasmissione TV Rai Europa Giovani. La canzone originale era stata composta da Theodorakis, unendo due suoi brani musicali ispirati nel 1961, dalle vicende delle lotte di liberazione dell'Irlanda. Il testo da lui stesso rivisitato proveniva da una raccolta di poesie intitolata The Hostage (L'ostaggio), in greco (Ένας dello scrittore e poeta irlandese Brendan Behan. Il titolo originale della canzone era formato in realtà da due titoli "Itan Dekaohtò Noémvri" e "To Ghelastò Pedì", che rispettivamente tradotti in italiano sarebbero: "Il 18 di novembre" e "Il ragazzo che sorride", frasi che nel testo italiano di Pallavicini sono ricorrenti. La prima registrazione è dovuta all'attrice e cantante greca Dora Giannakopoùlou (45 giri His Master Voice - 7PG 3319, pubblicato nel 1964), ma la versione più ricordata è quella di Maria Farantouri.
Cantico dei cantici (1970) Άσμα Ασμάτων(Ásma Asmáton) (1966) Maria Farantouri Il testo originale e il titolo sono tradotti fedelmente da Sandro Tuminelli, dall'originale del poeta, drammaturgo, scrittore e paroliere greco Iakovos Kampanellis, sopravissuto al lager nazista di Mauthausen e quindi in parte autobiografico. La ballata è stata pubblicata su un LP 33 giri His Master's Voice - GCPL 16, pubblicato in UK nel 1966, intitolato appunto "The Ballad Of Mauthausen / Six Songs", dove, insieme alle prime quattro tracce, tutte scritte dallo stesso Kampanellis sono in scaletta altre sei canzoni scritte da vari autori, me sempre su musiche di Mikis Theodorakis.
Aspetta voce mia (1970) Κουράστηκα να σε κρατώ (Kourastika na se krato) (1966) Tzeny Karezi Testo italiano di Sandro Tuminelli. L'originale "Kourastika na se krato" (Sono stanco di attendere) era stata scritta da Dimitris Christodoulou e composta da Theodorakis per la colonna sonora del film drammatico greco - francese intitolato Une balle au coeur) già citato in precedenza. Anche in questo caso alla prima versione dell'attrice Tzeny Karezi è seguita una più nota versione di Maria Farantouri.

 

1. Un Fiume Amaro (S. Tuminelli*
2. Il Mio Aprile (A. Nohra)
3. Il Tuo Sorriso Nella Notte (Mogol)
4. Per Te (A. Nohra)
5. Il Sogno E' Fumo (S. Tuminelli)
6. Sul Nostro Giorno Amaro (S. Tuminelli)
7. Il Ragazzo Che Sorride (V. Pallavicini)
8. Cantico Dei Cantici (S. Tuminelli)
9. Aspetta Voce Mia (S. Tuminelli)

Sul retro della copertina della prima edizione su vinile una dedica (in francese) di Theodorakis alla cantante italiana che proponeva le sue canzoni tradotte al pubblico italiano: "Cara Iva, tu voix sa pleine de lumier pleine de passion je te remerié porque tu chante! Je te remerié porque ta voix a recontreé ma musique"

 

Edmonda Aldini

 
 

Titolo

Originale

Interprete

Autori originali

Mirtià Μυρτιά (Mirtià) (1963) YovannaN. Gatsos
Un Fiume Amaro O καημός (O Kaimos) (1961) Stelios Kazantzidis T. Papastefanoy
Un Venerdì Di Sera Τον Χάρο τον αντάμωσα (Tou Charou) (1959) Grigoris Bithikotsis E. Thalassinos
Sogno e fumo Τ'ονειρο καπνος (T'oniro kapnos) (1966) Maria Farantouri Iakovos Kampanellis
La Spiaggia Στο περιγιάλι το κρυφό (Sto Perigiali To Kryfo) (1962) Grigoris Bithikotsis Giorgos Seferis
Sotiris Petrula Σωτήρης Πέτρουλας (Sotiris Petula) (1965) Maria Farantouri M. Theodorakis
Vento Del Nord Του μικρού Βοριά (Toy mikpoy bopia) (1966) Maria Farantouri Odysseus Elitis
Cantico Dei Cantici Άσμα Ασμάτων(Ásma Asmáton) (1966) Maria Farantouri Iakovos Kampanellis
L'Evaso Ο δραπέτης (O drapétis) (1966) Maria Farantouri Iakovos Kampanellis
Caduta È L'Oscurità Ο ίσκιος έπεσε βαρύς (O ískios épese varýs) (1965)Maria Farantouri Iakovos Kampanellis
 

Tutte le canzoni dell'album di Edmonda Aldini sono tradotte da Sandro Tuminelli. Tre canzoni sono in comune con l'album di Iva Zanicchi (sono indicate in rosso nella scaletta) e quindi per le note si può consultare la tabella precedente. Quattro canzoni sono tratte dal poema in versi La ballata di Mauthausen del poeta Iakovos Kampanellis, un ciclo di 4 composizioni tra le più importanti della musica greca in assoluto, interpretate in originale da Maria Farantoruri e poi riproposte in Grecia e in tutto il mondo da molti altri interpreti. Sul sito Canzoni contro la guerra si possono leggere ampie note e notizie su tutte e 4. Vento del Nord mette in musica una poesia del celebre poeta greco Odysseus Elitis, la traduzione di Tuminelli è fedele al testo anche se forzatamente non riesce a ricreare la perfezione del bellissimo originale.

Anche La spiaggia è tratta da una poesia tra le più celebri della letteratura greca, opera di Giorgos Seferis, premio Nobel nel 1963. Anche per questa canzone, che molti considerano una delle più belle mai scritte e composte, sul sito Canzoni contro la guerra ampie note e traduzioni in tutte le lingue. La prima e la terza sono invece due canzoni di argomento più leggero tra le prime messe in musica da Theodorakis. Infine Sotiris Petroula è il nome di uno studente ucciso dalla polizia nel 1965 durante una manifestazione antigovernativa organizzata, tra gli altri, da Theodorakis nella Grecia che si stava avviando al fascismo, gli anni raccontati dal celebre film Z, l'orgia del potere. La canzone è dedicata ovviamente alla sua tragica vicenda.

Nella scaletta riportata sotto e ripresa dall'album originale sono presenti numerose imprecisioni riguardo all'autore originale dei testi.

 

A1. Mirtià – N. Gatsos
A2. Un Fiume Amaro – T. Papastefanoy
A3. Un Venerdì Di Sera – E. Thalassinos
A4. Sogno E FumoN. Gatsos
A5. La Spiaggia – J. Kampanelis
B1. Sotiris Petrula
B2. Vento Del Nord – O. Elitis
B3. Cantico Dei Cantici – J. Kampanelis
B4. L'Evaso – J. Kampanelis
B5. Caduta È L'Oscurità – G. Stavrou

 

Le altre cover da Theodorakis

 

Titolo

Interprete

Originale

Interprete

Note

Honeymoon (1959) Marino Marini An Thimithis T'oniro Mou Dal film Honeymoon Una canzone tratta dalla colonna sonora del film Honeymoon di Michael Powell, coproduzione USA - Grecia. La colonna sonora era di Mikis Theodorakis, il testo inglese di William Simpson. Regia Michael Powell. Versione italiana di Marino Marini sul filone delle cover delle canzoni dei film più noti.
Il tuo sorriso nella notte* (1966) Nana Mouskouri Strose To Stroma Sou (1964) Nikos KoùrkoulosVedi le note nella Lista 5.
Il ragazzo che sorride* (1968) Al Bano Tan Dekaohtò Noémvri /To ghelastó pedí tou (1963) Dora Giannakopoulou Vedi le note nella pagina dedicata ad Al Bano
Per te (1969) Irene PapasTa Afiso Ti Manula MouIrene Papas (?)Singolo POLYDOR 59 828 pubblicato a novembre del 1969. Testo italiano di Audrey Stainton Nohra, testo originale di Dimitris Hristodoùlou, Era stata proposta in precedenza in greco probabilmente dalla stessa Irene Papas.
Il mio aprile (1969) Irene Papas

 

Aprilis mou (1962) Grigoris Bithikotsis Vedi le note alla versione successiva della Zanicchi.
Cantico Dei Cantici (1970) Silvano Pantesco Asma Asmaton (1966) Maria Farantouri Un singolo con due canzoni di Theodorakis dello stesso anno dei due album di Iva Zanicchi e da Edmonda Aldini. Tratto dallo spettacolo teatrale "Canzoni in esilio" ed interpretato dall'attore Silvano Pantesco, è  stato il primo disco pubblicato in Italia per entrambe le canzoni poi riprese negli album citati (45 giri Ricordi ‎- SRL 10.602 pubblicato nell'arile del 1970).
Un fiume amaro (1970) Silvano Pantesco O Kaimos (1961) Maria FarantouriLato B del precedente.
La soglia (1970) Irene Papas To Psomi Einai Sto Trapez(1964) Mikis Theodorakis, Soula Birbili Dal singolo "Irene Papas canta Theodorakis" (Polydor ‎– 2060010). Le due canzoni sono state presentate alla VI Mostra internazionale di musica leggera di Venezia del 1970, testo italiano di A. Nouhra. Il titolo (Το Ψωμί Είναι Στο Τραπέζι) significa "Il pane è sul tavolo" e il testo è di Iakovos Kampanellis. Soula Birbili è la vocalist della prima registrazione del brano, che è accreditato allo stesso compositore (Singolo originale RCA Victor - 48g 2500).
So cos'è (1970) Irene Papas Βραδιάζει (1961) Grigoris Bithikotsis Πολιτεία A - Πολιτεία Β è una composizione edel 1961 di Theodorakis. Questa canzone (Alba) era l'ultima delle 19 dell'album, il testo originale era di Dimitris Hristodoùlou.
 

© Musica & Memoria Settembre 2018 / Pagina realizzata con la collaborazione di Ignazio Sulis

CONTATTO

HOME

Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.