Blondie - The Tide Is High (1980)

HOME

MENU

   

The tide is high but I'm holdin' on
I'm gonna be your number one

La marea è alta ma io resisto (1)
Sarò io la tua numero uno

I'm not the kinda girl who gives up just like that, oh no
It's not the things you do that tease and hurt me bad
But it's the way you do the things you do to me
I'm not the kinda girl who gives up just like that, oh no

Non sono quel tipo di ragazza che si arrende
proprio no
Non sono le cose che fai ad infastidirmi
e a farmi male
Ma è il modo con cui tu le fai a me queste cose
Non sono quel tipo di ragazza che si arrende
oh no

The tide is high but I'm holdin' on
I'm gonna be your number one, number one

La marea è alta ma io resisto
Sarò io la tua numero uno, la numero uno

Ev'ry girl wants you to be her man
But I'll wait my dear till it's my turn
I'm not the kinda girl who gives up just like that, oh no

Ogni ragazza vuole che tu sia il suo uomo
Ma io aspetterò, mio caro, fino a che non sarà il mio turno
Non sono quel tipo di ragazza che si arrende
oh no

The tide is high but I'm holdin' on
I'm gonna be your number one, number one

La marea è alta ma io resisto
Sarò io la tua numero uno, la numero uno

Ev'ry girl wants you to be her man
But I'll wait my dear till it's my turn
I'm not the kinda girl who gives up just like that, oh no

Ogni ragazza vuole che tu sia il suo uomo
Ma io aspetterò, mio caro, fino a che non sarà il mio turno
Non sono quel tipo di ragazza che si arrende
oh no

The tide is high but I'm holdin' on
I'm gonna be your number one, number one

La marea è alta ma io resisto
Sarò io la tua numero uno, la numero uno

The tide is high but I'm holding on
I'm gonna be your number one
...

La marea è alta ma io resisto
Sarò io la tua numero uno
...

 

Note

Nel 1980 quando è stata registrata questa canzone, poi entrata di diritto nella colonna sonora degli anni '80, era da poco arrivata l'ondata reggae, la nuova musica con l'andamento altalenante e la battuta in levare che dalla Giamaica aveva conquistato il mondo, dopo i primi approcci negli anni '60, con il successo di Israelites di Desmond Dekker e le intuizioni di Paul MacCartney con Obladì Obladà. Ora con il nuovo decennio poteva entrare anche nella musica pop grazie ai Blondie, ironicamente super pop e sdoganatori dei suoni vintage anni '60, con tanto di bionda pin-up come front-woman, la poi celebre Debbie Harry.
Per questa riuscita cover la base era una hit giamaicana dei Paragons, un gruppo vocale ska e rocksteady (lo stile predecessore del reggae), un brano scritto dal leader e voce solista del gruppo John Holt. Con la sola significativa differenza che nell'originale era un ragazzo ad aspettare pazientemente il suo turno, senza arrendersi.

Note alla traduzione
(1) Nel senso che la marea si sta alzando. Non crediamo sia una metafora del numero di ragazze concorrenti. Più un riferimento giamaicano (isola dell'Oceano).

Nelle immagini Debbie Harry on stage nel 1980 e i Blondie in una immagine promozionale nel 1977.

Ads By Google

© Traduzione Alberto Maurizio Truffi - Gennaio 2020 / Riproduzione del testo originale di Mark Hollis per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

CONTATTO

HOME