La musica leggera italiana e le cover. Rari e meteore - Parte IV

MENU

HOME

 

Vedi anche: La musica leggera italiana e le cover: i Big (Dori Ghezzi / Fred Bongusto / Gigliola Cinquetti / Iva Zanicchi / Johnny Dorelli / Massimo Ranieri / Nicola Di Bari / Orietta Berti / Peppino Di Capri / Quartetto Cetra) / Altri interpreti e gruppi / Rari: Parte I / Parte II / Parte III / Parte IV / Parte V / Indice / Tutte le covers

 

The Bristol's

 

The Bristol’s - Tu non puoi capire (Miki Del Prete, Domenico Seren Gay, Luigi Menegazzi Mario Piovano) dati SIAE / Prati neri (Miki Del Prete, Bernestin: alias Domenico Seren Gay, Giorgio Seren Gay, Mario Piovano) dati SIAE, 1966 45 rpm Kansas - DM 1018
Lato A - Los Bravos - Black is black (Michelle Grainger, Steve Wadey, Tony Hayes) 1966 45 rpm Columbia - ME 265
Lato B - Simon and Garfunkel - I Am A Rock (Paul Simon) 1966 45 rpm Columbia - 4-43617, tratto da LP 33 rpm “Sounds Of Silence” Columbia - CL 2469 del 1966

Note:
1) Sia il lato A che il lato B sono effettivamente degli adattamenti da canzoni straniere, col particolare che in SIAE non vengono dichiarati gli autori originali delle musiche, ma solo autori italiani come su riportato, quindi i due adattamenti non sono ufficiali, definibili anche covers non dichiarate.

 

The Ravers

 

The Ravers - Grazie tante (Gaspare Gabriele Abbate, Mogol) / Tanto Carina (Alberto Testa) (1964 45 rpm Variety - F 45 NP 10069

Note:
1) The Ravers, come da citazione nel video in You Tube sono stati un gruppo californiano, ma al momento, in rete, restano comunque sconosciuti e non sono da confondere con gli omonimi jamaicani.
2) La canzone “Grazie tante” cantata dai The Ravers non è presente in You Tube, mentre c’è la versione amatoriale, non registrata su disco del complesso di Novara The Brothers. Nota è anche la versione di Giorgio Gaber sempre del 1964.
3) La canzone originale “California Sun” è accreditata per la prima incisione al cantautore R&B di New Orleans (Louisiana) Joe Jones, ma la versione più nota che ebbe un notevole successo è del gruppo Rock and Roll statunitense dell’Indiana The Rivieras.

 

The Bumpers

 

The Bumpers - Bumper to Bumper (Catra: alias Giuseppe Cassia) / Il quadro di Picasso (Bumpers, tutti i componenti) 1966 45 rpm Ariel - NF 569
Lato A - Derek Martin - Bumper To Bumper (Teddy Randazzo, Bobby Weinstein) 1966 45 rpm Roulette - R-4670

Note:
1) The Bumpers sono stati un gruppo romano attivi negli anni 60 composto da:- Giancarlo Martucci-basso e voce, Sandro Gargano-organo e voce, Piero Tinacci-chitarra solista, Amedeo Martucci-basso e voce, Bruno Paoloni-chitarra solista. Noto insieme al gruppo beat sardo I Barritas per essere stati tra gli iniziatori e precursori dell’ammodernamento dei canti liturgici nella chiesa cattolica con le cosiddette (Messe Beat).
2) La canzone originale è in stile R&B, mentre la versione italiana è con andamento notevolmente beat.
3) L’autore italiano della canzone “Bumper To Bumper” Catra, alias Giuseppe Cassia riscontrato nel 45 giri, anche se poco leggibile, è confermato in questa raccolta.
4) “Bumper To Bumper” insieme a “Cupidation”, sempre dei romani The Bumpers, hanno fatto parte dalla colonna sonora del film italo-austriaco del 1966, diretto da Manfred Köhler “Tiro a segno per uccidere”, il cui titolo originale austriaco è “Das Geheimnis der gelben Mönche” ossia: “Il segreto dei frati gialli” e in inglese è “Target for a killing” con Stewart Granger, Karin Dor, Adolfo Celi, Rupert Davies, Scilla Gabel, Klaus Kinski e Curd Jurgens. Le musiche sono state curate da Marcello Giombini, che già propose ai The Bumpers, curandone anche gli arrangiamenti, una serie di rivisitazioni di canti liturgici in stile beat.

 

I Cantarcangeli

 

I Cantarcangeli - La voce di Michele (Nisa: alias Nicola Salerno, Virgilio Savona) / E’ solo una bugia (Tony Del Monaco) 1963 45 rpm RCA Italiana - PM 3217
Lato B - Antonio Prieto - Aunque sean mentiras (Antonio Prieto) 1963 LP 33 giri “Antonio Prieto canta de su pelicula” Cuando calienta el sol

Note:
1) I Cantarcangeli erano un gruppo corale occasionale che farebbe pensare al Quartetto Cetra, essendo il lato A “La voce di Michele”, a firma di Virgilio Savona per la musica, ed oltre al loro riconoscibile stile armonico, emerge una voce femminile, molto rassomigliante a quella di Lucia Mannucci. Nel 1963 il Quartetto Cetra era ancora sotto contratto con la Polydor e probabilmente hanno dovuto adottare uno stratagemma dandosi uno pseudonimo per poter incidere con la RCA Italiana come in questo caso. la canzone d'altra parte era una sigla del Cantagiro di quell'anno e Michele era nel testo un angelo custode che incita gli automobilisti ad andare più piano e rispettare i pedoni. probabile che fosse un'operazione di "pubblicità progresso" sponsorizzata dal Ministero dei Trasporti di allora alla quale il Quartetto Cetra ha prestato la sua collaborazione, chissà perché, in forma anonima.
2) La canzone sul lato B “E’ solo una bugia” non è presente in You Tube, così come l’originale “Aunque sean mentiras” ma resta confermato l’adattamento italiano de I Cantarcangeli, come da Discografia Nazionale.
3) La canzone originale “Aunque sean mentiras” ha fatto parte della colonna sonora del film argentino “Cuando calienta el sol” del 1963, interpretato proprio da Antonio Prieto.

 

I Cantori moderni

 

I Cantori Moderni - Se mi vuoi un po’ di bene (Alberto Testa) / Un giorno o l’altro (Calimero: alias Vito Pallavicini, Ezio Leoni) 1965 45 rpm Sunstar Record - SPS 207
Lato A - The Dixie Cups - Chapel Of Love (Jeff Barry, Ellie Greenwich, Phil Spector) 1964 LP 33 rpm Red Bird - RB 20-100

Note:
1) Primo 45 giri registrato col solo nome I Cantori Moderni, noto gruppo vocale italiano attualmente attivo, fondato e diretto da Alessandro Alessandroni già dal 1962, dopo l’esperienza come corista nel gruppo di Nora Orlandi negli ultimi anni 50. “I Cantori Moderni” sono l’evoluzione di un precedente gruppo “I Caravels” fondato dallo stesso musicista romano.
2) La canzone “Se mi vuoi un po’ di bene” era stata già registrata nel 1964 dal gruppo femminile (Le Amiche) e anche nel retro del loro 45 giri c’era la canzone “Un giorno o l’altro”.

 

Cesare Bruno Group

 

Cesare Bruno Group - Baby non puoi (Tirone, Monti ???) / Una sera soltanto (Tirone, Monti) 1967 45 rpm C.D.B. - 1115
Lato A - The Young Rascals - Baby Let’s Wait (Lori Burton, Pamela Joan Sawyer) 1966 LP 33 rpm Atlantic - SD 8123

Note:
1) Come si può notare sull’etichetta del disco italiano, non ci sono crediti per autori stranieri, ma la musica anche se arrangiata con ritmo più veloce rispetto all’originale, all’ascolto è simile a “Baby let’s wait” che uscì un anno prima (1966), quindi risultante cover non dichiarata. In oltre, la canzone “Baby non puoi” non è presente nei database SIAE e ISWC Net e dei due autori italiani non si conosce il nome proprio. In Siae esistono 131 autori col cognome Monti e 6 autori col cognome Tirone. In ISWC Net c’è la canzone originale “Baby let’s wait”ma non ci sono titoli alternativi.
2) Cesare Bruno e il suo gruppo al momento restano ancora degli sconosciuti anche se qualcuno lì da originari della provincia di Siracusa.

 

Dino Cabano

 

Dino Cabano - Jail House Rock (???) / Cento giorni, cento notti (Alberto Testa, Giorgio Guglieri) 1967 45 rpm Hockey - HK 4003
Lato A - Elvis Presley - Jailhouse Rock (Jerom “Jerry” Leiber, Michael ”Mike” Stoller) 1957 45 EP rpm RCA Victor - EPA-4114

Note:
1) Dino Cabano è lo stesso cantante e bassista genovese che usò anche lo pseudonimo Eddy Cabano.
2) Il disco di Dino Cabano non si trova da poterlo consultare, ma esiste solo la copertina, quindi di “Jail house rock” non si conosce l’autore italiano e non è presente ne’ in SIAE, ne’ in ISWC Net. Anche questo adattamento farebbe pensare ad una cover non dichiarata. Purtroppo non se ne ha la certezza, perché non si trova una immagine dove si possa leggere l’etichetta, oltre all’assenza della canzone in SIAE.

 

Emilio Campassi e i Canaris

 

Emilio Campassi e I Canaris - Non posso più amare nessuno (Federico Monti Arduini, Emilio Campassi, Antonio Iglio) dati SIAE e ISWC Net / Vai pure via (???) 1965 45 rpm Bluebell - BB 03147
Lato A - Nina Simone - Don't Let Me Be Misunderstood (Bennie Benjamin, Gloria Caldwell, Sol Marcus) 1964 LP 33 rpm “Broadway-Blues-Ballads” Philips - PHS 600-148

Note:
1) Emilio Campassi stranamente in rete non ha lasciato molte tracce del suo trascorso artistico, si sa solamente che Campassi è molto noto a Napoli e dintorni, soprattutto per aver composto la musica della ballata dedicata al nuovo acquisto (Diego Armando Maradona) da parte della Società Sportiva Calcio Napoli nel 1984. La canzone era “Maradona è megl’e Pelè”, eseguita dallo stesso Campassi e il testo era del noto autore napoletano Bruno Lanza.
2) “Vai pure via” è un raro adattamento in italiano, così come è raro il 45 giri che la contiene, di cui non è noto l’autore anche perché inesistente nei database SIAE e ISWC Net della famosissima “Don't Let Me Be Misunderstood” registrata per la prima volta da Nina Simone nel 1964 e ripresa nel corso degli anni fino ad oggi da un corposo gruppo di esecutori, di cui si contano oltre ottanta versioni accertate, ma le versioni più note restano quella del gruppo britannico The Animals (1965), Joe Cocker (1969) e dal gruppo Santa Esmeralda di Leroy Gomez (1977).

 

Fabrizio Capucci

 

Fabrizio Capucci - Ti credevo felice (Mogol, Capucci, Sergio Bardotti) / Si questo lo so (Clelia Petracchi, Gian Luigi Guarnieri) 1964 45 rpm ARC - AN 4030
Lato A - Rachel - Le chant de Mallory (Pierre Cour, André Pop) 1964 45 EP rpm (Le chant de Mallory” Barclay - 70 628

Note:
1) Fabrizio Capucci è il noto attore e produttore cinematografico romano, primo marito di Catherine Spaak, che nel corso della sua carriera ha avuto modo di registrare anche quest’ unico 45 giri per l’etichetta ARC della più famosa RCA Italiana.
2) La canzone originale “Le chant de Mallory” era stata presentata dalla cantante francese Rachel Ros a Copenhagen in occasione dell’Eurovision Song Contest del 1964 e si era posizionata al settimo posto della competizione canora.

 

Mariolina Cannuli

 

Mariolina Cannuli - Il mio ragazzo se ne va (De Natale, Coggio ???) / Quando una stella cade (Paolo Dossena) 1969 45 rpm Sagittario - JB(promo) ZS-50002
Lato B - Fleetwood Mac - Albatross (Peter Green: alias Peter Allen Greenbaum) 1968 45 rpm Blue Horizon - 57-3145
Note:
1) Una delle storiche annunciatrici della Rai TV, ma anche conduttrice di trasmissioni, rimasta attiva oltre trent’anni dal 1961 al 1994 si è cimentata anche nel canto, registrando tre 45 giri e questo del 1969 è il primo della serie che al momento della redazione di queste note purtroppo non è disponibile all’ascolto.
2) La facciata A di questo 45 giri non è reperibile, così come la copertina ed entrambi le canzoni non sono presenti ne’ in SIAE, ne’ in ISWC Net.
3) L’originale “Albatross” degli inglesi Fleetwood Mac è un’accattivante composizione strumentale e ascoltata in cuffia è anche molto rilassante.

 

Nevil Cameron

 

Nevil Cameron - Sull’orizzonte (Giuseppe Cassia) / Se te ne vai (H.Tical, Pantros: entrambi pseudonimi di Armando Sciascia) 1964 45 rpm Vedette Records - VVN 33085
Lato A - Ben E. King - On The Horizon (Jerry Leiber, Mike Stoller) 1960 45 rpm ATCO Records - 45-6194
Note:
1) Nevil Cameron è stato un cantante giamaicano, nato nella capitale Kingston nel 1931, già impratichito nel canto nel coro ecclesiastico diretto dal padre, all’età di 22 anni lascia la sua patria nel 1953 trasferendosi in Inghilterra dove frequentò regolari studi a Liverpool e continuando a curare l’attività artistica e le sue prime incisioni. Nel 1961 si stabilì definitivamente in Italia dove si sposò ed ebbe modo di continuare ad incidere, questa volta nella nostra lingua.

Nevil Cameron - Uno come me (Vito Pallavicini) / Dimmi one more time (Francesco Specchia, Nevil Cameron) 1966 45 rpm CGD - N 9485
Lato A - Gene Thomas - Baby’s Gone (Bobby Goldsboro - Roy Orbison) 1963 45 rpm United Artists Records - UA 640

Note:
1) La canzone “Uno come me” non è presente ne’ in SIAE e in ISWC Net e al momento della redazione di queste note non è disponibile all’ascolto, mentre in You Tube c’è l’originale “Baby’s Gone”.
2) Gli autori della canzone “Baby’s Gone” dichiarati nell’etichetta sono Bobby Goldsboro e Roy Orbison, i quali vengono confermati in BMI, quindi in base a questi autori dichiarati nel disco di Nevil Cameron e dal titolo originale dichiarato nello spartito qui sopra è confermato l’adattamento con “Uno come me”, anche se non c’è la possibilità di un raffronto audio di quest’ultima con l’originale.

 
 

Il Paese dei balocchi

 

Il Paese dei balocchi - Blue Jeans (Francesco Caldarella, Carmelo Lucà, Caw-alias Francesco Delfino, Gidam-alias Giuseppe Damele) / Ritornerò (Francesco Caldarella, Gian-Alfredo Tisocco). 1975 45 rpm Bang!! Bang!! - NPA-07
Lato B - Argent - Road Back Home (Rod Argent) 1975 LP 33 rpm “Counterpoints” RCA Victor - RS 1020

Note:
1) Questo gruppo italiano (Il Paese Dei Balocchi) al momento è sconosciuto e non è da confondere con l’omonimo gruppo rock-progressive romano nato nel 1971.
2) La canzone del lato A “Blue Jeans” è originale italiana i cui autori sono confermati in SIAE e in ISWC net, così come la canzone del lato B “Ritornerò” dove si riscontra l’effettivo adattamento della canzone originale “Road Back Home”, oltre agli autori italiani Caldarella e Tisocco per il testo, viene citato anche il compositore della musica Rod Argent.
3) Road back home era scritta e composta dall’organista-tastierista britannico Rod Argent, uno dei fondatori e autore di mote canzoni degli Zombies, il noto gruppo beat e poi pre-progressive inglese degli anni ’70, dopo questa esperienza fondò a Londra nel 1969 un suo gruppo che chiamò con il suo cognome (Argent), fondato, fino al 1976 e ricostituitosi in tempi più recenti (2010).

 

Palma Calderoni

 

Palma Calderoni - Questo amore (Alberto Salerno, Franco e Mino Reitano) / Io voglio te (Mogol, Daiano: alias Claudio Fontana) 1968 45 rpm Victory - VY 017
Lato B - Tammy Wynette - Stand By Your Man (Tammy Wynette e Billy Sherrill), settembre 1968 45 rpm “Stand By Your Man” Epic - 5-10398

Note:
1) Palma Calderoni: Lugo (RA) 1946, è stata una cantante romagnola che iniziò la sua carriera con un repertorio di ballo liscio, ma anche di musica leggera e ha avuto una breve esperienza, cantando nell’orchestra spettacolo del maestro, anche lui romagnolo, Secondo Casadei, il più accreditato nella specialità di musica da ballo liscio, sua è la celeberrima “Romagna Mia”.
2) La canzone originale “Stand By Your Man”, registrata e portata al successo dalla cantante country statunitense Tammy Wynette (Virginia Wynette Pugh), è stata una hit da #1 della classifica country della Billboard del 9/novembre/1968. Molti la conoscono anche per la cover dei Blues Brothers nel film omonimo del 1980, nel celebre episodio del loro concero nel locale country & western.

 

Vanna Brosio

 

Vanna Brosio - Le mele verdi 1970 (Vito Pallavicini) / Proibito ricordare (Mogol, Cristiano Minellono, Renato Serio, Carlo Bruno Longhi) gennaio 1970 45 rpm Variety - FNP-NP 10143
Lato A - O.C. Smith - Little Green Apples (Robert “Bobby” Russell) 1968 45 rpm Columbia - 4-44616 estratto da LP “ Hickory Holler Revisited” Columbia - CS 9680 del 1968
Note:
1) Vanna Brosio (Torino 1943/2010) è stata una nota conduttrice televisiva, cantante e attrice italiana che nel corso della sua invidiabile carriera, aiutata anche dalla sua bella presenza, ha avuto modo di registrare una ventina di 45 giri, e questo è il sesto della serie.
2) O.C. Smith è lo pseudonimo del cantante soul e jazz statunitense Ocie Lee Smith e la sua canzone “Little Green Apples” è stata una hit da #2 della hot 100 e #2 della Billboard R&B chart in agosto del 1968.

 

© Musica & Memoria - Aprile 2016 - Ricerche e Note di Ignazio Sulis / Copia per usi commerciali non consentita

CONTATTO

HOME

Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.