La musica leggera italiana e le covers. Rari e meteore

MENU

HOME

In questa sezione sono elencate le cover pubblicate negli anni tra i '50 e i '70 da interpreti e gruppi di musica leggera italiani o attivi in Italia meno noti di quelli a cui dedicata la pagina principale sulla musica leggera italiana e le coversVedi anche: l'elenco di oltre 4800 covers / Ultimi inserimenti

Vedi anche: La musica leggera italiana e le cover: i Big (Al Bano e Romina Power / Betty Curtis / Claudio Villa / Dalida / Dori Ghezzi / Fred Bongusto / Gigliola Cinquetti / Iva Zanicchi / Johnny Dorelli / Jula De Palma / Loretta Goggi / Massimo Ranieri / Mino Reitano / Nicola Di Bari / Orietta Berti / Peppino Di CapriQuartetto Cetra / Wilma De Angelis) / Altri interpreti e gruppi

Indice 1

Adele Maffina / Alamo / Anna German / Anna Poli / Anna MarchettiAnna Rusticano / Antonio Marchese / Aquarium / Armando SaviniAstor / Barbara e i Funamboli / Bristol's / Bruna Lelli / Bumpers / Campanino / Cantarcangeli / Cantori moderni / Caravels / Cesare Bruno Group / Christian (e i Ragazzi di Pietra) / Claudia Liardo / Colette / Le Cugine / Delfo / Diego Peano / Dina Cubinelli / Dino Cabano / Ediva / El Supremo Brass Band / Elsa Quarta / Emilio Campassi e i Canaris / Emilio Pericoli / Ennio Sangiusto (e i Kent) / Ettore Cenci Guitar Trio / Fabrizio Capucci / Fausto Mola / Franca Alinti / Franca Gallicani / Le Gemelle / Gianna Forretti / Gianni Duca / Gianni Legler e i Brothers / Gianni Mascolo / Gianni Sanjust / Giorgio Bertolani / Giosy Capuano / Giuliano Palagi / I Guerrieri / Jennifer / Jonica / I Kent con Ennio Sangiusto / Kim Arena / The Latins / Lillian / Lella Greco / Lino Gabri / Little Pupa / Luciano Michelini / Luisella Ronconi / Maria Doris / Maria Luigia (Brenda Bis) / Mariolina Cannuli / Marita / Marta Lami / Michele Accidenti / Nadia e Antonella / Nella Bellero / Nerone / Nevil Cameron / Nico e le Ali Bianche / Il Paese dei balocchi / Palma Calderoni / Pane Burro e Marmellata / Pascal / Paula / I Protagonisti / Quarto sistema / La Quinta faccia / I Rangers / Raoul Pisani / Ravers / Riccardo Rolli / Riccardo Rolli e Gli Spettri / Rinaldo Ebasta / Rita Monico / Rossana Bernardini / Rossella (Canaccini) / La Strana Società / Le Svitate / Suzie / Tina / Tony Raico / Tony Spada / Valentino / Vana / Vanna Brosio

Indice 2

Anita Traversi* / Cenza / Chicco / Cico Mauro e i 4 dell'Iride / I Due / Gerico / Gianni Farano / Gianni Jalenti /  / Guido Russo / Flora Gallo / Leda Devi / Mimma / Stress Band / MicronTony Arden*

(*) Pagina dedicata

Adele Maffina

Giovane cantante di Cremona, prese parte al gioco musicale a squadre tra cantanti a Canzonissima 1966/67, per quell’occasione ribattezzata Scala Reale. Passerà presto dall'altra parte della barricata diventando manager di musicisti  come Fabrizio De Andrè, i New Trolls ed in seguito Zucchero.

     
Titolo OriginaleInterprete Note
Una volta per uno (1965) Rented Tuxedo (1964) H.B. Barnum Singolo 45 giri, Jolly - J 20301, pubblicato nel 1965, testo italiano di Alberto Testa. L'originale era stata coscritta dagli statunitensi: Charles Singleton, June Tansey e Kay Rogers per l'afroamericano texano Hidle Brown Barnum, noto per aver collaborato in sala d'incisione come pianista e vocalist con Count Basie, Frank Sinatra, Little Richard, Gladys Knight, Etta James, Aretha Franklin e diversi altri. Disco originale: Retro del singolo 45 giri "Backstage", etichetta Imperial - 66011, pubblicato nel 1964.
Voglio stare con te (1965) Somebody's Stealing My Love (1962) Ivory Joe Hunter Retro del precedente singolo "Una volta per uno", testo italiano di Alberto Testa. Questo bel brano soul era stato coscritto dagli afroamericani: Johnny Bell, la leggendaria Rose Marie McCoy e Ivory Joe Hunter e da quest'ultimo registrata e pubblicata per la prima volta. Disco originale: retro del singolo 45 giri "You Only Want Me When You Need Me", Vee Jay Records - VJ 452, pubblicato nel 1962. In una recente ristampa, il titolo della canzone è stato variato in "Someone Stealing My Love".
Vai Vai (1966)Marmor, Stein Und Esiden Bricht (1965)Drafi Deutscher Versione italiana Alberto Testa. Singolo 45 rpm Jolly – J 20401. Successiva versione di Gianni Pettenati. Originale di Rudolf-Günter Loose - Hans Christian Bruhn – Drafi Deutscher. Singolo Decca – D 19 735.
Tanto Quanto (1966)Küsse Unterm Regenbogen (1965)Manuela Versione italiana Alberto Testa. Singolo 45 rpm Jolly – J 20401. Originale di Hans Bradtke - Hans Christian Bruhn. Singolo Telefunken – U 55 838.
Estate senza te (1968) J'ai entendu la mer (1966) Christophe Cover registrata in italiano, come da nota sul disco rumeno (cîntate în limba italiană), anche se sottotitolata "Vara Fără Tine", su 45 giri EP Electrecord - EDC 979, pubblicato nel 1968. L'originale era stata scritta, composta ed eseguita dal cantautore francese di origine italiana, Daniel Bevilacqua, in arte Christophe. Lo stesso artista la pubblicò in italiano nel 1967 con lo stesso titolo e testo di Herbert Pagani e presentata alla dodicesima puntata di Canzonissima, allora ribattezzata Partitissima del 9 dicembre 1967, abbinato alla squadra di Ornella Vanoni, sfidante la squadra di Claudio Villa. Disco originale: 45 giri EP "J'ai entendu la mer", Disc'AZ - EP 1055.

Alamo

 

Alamo - E’ la solita storia (Francesco Specchia) / Se ci credi (Alberto Testa) - Alamo è il nome d'arte del cantante e musicista Massimo Lore.
Lato A - Performer non riscontrato - Gonna Lose You (testo di Harris Marvis Boyd e musica di Roye Lee)
Lato B – Floyd Cramer - Sweetie Baby (testo di Chet Rose e musica di Roye Lee)
Cover: 1965  45 giri Junior JR 1002
Originale Lato A: 1963 45 rpm Target Recods:TE 131
Originale Lato B: 1960 45 rpm RCA Victor–47-7775

 
 

Note:
Gonna Lose You: Titolo confermato nel sito della BMI, ma non c’è nessun riferimento al titolo italiano, oltre a non trovare l’esecutore originale per un confronto con la versione di Alamo

 

Anna German

Anna German, il cui vero cognome è Hörmann, è stata una cantante polacca di origine tedesca, e cantava soprattutto in russo. Molto nota in Polonia e in Russia, a lei è dedicata un'ampia voce in Wikipedia e una fanpage. Si è anche affacciata al mercato italiano con questo singolo con due auto-cover la prima delle quali è la versione in musica di una poesia del noto poeta russo Evgheny Yevtushenko, ancor più noto all'epoca in quanto voce critica del regime anche se non ufficialmente dissidente. La seconda canzone, “Meglio dire di no” si può ascoltare su YouTube. Per l'Italia (o forse per la Polonia) ha pubblicato anche con un intero LP di canzoni napoletane (CDI ‎– CALP 2042). Su Discogs è consultabile la sua ampia discografia.

Anna German Chi sei tu (Vincenzo Buonassisi) / Meglio dire no (Luciano Beretta) - 1966 45 rpm CDI (compagnia discografica italiana)- C.D.I. 2004
Lato A –
Anna German Не Спеши (Yevgeny Yevtushenko – Arno Arutunovic Babadjanian) - 1965 78 rpm Мелодия (Melodia) - 44129
Lato B –
Anna German Лучше сказать нет (Vladimir Lazarev – Mark Grigoryevich Fradkin) – Ripubblicata su una raccolta in CD (immagine n.3)

         
         
 

Anna Marchetti

 

Anna Marchetti - Il colore dell’amore (Francesco Specchia) / Se tu fossi un vero amico (R. Sabatino)
Lato A - The Colour Of Love (Bob Russell - Bronislaw Kaper) dal film UK-USA “Lord Jim” del 1965
Cover: 1965 45 giri Meazzi M 01284
Originale Lato A: 1965 33 giri Colpix Records SCP 521

 
 

Note:
nei primi anni '60 era frequente la proposta su 45 giri dei temi e delle canzoni guida dei film più famosi, da parte di cantanti più o meno noti. Riascoltarle dopo la visione del film non era facile nella radiofonia di allora, e il disco LP dell'intera colonna sonora, quando era pubblicato in Italia, era in lingua originale e assai più costoso del 45 giri. Si trattava di una vera e propria nicchia di mercato.

 

Anna Poli

 

Anna PoliCleo dalle 5 alle 7 (Maria Gioconda (alias Mimma) Gaspari) / Jalousie (Giuseppe Nino Rastelli) - 1962  45 rpm CGD-N 9404

Lato A – Corinne MarchandSans toi  (Agnès Varda - Michel Legrand)  1961  45 EP “Cleo de 5 a 7” Philips – 432.596 BE

Lato B – Boston Pop OrchestraJalousie(Tango Tzigane Jalousie) (Jacob Gade: alias Jacob Thune Hansen Gade)  1949  78 rpm RCA Victor – 12160

     
     

NOTE

1)   Anna Poli è stata una cantante che per sua sfortuna è rimasta ad oggi ancora sconosciuta. Le sue due canzoni non sono presenti in YouTube, ma nel suo disco sono dichiarati sia gli autori che i titoli delle canzoni originali. La prima riprende il motivo principale della colonna sonora del film francese “Cleo de 5 a 7” del 1962. La cantante Corinne Marchand eseguì la canzone Sans toi” nel film citato, di cui è stata anche l’attrice-interprete principale insieme al compositore Michel Legrand, ma in un ruolo minore. Una versione italiana è stata pubblicata anche da Milva sempre nel 1962, vedi in YouTube, oltre all’originale
 

2)   Il famoso tango “Jalousie”, noto anche come “Tango Tzigane Jalousie”, venne composto dal compositore e violinista danese Jacob Gade. diffuso già dal 1925 come accompagnamento per l’allora cinema muto, ma utilizzato anche in altri successivi film col sonoro. Questo bellissimo tango ebbe un successo mondiale, tanto che venne ripreso non solo dalle grandi orchestre ma  la sua musica è stata utilizzata nella canzone pop in tutto il mondo. Sentire in YouTube

 

Anna Rusticano

 

Anna RusticanoSto con te (Valerio Negrini) / Mi sveglio e mi rivoglio (Michele Vicino – Valerio Negrini) - 1980  45 rpm Fontana – 6025255

Lato A - Carolyne Mas – Still sane (Carolyne Mas) - 1979  45 rpm Mercury – 6167 838

       
       

Antonio Marchese

 

Antonio Marchese – Winchester Cathedral (Alberto Testa)  / Dieci anni fa (Alberto Testa) - 1967  45 rpm  Fonit – SPF 31202

Lato ANew Vaudeville BandWinchester Cathedral (Geoffrey”Geoff” Stephens) - 1966  45 rpm  Fontana – F-1562

Lato B - Je n'oublierai jamais - Les Guardians - 1965 su EP Philips 437119

       
       

Aquarium

 

Aquarium - La mia voce (Rinaldo Prandoni) / Altri mondi
Lato A - Tony Ashton & Jon Lord - Celebration (Tony Ashton-Jon Lord)
Cover: 1973 45 rpm (in Wikipedia: Saint Martin Record 45 giri)  SMR-1708
Originale Lato A: 1972  45 rpm Purple Records (UK) ‎– PUR 109

 
 

Note:
Il brano originale venne registrato dagli stessi autori: Tony Ashton (Edward Anthony Ashton) e Jon Lord (Jonathan Douglas Lord), quest’ultimo era il tastierista dei Deep Purple tra il 1968 e il 1976 e di nuovo nei Deep Purple dal 1984 al 2002.

 

Armando Savini

 

Armando Savini - Magica visone / Caro nome (Luciano Beretta)
Lato B - The Four Pennies - Juliet (Mike Wilsh-Fritz Fryer- Lionel Morton)
Cover: 1966 45 giri Polydor - NH 54829
Originale Lato B: 1964 45 giri Philips - BF 1322

 
 

Note:
I tre autori originali: Wilsh, Fryer e Morton erano tutti componenti la band britannica The Four Pennies. Per la canzone Juliet Vedi in You Tube

 

The Astor

 

The Astor – Resta dove sei (Paranzini) / Lettera ad un amore (Jodepres alias Aldo Salvi - Grytzko Mascioni)
1967 45 rpm Cinevox - SC 1049
Lato A – Frankie Avalon - Don't Make Fun Of Me (Helen Miller – Howard Greenfield)
1964 45 rpm United Artists - UA 728

 

 

Note:
Non ci sono notizie di questo gruppo (o interprete) ma la loro canzone “Resta dove sei” è presente in YouTube così come l’originale “Don’t make fun of me”

 

Barbara e i Funamboli

 

Barbara e i Funamboli – Cosa conti tu (Nothingall) / Il viaggio (Gian Luigi Cantoni) - 45 rpm Saint Martin Record - CAT. 460 (1971)
Cover Lato B: Ten Years After - Working On The Road (Alvin Lee) 1970 45 rpm Deram - 17.049 B

 
 

Note:  
1) Autore dei testi italiani di entrambi i brani è Gian Luigi Cantoni, il bassista del Gruppo “I Funamboli”.
2)Mentre il non meglio identificato Nothingall, autore della musica della canzone “Cosa conti tu”, non è noto né in SIAE, né in ISWC Net, né nelle americane BMI e ASCAP e si presume che sia uno pseudonimo non rivelato, che farebbe pensare al band-leader del gruppo de I Funamboli, ossia Gian Pietro Felisatti, detto Piter, che è anche un compositore e autore.
3) Da notare che l compositore Alvin Lee (Graham Alvin Barnes), autore della musica del lato B “Il Viaggio” dei Funamboli, che è stato il chitarrista e cantante del gruppo britannico blues-rock “Ten Years After” (celebre la loro hit del 1970 “Love Like A Man”) era nativo di Nottingham (UK), città dove formò anche la sua band. Basandosi sulla similitudine tra le parole Nothingall e Nottingham viene il sospetto che anche il lato A provenga dal repertorio del gruppo inglese, ciononostante, dopo aver attento ascolto di tutto il repertorio dei “Ten Years After” compreso tra il 1967 e il 1970, non si riesce a trovare un accostamento a “Cosa conti tu”. Al momento, resta una canzone senza paternità per la musica. In YouTube si possono ascoltare sia Il viaggio sia Working on the road.

The Bristol's*

 

The Bristol’s - Tu non puoi capire (Miki Del Prete, Domenico Seren Gay, Luigi Menegazzi Mario Piovano) dati SIAE / Prati neri (Miki Del Prete, Bernestin: alias Domenico Seren Gay, Giorgio Seren Gay, Mario Piovano) dati SIAE, 1966 45 rpm Kansas - DM 1018
Lato A - Los Bravos - Black is black (Michelle Grainger, Steve Wadey, Tony Hayes) 1966 45 rpm Columbia - ME 265
Lato B - Simon and Garfunkel - I Am A Rock (Paul Simon) 1966 45 rpm Columbia - 4-43617, tratto da LP 33 rpm “Sounds Of Silence” Columbia - CL 2469 del 1966

Note:
1) Sia il lato A che il lato B sono effettivamente degli adattamenti da canzoni straniere, col particolare che in SIAE non vengono dichiarati gli autori originali delle musiche, ma solo autori italiani come su riportato, quindi i due adattamenti non sono ufficiali, definibili anche covers non dichiarate.

 

Bruna Lelli

 

Bruna Lelli - Mi sento un’altra (Alberto Testa) / Un giorno capirai
Lato A – Nada - Merci Beaucoup (Roger Pilon - Tony Caticchio)
Cover: 1966 45 giri Jolly J 20337
Lato A: 1970 33 rpm Trans Canada - TC 770

Bruna Lelli è una cantante professionista romagnola. Dopo aver esordito con la musica da ballo liscio e proseguito con la musica leggera e con diversi dischi pubblicati negli anni '60 e '70, con discreto successo e passaggi televisivi, ha continuato la sua carriera fino agli anni '90 (è del 1939) nel settore del liscio.

 

Nelle immagini la copertina del 45 giri di Bruna Lelli (non è la ragazza in copertina) e quella della cantante canadese Nada (Carole Simard). L'immagine si riferisce alla ristampa del 1970 e non al singolo pubblicato in precedenza.

Bruna Lelli - Stonata (Desafinado) / Stare separati (Chega de saudade)

Singolo 45 giri, Cetra - SP 1147, pubblicato nel 1962, testo italiano di Giorgio Calabrese e Deani (Piero Leopardi). L’originale è una bossa nova, coscritta dal brasiliano Antonio Carlos Jobim con il suo amico e conterraneo Newton Mendonça, per cederla a un altro noto esponente del nuovo genere musicale insieme ai precedenti, il cantante e chitarrista brasiliano João Gilberto. Disco originale: singolo 78 giri, Odeon - 14.426, pubblicato nel 1959. Lo stesso autore Jobim ne registrò una sua versione nel 1963.

Sul lato B un'altra celebre canzone di Jobim in versione italiana, testo italiano sempre di Giorgio Calabrese. L’originale era stata scritta da Vinicius de Moraes e composta da Antonio Carlos Jobim. L’originale è un brano classico della MPB, scritto dal poeta e paroliere brasiliano Vinicius De Moraes e composta dal suo concittadino, il chitarrista Antônio Carlos Jobim. La prima registrazione venne affidata alla celebre cantante e attrice, anch’essa concittadina degli autori, nonché allora fidanzata di Vinicius De Moraes, Elizete Cardoso (o Elizeth Cardoso). Quest’ultima è considerata una delle migliori interpreti della samba canção di tutto il Brasile. La sua canzone apre la scaletta del LP 33 giri “Canção Do Amor Demais”, prodotta dall’etichetta brasiliana Festa, col numero LDV 6.002, pubblicato nel 1958. In Italia, questo brano venne riproposto da Nicola Di Bari con l’aggiunta del sottotitolo in italiano, (Stare separati), con lo stesso testo di Giorgio Calabrese, registrato nel LP 33 giri “Un Altro Sud” del 1973. Altra cover notevole, pubblicata lo stesso anno e portato al grande successo dal chitarrista e cantante brasiliano João Gilberto.

 
 

The Bumpers*

 

The Bumpers - Bumper to Bumper (Catra: alias Giuseppe Cassia) / Il quadro di Picasso (Bumpers, tutti i componenti) 1966 45 rpm Ariel - NF 569
Lato A - Derek Martin - Bumper To Bumper (Teddy Randazzo, Bobby Weinstein) 1966 45 rpm Roulette - R-4670

Note:
1) The Bumpers sono stati un gruppo romano attivo negli anni 60 composto da:- Giancarlo Martucci-basso e voce, Sandro Gargano-organo e voce, Piero Tinacci-chitarra solista, Amedeo Martucci-basso e voce, Bruno Paoloni-chitarra solista. Noto insieme al gruppo beat sardo I Barritas per essere stati tra gli iniziatori e precursori dell’ammodernamento dei canti liturgici nella chiesa cattolica con le cosiddette (Messe Beat).
2) La canzone originale è in stile R&B, mentre la versione italiana è con andamento notevolmente beat.
3) L’autore italiano della canzone “Bumper To Bumper” Catra, alias Giuseppe Cassia riscontrato nel 45 giri, anche se poco leggibile, è confermato in questa raccolta.
4) “Bumper To Bumper” insieme a “Cupidation”, sempre dei romani The Bumpers, hanno fatto parte dalla colonna sonora del film italo-austriaco del 1966, diretto da Manfred Köhler “Tiro a segno per uccidere”, il cui titolo originale austriaco è “Das Geheimnis der gelben Mönche” ossia: “Il segreto dei frati gialli” e in inglese è “Target for a killing” con Stewart Granger, Karin Dor, Adolfo Celi, Rupert Davies, Scilla Gabel, Klaus Kinski e Curd Jurgens. Le musiche sono state curate da Marcello Giombini, che già propose ai The Bumpers, curandone anche gli arrangiamenti, una serie di rivisitazioni di canti liturgici in stile beat.

 

I Campanino

 

I Campanino - Non sei mai uguale / Cin cin (Vito Pallavicini)
Lato B - Bick Ford - Cheat cheat  (Charles Blackwell, words and music)   

 
 

Cover: 1963 45 rpm GC - GC 106
Originale Lato B: 1963 45 rpm  Parlophone - R 5018
Note:
Bick Ford è lo pseudonimo di Robert Ford, cantante ed ex giornalista del quotidiano britannico “The Daily Mail”

 

I Cantarcangeli*

 

I Cantarcangeli - La voce di Michele (Nisa: alias Nicola Salerno, Virgilio Savona) / E’ solo una bugia (Tony Del Monaco) 1963 45 rpm RCA Italiana - PM 3217
Lato B - Antonio Prieto - Aunque sean mentiras (Antonio Prieto) 1963 LP 33 giri “Antonio Prieto canta de su pelicula” Cuando calienta el sol

Note:
1) I Cantarcangeli erano un gruppo corale occasionale che farebbe pensare al Quartetto Cetra, essendo il lato A “La voce di Michele”, a firma di Virgilio Savona per la musica, ed oltre al loro riconoscibile stile armonico, emerge una voce femminile, molto rassomigliante a quella di Lucia Mannucci. Nel 1963 il Quartetto Cetra era ancora sotto contratto con la Polydor e probabilmente hanno dovuto adottare uno stratagemma dandosi uno pseudonimo per poter incidere con la RCA Italiana come in questo caso. la canzone d'altra parte era una sigla del Cantagiro di quell'anno e Michele era nel testo un angelo custode che incita gli automobilisti ad andare più piano e rispettare i pedoni. probabile che fosse un'operazione di "pubblicità progresso" sponsorizzata dal Ministero dei Trasporti di allora alla quale il Quartetto Cetra ha prestato la sua collaborazione, chissà perché, in forma anonima.
2) La canzone sul lato B “E’ solo una bugia” non è presente in You Tube, così come l’originale “Aunque sean mentiras” ma resta confermato l’adattamento italiano de I Cantarcangeli, come da Discografia Nazionale.
3) La canzone originale “Aunque sean mentiras” ha fatto parte della colonna sonora del film argentino “Cuando calienta el sol” del 1963, interpretato proprio da Antonio Prieto.

I Cantori moderni*

 

I Cantori Moderni - Se mi vuoi un po’ di bene (Alberto Testa) / Un giorno o l’altro (Calimero: alias Vito Pallavicini, Ezio Leoni) 1965 45 rpm Sunstar Record - SPS 207
Lato A - The Dixie Cups - Chapel Of Love (Jeff Barry, Ellie Greenwich, Phil Spector) 1964 LP 33 rpm Red Bird - RB 20-100

Note:
1) Primo 45 giri registrato col solo nome I Cantori Moderni, noto gruppo vocale italiano attualmente attivo, fondato e diretto da Alessandro Alessandroni già dal 1962, dopo l’esperienza come corista nel gruppo di Nora Orlandi negli ultimi anni 50. “I Cantori Moderni” sono l’evoluzione di un precedente gruppo “I Caravels” fondato dallo stesso musicista romano.
2) La canzone “Se mi vuoi un po’ di bene” era stata già registrata nel 1964 dal gruppo femminile (Le Amiche) e anche nel retro del loro 45 giri c’era la canzone “Un giorno o l’altro”.

 

Caravels

 

I Caravels - Caldo / Mi piace               
Lato A – Johnny Mathis - Warm (Sidney Jacobson - Jimmy Krondes)

 
 
 

Cover: 1963 45 rpm Juke Box - JN 2241
Originale Lato A: 1957 45-EP rpm Columbia - B-10781 (anche LP 33rpm ”Warm”Columbia - CL 1078)

 

Cesare Bruno Group*

 

Cesare Bruno Group - Baby non puoi (Tirone, Monti ???) / Una sera soltanto (Tirone, Monti) 1967 45 rpm C.D.B. - 1115
Lato A - The Young Rascals - Baby Let’s Wait (Lori Burton, Pamela Joan Sawyer) 1966 LP 33 rpm Atlantic - SD 8123

Note:
1) Come si può notare sull’etichetta del disco italiano, non ci sono crediti per autori stranieri, ma la musica anche se arrangiata con ritmo più veloce rispetto all’originale, all’ascolto è simile a “Baby let’s wait” che uscì un anno prima (1966), quindi risultante cover non dichiarata. In oltre, la canzone “Baby non puoi” non è presente nei database SIAE e ISWC Net e dei due autori italiani non si conosce il nome proprio. In Siae esistono 131 autori col cognome Monti e 6 autori col cognome Tirone. In ISWC Net c’è la canzone originale “Baby let’s wait”ma non ci sono titoli alternativi.
2) Cesare Bruno e il suo gruppo al momento restano ancora degli sconosciuti anche se qualcuno lì da originari della provincia di Siracusa.

 

Christian (e I Ragazzi di Pietra)

 

Christian (e I Ragazzi di Pietra) - Un mondo senza amore / Non dire più che te ne vai (Salvatore Nauta)        
Lato A – The Allies - I'll Sell My Soul (James”Lewis”Williams – David Honecker)(dati BMI)
Cover: 1967 45 rpm  Revue Record - RR 502
Originale Lato A: 1966 45 rpm  Valiant Records - V-748

 
 
 

Note:
L’autore non viene citato in nessun sito dove si parla di vinile. E’ stato scoperto dopo un intervento-appello in YouTube, sul canale che porta il nickname (Il folle dello Zen) chiedendo chi fosse l’autore italiano. Con mia grande sorpresa, questi mi rispondeva che l’autore del testo italiano era proprio lui. E sommando anche il suo commento, dove nei sottotitoli al video dice “ il cantante Christian cantava nel mio gruppo”, non ho faticato a riconoscere il leader e chitarrista del gruppo milanese. (IS)
Nessuna notizia sul  gruppo americano del brano originale, ma si trova la canzone in YouTube

 

Claudia Liardo

 

Claudia Liardo - Amore amore addio / Resta sempre accanto a me (Giuseppe Cassia o Bruno Pallesi)
Lato B – Gene Pitney - True Love Never Runs Smooth (Hal David - Burt Bacharach)
Cover: 1973 45 rpm RCA italiana - PM 3697
Originale Lato B: 1963 45 rpm Musicor Records - MU 1032

 

Note
La prima versione italiana pubblicata da Gene Pitney nel 1963.
Nel disco di Claudia Liardo, la canzone “Resta sempre accanto a me” del 1973, porti la firma di Giuseppe Cassia, mentre nella prima versione italiana del 1963, quella registrata dallo stesso Gene Pitney, vedi disco sotto, l’autore italiano è Bruno Pallesi. Purtroppo la canzone In SIAE non è censita e questa discordanza di imputazione riscontrata tra i due dischi citati, resta un caso singolare, ma per ragioni di logica, verosimilmente, la paternità del testo italiano è da attribuire a Bruno Pallesi, magari c’è stata una collaborazione anche con Giuseppe Cassia! Ma questo fatto non può essere comunque supportato.
La canzone “Amore amore addio” non si trova in YouTube. Inoltre non si conosce l’autore italiano, si tratta probabilmente di una cover ma non è stata individuata.

 

Colette**

Di Colette si conosce solamente il vero nome (Anna D’Avanzo) e la sua città (Frattamaggiore in provincia di Napoli) (fonte: il noto collezionista di vinile Carlo Casale). Come Buddy, alias Gianni Nazzaro, Jerry, Paul, Ketty, Rudy Rikson, Elvy Matassa, Gino Deck, Giosy Moreno e molti altri, faceva parte dei turnisti o cantanti esordienti che registravano per l’etichetta partenopea KappaO, specializzata nel riprodurre canzoni italiane e straniere di successo e imitarne i performer che le avevano portate al successo, da vendere a basso costo fuori dai canali ufficiali di vendita, due canzoni a metà del prezzo di una, la soluzione anni ’60 per la musica economica, prima di Napster, del peer-to-peer e dello streaming. Era una delle molte etichette impegnate in questa particolare nicchia di mercato, come la altrettanto ben nota Combo Records. Con la KappaO hanno comunque fatto i primi passi in carriera cantanti poi diventati noti, come il già citato Gianni Nazzaro, Tony Astarita, Nino Fiore e Maria ”Nancy” Cuomo.
Tra i molti successi registrati da lei per la KappaO sono state individuate le 10 cover elencate nel seguito.

Titolo Originale Interprete

  Note

Domani (1966) Tomorrow (1966)Sandie Show Già nota da noi per la cover italiana dello stesso anno, lanciata dalla cantante inglese Sandie Show con lo stesso testo italiano di Giorgio Calabrese, canzone giunta in finale a "Scala Reale", trasmissione TV Rai, abbinata alla Lotteria Italia di quel lontano 1966. La cover di cover era pubblicata su singolo KappaO ES 20095. L'originale era stata scritta e composta dal cantautore inglese Chris Andrews per la gradevole cantante pop inglese, che in Italia trovò terreno fertile per ripresentare nella nostra lingua molti dei suoi successi UK. Disco originale: 45 giri EP "Tomorrow", Pye Records - NEP 24247.
Little Man (Piccolo ragazzo) (1967) Little Man (1966) Sonny & Cher Altra cover nota e lanciata in Italia da Fiammetta nel 1966 col solo titolo originale "Little Man", cui fece seguito la versione dei Rogers, sempre "Little Man" e di Milva " Little Man (Piccolo Ragazzo)", tutte col testo italiano di Mogol, registrata su 45 giri, KappaO - ES 20110. L'originale ebbe maggior successo in UK (#4 in settembre 1966), piuttosto che in USA (#21, ottobre 1966) ed era stato scritto, composto, autoprodotto ed eseguito dal cantautore statunitense Sonny Bono, in duo con l'allora moglie Cher (Cherilyn Sarkisian. Disco originale, singolo 45 giri, ATCO - 45-6440.
La danza delle note (1967) Puppet On A String (1967) Sandie Shaw Retro del singolo 45 giri "Questo nostro amore", KappaO - ES 20112, testo italiano di Daniele Pace, così come per la versione italiana di Sandie Shaw. L'originale era stata coscritta dal cantautore irlandese Phil Coulter e lo scozzese William MacPherson, noto col nome d'arte Bill Martin. Sandie Shaw, con la sua Puppet On A String è stata la cantante vincitrice all'Eurovision Song Contest nel 1967, tenutosi a Vienna (Austria). La stessa artista inglese, nello stesso anno, pubblicò la versione italiana di Pace. Disco originale: singolo 45 giri, Pye Records-7N.17272.
Mama (1967) Mama (When My Dollies Have Babies) (1966) Cher Altro successo internazionale, noto in Italia per la versione di Dalida del 1966, registrato in italiano anche dalla stessa interprete americana nel 1967, entrambi col testo di Paolo Dossena. Retro del singolo 45 giri "Da cosa nasce cosa", KappaO - ES 20128. La nota canzone originale era stata scritta e composta da Salvatore "Sonny" Bono e interpretata dall'allora moglie Cher. Disco originale: singolo 45 giri, Liberty - LIB 12046.
Come un ragazzo (1968) Comme un garçon (1967) Sylvie Vartan Retro del singolo 45 giri "La bambola", KappaO - ES 20163, pubblicato nel 1968, testo italiano di Paolo Dossena in collaborazione con Giuseppe Cassia. L'originale era stata scritta dal francese Roger Dumas e composta dal connazionale Jean-Jacques Debout, secondo i dati della SACEM. Altra cover derivata da quella di Sylvie Vartan ovviamente nello stesso anno 1968, il brano originale francese era pubblicato su 45 giri EP, RCA Victor - 87.046.
La felicità (1968) La felicidad (1967) Palito Otrega Singolo 45 giri, KappaO - ES 20175, stesso testo italiano di Pippo Franco, come la cover da cui è derivata pubblicata da Bruno Filippini nello stesso anno, canzone partecipante al Cantagiro, girone A del 1968, poi ripresa nello stesso anno da Iva Zanicchi. La canzone originale era stata scritta, composta, eseguita e portata al grande successo (#1 Argentina tra il 25 marzo e il primo di aprile del 1967) dal cantautore argentino Ramon Bautista Ortega, noto col nome d'arte Palito Ortega. Disco originale: singolo 45 giri, RCA Victor - 31°-1008.
Un po' d'amore (1968) Nights In White Satin (1967) Moody Blues Retro del precedente singolo "La felicità", testo italiano di Daniele Pace, ovviamente come la versione di Dalidà con lo stesso titolo e la più nota versione con titolo e testo differente de I Profeti e I Nomadi "Ho difeso il mio amore", tutte del 1968. L'autore dell'originale era Justin Hayward, chitarrista e cantante del gruppo inglese Moody Blues, che dal 1966 prese il posto dell'uscente Denny Laine. La canzone faceva parte del secondo LP della band "Days Of Future Passed", Deram - SML 707 del 1967 e della settima ed ultima suite "Night". E' stata poi pubblicata come singolo 45 giri Deram, #9 UK singles chart nel mese di gennaio del 1968.
L'ultimo valzer (1968) The Last Waltz (1967) Engelbert Humperdinck Retro del singolo 45 giri "Pippo non lo sa", KappaO - ES 20138, testo italiano di Elvia Figliuolo, presente sul disco col suo pseudonimo Misselvia. L'originale era stata scritta dall'inglese John Barry Mason e composta dal connazionale Leslie David Reed per il cantante pop inglese Engelbert Humperdinck. La sua canzone raggiunse il vertice della classifica dei singoli in UK nel mese di agosto del 1967. Disco originale: singolo 45 giri, Decca - F 12655, pubblicato nel 1967. La cover italiana da cui è ripresa questa derivata dalla KappaO era stata pubblicata nel 1967 da Franco Talò e da Dalida.
Quelli erano giorni (1969) Those Were The Days Mary Hopkin Retro del singolo 45 giri "Applausi", registrato da un altro sconosciuto cantante in seno all'etichetta KappaO di Napoli, Peter, col numero di catalogo ES 20181, pubblicato nel 1969, testo italiano di Claudio Fontana, presente sul disco come Daiano. Cover nota in Italia per la versione di Gigliola Cinquetti, Sandie Shaw e Dalida. Per la storia e le origini di questa bella e celebre canzone portata al successo internazionale da Mary Hopkin con la produzione di Paul McCartney vedere la pagina con la traduzione dell'originale.
Due minuti di felicità (1968) Deux minutes trente cinq de bonheur(1967) Vartan Sylvie Singolo 45 giri, KappaO - 20136, il testo italiano, secondo i dati della SIAE, è accreditato a Ettore Carrera. L'originale canzone francese era stata scritta dal duo di parolieri francesi: Franck Thomas e Jean-Michel Rivat e composta dal connazionale Jean Renard (dati SACEM). Dopo il lancio di questa canzone da parte di Sylvie Vartan in duetto con il cantante e attore francese Ivan Crisostome Dolto, in arte Carlos, la stessa artista la propose in Italia e nella nostra lingua, sempre nel 1967. Disco originale: 45 giri EP, RCA Victor - 87.012.

 

Le Cugine

 

Le Cugine - Chi non perdonerà (Giuseppe Cassia) / Love Me Please Love Me (Herbert Pagani) - 1966 45rpm Vis Radio - VLMQN 056394
Lato A – Miki Dallon – Cheat And Lie (Miki Dallon) - 1966 45rpm Strike(UK) - JH 306
Lato B - Michel Polnareff - Love Me Please Love Me (Frank Gérald - Michel Polnareff) - 1966 45 EP rpm Disc’Az – EP 1053

 
 

Delfo

 

Delfo è lo pseudonimo di Delfo Galli, cantante italiano attivo nel mondo della musica dal 1964 (primo contratto con la etichetta Equipe) al 1972. Esordio con il singolo "Non credere in lui". Poi partecipa a Settevoci nel 1966 con la canzone "Se esiste" vincendo alcune puntate all "applausometro" ma il suo brano più noto sarà il lato B, un brano brillante vagamente di ispirazione ska, "Un Paese matto". Partecipa anche alla Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia ed alla Caravella dei successi di Bari. Significativa per intuito la cover nel 1969 di Anthem dei Deep Purple, in italiano "Il vento della notte".

Titolo OriginaleInterprete Note
Dietro la porta della nostra casa (1966) Have Pity On The Boy (1966) Paul & Barry Ryan Singolo 45 rpm  Equipe- EQ 0105, testo italiano di Misselvia, alias Elvia Figliuolo. Originale Lato 45 rpm Decca (UK)– F. 12319. Paul e Barry Ryan sono due fratelli gemelli inglesi. Il secondo, Barry, è il famoso cantante della hit internazionale del 1968 “Eloise”, che si piazzò nella hit parade italiana tra marzo e giugno del 1969 per 5 settimane al #1 su un totale di 13 settimane di permanenza.
Si trova sempre un treno che parte (1969) On prend toujours un train pour quelque part (1968) Gilbert Becaud Singolo 45 giri, registrato per la piccola etichetta milanese Equipe, di proprietà della famiglia Allione, col numero di catalogo EQ 0124, testo italiano di Nino Romano. L'originale era stata scritta dal paroliere francese Louis Amade e composta ed eseguita da Gilbert Becaud. Disco originale: singolo 45 giri, His Master's Voice - VF 516.
Il vento della notte (1969) Anthem (1968) Deep Purple Prima versione italiana su 45 giri Equipe EQ 0125 di un brano dei Deep Purple, dal loro secondo album The Book of Taliesyn. Stesso titolo e testo di Rinaldo Prandoni adottato anche l'anno dopo dal complesso legnanese Le Macchie Rosse per la loro versione con la CGO Records. L'esecuzione di Delfo Galli non sfigura troppo rispetto all'originale, coscritto da Jon Lord e Rod Evans dei Deep Purple e sull'album citato per la Tetragrammaton Records cat. T.107, in distribuzione prima in USA e Canada che in UK. Non è un brano hard rock, ma piuttosto un brano classicheggiante sulla scia di Procolo Harum e Moody Blues. L'hard rock e il successo mondiale arriveranno due anni dopo con lo storico album "Deep Purple In Rock".
 

Diego Peano*

 

Diego Peano - Proibito (Claudio ”Daiano” Fontana) / Il mondo è tutto qui (Claudio “Daiano” Fontana, Walter Camurri) 1969 45 rpm RiFi - RFN NP-16358
Lato A - Paul Anka - Verboten (Mack David, Harry Sukman) 1958 45 rpm ABC-Paramount - 45-9937

Note:
1) Diego Peano (1941), è un cantante friulano di Grado che esordì come in vari locali turistici nella riviera adriatica. Nella sua decennale carriera (1963/1974) ha registrato sette 45 giri, i primi due per la Jaguar, il terzo per la Decca ed i restanti per la RiFi, dopodiché si dedicò solamente come discografico, curando il settore di promozione, stampa e pubbliche relazioni per le etichette CBS e Fonit Cetra.
2) Dopo la pubblicazione della canzone “Verboten” di giugno 1958, il brano cantato da Paul Anka venne utilizzato nella colonna sonora del film drammatico statunitense omonimo (Verboten) del 1959, diretto da Samuel Fuller. La canzone era stata scritta dal paroliere statunitense Mack David, fratello maggiore di Hal David, noto paroliere anche lui, collaboratore di Burt Bacharach, su musica di Harry Sukman. La canzone non risulta sia arrivata nelle classifiche statunitensi, mentre è apparsa nella top 20 della classifica canadese in agosto del 1958.
3) Probabile motivo dello scarso successo della canzone origianel, che appare di ottima fattura ed era interpretata da un cantante sulla cresta dell'onda (erano gli anni delle sue canzoni più note: Diana 1957, You are my destiny 1958 e Put Your head on my shoulder 1959) è il tema trattato. Il film “Verboten”, ambientato alla fine della Seconda Guerra Mondiale era incentrato sull'’innamoramento tra un soldato americano ferito e una ragazza tedesca che si prendeva cura di lui. Un trasparente tentativo di riconciliare gli americani con il popolo tedesco, probabilmente prematuro.

Diego Peano - Farfalla / Ciao te ne vai / 1969 45 rpm RiFi - RFN-NP 16378
Lato B - Neil Diamond - Sweet Caroline (Good times never seemed so good) (Neil Diamond) 1969 45 rpm UNI Records - 55136, proveniente da LP “Brother Loves Traveling Salvation Show” UNI Records-73047

Note:
1) Una curiosità: riguardo al brano “Sweet Carolina” col titolo esteso in (Good Times Never Seemed So Good), nel 2007 lo stesso cantautore americano dichiarò che si era ispirato all’allora undicenne Caroline Kennedy, figlia dell’ex presidente degli Stati Uniti e in occasione del festeggiamento del cinquantesimo compleanno della figlia del presidente, cantò la canzone davanti alla festeggiata e con grande sorpresa per tutti, per la prima volta Diamond svelò questo segreto.
2) Il brano era pubblicato sul suo quarto LP 33 giri omonimo, UNI Records- 73047 del 1969.
3) Sweet Caroline è stata una hit da #4 della hot 100 e #3 della Adult Contemporary della classifica Billboard USA in giugno del 1969.

 
 

Dina Cubinelli

 

Dina Cubinelli - Quando tu vorrai (Catra, alias Giuseppe Cassia) / Non conti più niente (Vedi Note)                                        
Lato A – Jackie DeShannon - What The World Needs Now (Hal David – Burt Bacharach)                                                 
Lato B – (Interprete non noto) - I’m over you (Autori non noti)
Cover: 1965 45 rpm La Voce Del Padrone-7MQ 1999
Originale Lato A: 1965 45 rpm Imperial – 66110

 

Note
Della canzone “Non conti più niente” non si conoscono né l’autore italiano né gli autori dell’eventuale originale “I’m Over You”.
Qui sopra, l’unica foto di Dina Cubinelli pubblicata nel Web
Qui sopra, Il singolo 45 rpm  originale di Jackie De Shannon, registrato alla Imperial col numero di catalogo 66110, pubblicato il 15 aprile del 1965, così come riferito nel sito ufficiale di Burt Bacharach
 

Dino Cabano

 

Dino Cabano - Jail House Rock (???) / Cento giorni, cento notti (Alberto Testa, Giorgio Guglieri) 1967 45 rpm Hockey - HK 4003
Lato A - Elvis Presley - Jailhouse Rock (Jerom “Jerry” Leiber, Michael ”Mike” Stoller) 1957 45 EP rpm RCA Victor - EPA-4114

Note:
1) Dino Cabano è lo stesso cantante e bassista genovese che usò anche lo pseudonimo Eddy Cabano.
2) Il disco di Dino Cabano non si trova da poterlo consultare, ma esiste solo la copertina, quindi di “Jail house rock” non si conosce l’autore italiano e non è presente ne’ in SIAE, ne’ in ISWC Net. Anche questo adattamento farebbe pensare ad una cover non dichiarata. Purtroppo non se ne ha la certezza, perché non si trova una immagine dove si possa leggere l’etichetta, oltre all’assenza della canzone in SIAE.

 

Ediva

 

Ediva (Bartoli) – Il mio cantante preferito (Daiano alias Claudio Fontana) / Ti scriverò una canzone (Daiano) - 45 rpm Atlantic - T 10735 (1976)
Lato A – Neil Sedaka - Your Favourite Entertainer (Phil Cody – Neil Sedaka) 45 rpm Polydor - 2058 583 (1975)
Lato B – Barry Manilow - I Write the Songs (Bruce Johnston) 45 rpm Arista - AS 0157 (1975)

 
 

Note:
1) “Il mio cantante preferito” non è ascoltabile al momento in YouTube. L’unico riferimento alla canzone originale è presente in questo sito (vedi ultima canzone della lista delle cover di Neil Sedaka).
2) Anche del lato B “Ti scriverò una canzone” non si trovano tracce in YouTube né riferimenti con la canzone straniera originale. Mentre per quest’ultima mi sono basato, principalmente alle canzoni di successo scritte da Bruce Johnston tra il 75 e il 76 che guarda caso, una di queste ha titolo analoga quella italiana ma in inglese, sarà questa l’originale?
3) La canzone I Write The songs, è stata un grande successo da # 1 in USA e anche in UK nel 1975, inoltre vinse un Grammy Award e venne composta e scritta da Bruce Johnston ex componente dei Beach Boys. La prima versione venne registrata da Barry Manilow, poi ripresa da tanti altri interpreti, persino da Frank Sinatra.

El Supremo Brass Band

 

El Supremo Brass Band (alias Guido Pistocchi) – Isadora (Maurice Jarre) / Canzone d’amore (Nino Rota) - 45 rpm Philips - 360 284 PF - 1969
Lato A – Main Title,Isadora, instrumental – (Maurice Jarre) 1968 LP 33 rpm Barclay - 920 098
Lato B - Glen Weston - What Is a Youth (Eugene Walter - Nino Rota) 1968 LP 33 rpm Capitol – ST 29-93

 
 

Note:
1) El Supremo Brass Band è stato un gruppo di otto musicisti, fondato dal trombettista e compositore cesenate Guido Pistocchi,famoso per aver fatto parte insieme ad altri musicisti della trasmissione TV del 1987/88 “Indietro tutta” di Renzo Arbore e Ugo Porcelli (era quello che imitava Louis Armstrong anche cantando) Vedi Wikipedia.
2) Il brano “Isadora” è strumentale, e non si trova in YouTube. È la ripresa di un brano tratto dal tema principale della colonna sonora del film omonimo anglo-francese del 1968, conosciuto anche come “The Loves of Isadora”. La colonna sonora venne composta in parte da Maurice Jarre e da diverse composizioni classiche di Beethoven, Bach, Bizet e Tchaikovsky.
3) Il brano “Canzone D’amore” è strumentale e anche questo al momento non si trova in YouTube. Riprende il motivo principale di un’altra colonna sonora, quella del film “Giulietta e Romeo” di Franco Zeffirelli del 1968, che venne girato in lingua inglese, sia i dialoghi che le canzoni, ma naturalmente doppiato in italiano per il nostro cinema. Nel contesto si tratta della canzone “What is a Youth”, il cui testo inglese è di Eugene Walter e che venne eseguita nel film da Glen Weston. Mentre nella versione italiana era eseguita da Bruno Filippini, che era parte del cast nella parte del menestrello. Il titolo italiano era proprio ”Canzone d’amore” con testo di Giancarlo Guardabassi (dati SIAE), mentre nel disco di Filippini compare con lo pseudonimo “Caruso. Ascotabili su YouTube: canzone di Glen Weston, canzone di Bruno Filippini.

 

El Supremo Brass Band - La mosca ubriaca

 

El Supremo Brass Band – La mosca ubriaca (testo: Paola Orlandi) / Un bacio alla volta (musica: Nora Orlandi - testo:Paola Orlandi) - 45 rpm Ricordi - SRL 10.488 (1967)
Lato A – Tijuana Brass Band - The Wall Street Rag (Ervan”Bud”Coleman)(dati BMI) 1966 LP 33 rpm-5/A- A&M Records – LP-119

 
 

Note:  
La Mosca Ubriaca è ascoltabile su YouTube
The Wall Street Rag è ascoltabile su YouTube. Non è da confondere con “Wall Street Rag” di Scott Joplin, del 1909.

 

Elsa Quarta

 

Elsa QuartaA braccia aperte (Bruno Pallesi )  / Se ti parlo di lui (Franco Franchi - Piero Carlo Rolla)  1963  45 rpm Philips - 363658 PF

Lato A Orlando – Quand je viendrai de l’horizon (Colorado)  (André Pascal - Paul Mauriat – Raymond Lefevre) 1963  45 EP rpm Bel Air – 211.098

Lato B - Cover non individuata

   

NOTE

1)  Elsa Quarta (Lecce 1938) vedi la voce in wikipedia

2)  La canzone “A braccia aperte” riprende il brano musicale “Colorado”, composto dal compositore e conduttore d’orchesta francese Raymond Lefevre e  dal famoso arrangiatore e direttore d’orchestra francese Paul Mauriat. Lefevre per primo, la registrò su 45rpm EP in forma strumentale, pubblicato agli inizi del 1963 e in febbraio dello stesso anno accompagnò con la sua orchestra la prima versione cantata dal cantante francese di adozione Orlando, pseudonimo di Bruno Gigliotti Fratello di Jolanda più nota come Dalida e con il testo francese scritto da André Pascal. La versione italiana di Elsa Quarta al momento non è disponibile all’ascolto, ma c’è la versione di Bob Azzam sempre del 1963.

3)  La canzone “Se ti parlo di lui” è in YouTube e visto il genere musicale, sembrerebbe che abbia ripreso una delle canzoni di Edith Piaf, suggerito anche dall’autore Charles Dumont, che è stato un amico e collaboratore della Piaf. Ciononostante gli ascolti di canzoni prodotte dalla Piaf tra il 1960 e il 1963 non si è potuto individuare la canzone di riferimento della canzone italiana suddetta. Quest’ultima è stata registrata come Lato B sia su questo 45 rpm Philips-363658 PF del 1963, che su singolo “Prego…non piangere/Se ti parlo di lui”, 45 rpm Philips-363685 PF del 1964, i cui ultimi due numeri di catalogo rispetto al primo disco risultano casualmente invertiti.

 

Emilio Campassi e i Canaris*

 

Emilio Campassi e I Canaris - Non posso più amare nessuno (Federico Monti Arduini, Emilio Campassi, Antonio Iglio) dati SIAE e ISWC Net / Vai pure via (???) 1965 45 rpm Bluebell - BB 03147
Lato A - Nina Simone - Don't Let Me Be Misunderstood (Bennie Benjamin, Gloria Caldwell, Sol Marcus) 1964 LP 33 rpm “Broadway-Blues-Ballads” Philips - PHS 600-148

Note:
1) Emilio Campassi stranamente in rete non ha lasciato molte tracce del suo trascorso artistico, si sa solamente che Campassi è molto noto a Napoli e dintorni, soprattutto per aver composto la musica della ballata dedicata al nuovo acquisto (Diego Armando Maradona) da parte della Società Sportiva Calcio Napoli nel 1984. La canzone era “Maradona è megl’e Pelè”, eseguita dallo stesso Campassi e il testo era del noto autore napoletano Bruno Lanza.
2) “Vai pure via” è un raro adattamento in italiano, così come è raro il 45 giri che la contiene, di cui non è noto l’autore anche perché inesistente nei database SIAE e ISWC Net della famosissima “Don't Let Me Be Misunderstood” registrata per la prima volta da Nina Simone nel 1964 e ripresa nel corso degli anni fino ad oggi da un corposo gruppo di esecutori, di cui si contano oltre ottanta versioni accertate, ma le versioni più note restano quella del gruppo britannico The Animals (1965), Joe Cocker (1969) e dal gruppo Santa Esmeralda di Leroy Gomez (1977).

 

Emilio Pericoli

 

Emilio Pericoli - Ti prego amore (Calibi, alias Mariano Rapetti) / Vedo te … sogno te... (Calibi) - 1959 45 rpm Ricordi - SRL 10.028                                 
Lato A - It's Only Make Believe - Conway Twitty (Conway Twitty alias Harold Lloyd Jenkins – Richard Jackson Nance) - 1958 45 rpm MGM Records - K12677  
Lato B – Interprete e titolo non noti (Garson)

 
 
ì
 

Note:
Emilio Pericoli era un cantante di musica leggera abbastanza noto nei primi anni '60, che ha ha avuto l'opportunità di partecipare al Festival di Sanremo nel 1962 e nel 1963. Nel 1963 in coppia con Tony Renis è risultato anche vincitore.
“Vedo te, sogno te..”  non si trova né in SIAE, né in ISWC Net e non si trova in You Tube. Inoltre con il solo cognome dell’autore straniero “Garson” non è possibile scoprire quale sia la canzone originale e chi l’abbia eseguita.
Ti prego amore! è presente in YouTube
It’s only make believe è presente in YouTube

 

Emilio Pericoli -Tornerò al Cairo

 

Emilio Pericoli – Tornerò al Cairo (Pinchi, alias Giuseppe Perotti) / Maryrose (Bruno Pallesi - Calibi alias Mariano Rapetti) 
Lato A - Karim Shukry - Take Me Back To Cairo (Karim Shukry - Andre Ryder)
Lato B - Nat King Cole - Ramblin' Rose (Noel Sherman, Joe Sherman)
Cover: 1961 45 rpm Ricordi – SRL 10.301
Originale Lato A: 1962 45 rpm Mirtouche - MIRTE 1
Originale Lato B: 1962 45 rpm Capitol Records - 4804

 
 
 

Ennio Sangiusto (e I Kent)

Ennio Sangiusto (al secolo Ennio Reggente), ha iniziato la sua carriera a Trieste come ballerino, per poi passare a una carriere di cantante con numerose dischi all'attivo dal 1957 al 1967 (42 singoli in maggioranza per la Meazzi e la Belter spagnola, quindi case discografiche non minori).  Molta della sua produzione era rivolta alla lingua spagnola sia per i brani scelti per farne cover in italiano sia per la produzione di singoli diretti al mercato spagnolo e sudamericano.

Titolo  OriginaleInterprete Note
Speedy Gonzales (1962) Speedy Gonzales (1961) David Dante Singolo 45 giri, Meazzi - M 01153, pubblicato a nome Ennio Sangiusto con i Kent, testo italiano di Alberico Gentile, come per la versione più nota di Peppino Di Capri dello stesso anno 1962. Gli autori dell'originale erano Ethel Lee, David Hill e Buddy Kaye. La prima registrazione e pubblicazione di questo notissimo rock, che in Italia passò come twist, è accreditata al cantante statunitense David Alexander Hess, meglio noto come David Dante. Disco originale: retro del singolo 45 giri "K-K-K Katy", RCA Victor - 47-7860, pubblicato nel 1961. In Italia la canzone era probabilmente più nota per l'interpretazione del 1962 del cantante confidenziale statunitense Pat Boone (singolo UK Dot Records – 45-16368).
Ay que calor (1962) Ay que calor (1962) Luis Mariano Singolo 45 giri, Meazzi - M 01172, testo italiano di Giacomo Mario Gili, che firmò col suo pseudonimo Larici. Gli autori originali di questo cha cha cha, secondo la SACEM, erano i francesi Federico Lecoultre, compositore noto col nome d'arte Frederic Dial e i parolieri André Salvet e Lucien Morisse. Il primo interprete a lanciare questo notissimo motivo è stato il cantante tenore basco-spagnolo ma naturalizzato francese Luis Mariano.
El Porompompero (1965) El Porompompero (1960) Manolo Escobar Singolo 45 giri, Meazzi - M 01279, testo italiano di Larici (Giacomo Mario Gili). La notissima canzone originale, secondo i dati dell'associazione spagnola degli autori ed editori SGAE, era stata coscritta dagli spagnoli Juan Solano Pedrero, Alejandro Rodriguez Gomez (Xandro Valerio), José Antonio Ochaita Garcia e Augusto Alguero. Il primo interprete di questa nota rumba è stato il cantante spagnolo Manuel "Manolo" Garcia Escobar, accompagnato con le chitarre da tre dei suoi nove fratelli. Disco originale: 45 giri EP "El Primer Bautizo", etichetta Saef - SF 2.029.
Sei tornata (1965) Clavelitos (1909) La Fornarina Retro del singolo "El Porompompero", testo italiano di Franco Talò. L'originale "Clavelitos" ossia garofani, era del compositore di zarzuelas, lo spagnolo Joaquín Valverde Sanjuán, noto come Quinto Valverde e scritta dal paroliere e librettista per zarzuelas suo conterraneo, José Juan Cadenas. La prima interprete di questa cupla spagnola è stata la sfortunata cantante Consuelo Vello Cano, nota col sopranome La Fornarina, deceduta a soli 31 anni d'età. Disco originale: 78 giri Gramophone, presumibilmente del 1909.
Bang bang (1967) Bang Bang (My Baby Shot Me Down) (1966) Cher Singolo 45 giri, RCA Victor - 95-2383, pubblicato in Cile nel 1967, testo italiano di Mario Coppola come per le precedenti più note dei Corvi, della Equipe 84 e di Dalidà tutte del 1966. Testo e musica originale di Salvatore "Sonny" Bono e la prima interprete è stata l'allora moglie Cherilyn Sarkisian La Pierre, in arte Cher. Disco originale: singolo 45 giri, Imperial - 66160,
 

Ettore Cenci Guitar Trio*

 

Ettore Cenci Guitar Trio - Vento Caldissimo (Ettore Cenci) / Que no que no (Tullio Romano – Pietro ”Pierino” Codevilla) - 45 rpm Durium – Ld M 7293 (1963)
Lato A – Hubert Wolf Sextett - Heisser Wind (Hubert Wolf) 1962 45 rpm Funckler – BM 45.050
 

 

Note:
1) Vento Caldissimo è strumentale e al momento non è pubblicata in YouTube. Digitando il titolo in italiano in ISWC Net, compare invece la versione originale “Heisser Wind” e l’unico autore avente diritto è Hubert Wolf. Si desume quindi che Ettore Cenci, che appare nei crediti sul disco e non in SIAE, ma neanche in ISWC Net , sia stato solo l’arrangiatore. Heisser Wind è in YouTube
2) Que no que no è di autori italiani: Tullio Romano dei famosi Marcellos Ferial che curò il testo in lingua spagnola (sentire la versione di Mina sempre del 1963) e Pierino Codevilla (vedi vecchio spartito sopra) che pare abbia scritto 600 composizioni ma, in SIAE come Pierino Codevilla ve ne sono depositate 152 e altre 43 come Codevilla ED. M./Codevill. Questo maestro è stato un compositore per la maggior parte di tanghi, molto in voga in Italia negli anni 40/50 e risulta che molte sue composizioni vennero esportate in Argentina, considerata patria del tango, dove trovarono campo favorevole in orchestre famose. Pierino Codevilla, sopranominato “il re del tango”, era nativo di Voghera (PV). Si può leggere una interessante testimonianza in YouTube.

 

Fabrizio Capucci*

 

Fabrizio Capucci - Ti credevo felice (Mogol, Capucci, Sergio Bardotti) / Si questo lo so (Clelia Petracchi, Gian Luigi Guarnieri) 1964 45 rpm ARC - AN 4030
Lato A - Rachel - Le chant de Mallory (Pierre Cour, André Pop) 1964 45 EP rpm (Le chant de Mallory” Barclay - 70 628

Note:
1) Fabrizio Capucci è il noto attore e produttore cinematografico romano, primo marito di Catherine Spaak, che nel corso della sua carriera ha avuto modo di registrare anche quest’ unico 45 giri per l’etichetta ARC della più famosa RCA Italiana.
2) La canzone originale “Le chant de Mallory” era stata presentata dalla cantante francese Rachel Ros a Copenhagen in occasione dell’Eurovision Song Contest del 1964 e si era posizionata al settimo posto della competizione canora.

 

Fausto Mola

Fausto Mola, artista romano, è stato un musicista e cantante jazz, alla pari di Bruno Martino e di Fred Bongusto, che del primo ne ricorda lo stile e la voce, tutti soliti nell’intrattenimento in night club come cantanti confidenziali. Di lui si sa veramente poco: lasciò l’Italia preferendo una nazione più attenta musicalmente come l’Austria, che a quanto si sa lo accolse come se fosse uno di loro.

Titolo Originale Interprete Note
Lo sai pure tu (1962) Walking The Floor Over You (1941) Ernest Tubb Singolo 45 giri, Fox Record - F 15030, pubblicato nel 1960, testo italiano di Gaspare Gabriele Abbate. L'originale era stata composta e scritta dal cantautore texano Ernest Dale Tubb, un pioniere della country music, sopranominato Texas Troubadour, proprio come il suo gruppo d'accompagnamento, che qui si cimentò con uno dei tanti suoi successi (#23 US Country del 1941). La sua canzone è stata definita dal critico musicale statunitense David Vinopal, la prima canzone honky tonk in assoluto, che lanciò il genere musicale stesso. Originale singolo a 78 giri, Decca - 5958.
C'è un sospetto in me (1962) Unsuspecting Heart (1954) Terri Stevens Retro del precedente singolo "Lo sai pure tu", testo italiano di Gaspare Gabriele Abbate. L'originale era stata coscritta dagli statunitensi Teddy Pawell, Robert "Bob" Morris Singer, Carleton Joseph Beal e Francis Joseph "Joe" Shank (dati ISWC). L'originale era stata pubblicata per la prima volta dalla cantante statunitense Terri Stevens, accompagnata dall'orchestra di Joe Leahy. Disco originale: singolo a 78 giri, Double AA Records - AA-101, anche a 45 giri AA 101-X45, entrambi pubblicati nel 1954.
Non è più lei (1964) Walking Proud (1963) Steve Lawrence Cover 45 giri Jolly - J 20233, testo italiano di Maria Gioconda Gaspari. Originale 45 rpm Columbia - 4-42865 autori Gerry Goffin e Carole King.
Quando passi per la strada (1965) Put Away Your Teardrops (1964) The Lettermen Retro del singolo 45 giri "Vorrei il tuo amore", Jolly - J 20286, testo italiano di Vito Pallavicini. L'originale era stata scritta da Howard Greenfield, William "Bill" Buchanan e Helen Miller (dati BMI) e registrata dal trio vocale maschile statunitense The Lettermen. Il gruppo si formò nel 1959 ed è tuttora in attività, nonostante abbia subito diversi cambi nell'organico. Non è da confondere con altri due gruppi contemporanei omonimi, sempre statunitensi. I membri fondanti erano: Bob Engemann, Tony Butala e Jim Pike. Curiosità: ai The Lettermen, essendo un gruppo di successo fu riconosciuto in esclusiva a norma di legge il nome, a scapito degli altri due gruppi omonimi, che passarono quasi inosservati. Disco originale: LP 33 giri "She Cried", Capitol Records - ST 2142.
 

Franca Alinti

 

Franca Alinti – Tutti i ragazzi (Daniele Pace) / Quando avevi gli slip (Mogol – Piero Soffici) 1963 45 rpm Acquario – AN 323
Lato A – Sylvie Vartan - Tous mes copains (Jean Jaques Debout)
1962 45 EP rpm RCA Victor - 76.602 S

 

Note:
La canzone “Tutti I ragazzi” non è presente in YouTube, mentre c’è l’originale “Tous mes copains"

 

Franca Gallicani**

Una cantante della quale non si sa molto. Ebbe l’opportunità di incidere un solo 45 giri, contenente la cover di una vecchia fox trot americano, “Deep Purple”. Qualche nota biografica si può ricavare dalla retrocopertina (in basso), dove si dice che è nativa di Piacenza e che si affermò alle finali di Castrocaro del 1966.

Titolo OriginaleInterprete Note
Illusione (1966) Deep Purple (1939) Larry Clinton And His Orchestra Unico singolo 45 giri registrato dalla cantante piacentina per l’etichetta Le Rotonde Garlasco, col numero di catalogo Rot.1037, pubblicato probabilmente nel 1966, testo italiano di Alfredo Bracchi. Disco originale di Bea Wain: singolo a 78 giri, registrato a nome Larry Clinton And His Orchestra, Vocal Refrain by Bea Wain.

Note: La stessa versione italiana era stata incisa tardivamente da I Ribelli nel 1977, dopo una loro brevissima rimpatriata, incidendo un solo 45 giri contenete questa cover. Gli autori di questo fox trot erano Mitchell Parish (testo) e Peter De Rose (musica) e la prima interprete è stata la cantante newyorkese Bea Wain (Beatrice Weinsier), accompagnata dall’orchestra diretta da Larry Clinton. Già dalla prima uscita, questo bel brano raggiunse il vertice della classifica hot 100 Billboard in gennaio del 1939. Da quanto risulta, il brano nacque in forma strumentale per pianoforte ed era stato pubblicato dal compositore e pianista Peter De Rose nel 1934 su spartito (Deep Purple, by Peter De Rose, A Modern Composition For The Piano (Robbin Music Corporation, New York).

 

Le Gemelle

 

Le Gemelle - Mi troverai (Nisa, alias Nicola Salerno)  / Quando sei con me (Pontiack alias Mansueto De Ponti)
Lato A – Marianne Faithfull - Summer Nights – (Brian ”Thomas” Henderson – Liza Strike, alias Liza Struce)
Cover: 1965 45rpm Columbia - SCMQ 1890
Originale Lato A: 1965 45 rpm Decca – F. 12193

 

Nelle immagini copertine ed etichette della cover e dell'originale nelle edizioni per l'Olanda (sx) e per la Germania.

Gianna Forretti

 

Gianna Forretti – Twist sotto l’albero (Gian Carlo Testoni) / Non sparlare di me (Alberico Gentile-Giuseppe Torrebruno - Luigi Bettoni) - 1963 45 rpm Pathé - 45AQ 1257
Lato A – Brenda Lee – Rockin’ around the Christmas tree (Johnny Marks) - 1958 45 rpm Decca - 30776

 
 

Note:
“Twist sotto l’albero” è su YouTube
“Rockin’ around the Christmas Tree” è su YouTube

Gianni Duca

 

Gianni Duca - Quello che sai (Giorgio Calabrese) / Un giorno come un altro (Giorgio Calabrese)
Lato A – Joe Hinton - Don’t Tell Her The Truth (Dee Marak: alias Pau Anka)
Lato B – Paul Anka - Every Day A Heart Is Broken (Paul Anka)
Cover: 1965? - 45 rpm Carosello - CI. 20 163
Originale Lato A: 1965 45 rpm RCA Victor – 47-8662

 
 
Note:
Joe Hinton “Don’t tell her the truth” è su YouTube
Paul Anka “Every Day A Heart Is Broken” è su YouTube
Il disco di Gianni Duca non si trova sul web, ma questo spartito a lato è altrettanto valido per avere delle conferme.
“Quello che sai” è in YouTube
“Un giorno come un altro” non si trova in You Tube
 

Gianni Legler e i Brothers

 

Gianni Legler e i Brothers - Io ti dico vai (Gino Paoli)  / Non è per te (Danpa : alias Dante Panzuti - Mac Gillar: alias Virgilio Panziti)    1967  45 rpm  Play – PLS 012

Lato ABee GeesI Can’t See Nobody (Barry & Robin Gibb)  1967  45 rpm Polydor – 59 073
Lo stesso disco è stato anche pubblicato come Modulo Uno - Non è per te / Io ti dico vai sempre dalla etichetta Play, Modulo Uno è un altro nome dei Brothers. Sono presenti negli elenchi 3 complessi con questo nome a Novara, Ancona e Bergamo, non è al momento possibile individuare nè lo località dell'etichetta né quella del gruppo.

     
 

NOTE

1)      Gianni Legler è un altro artista attualmente ancora sconosciuto. La sua canzone “Io ti dico vai” del 1967 non è presente in YouTube , ma c’è quella di un altro gruppo, anche questo purtroppo sconosciuto che è (Modulo Uno) e anche l’originale dei Bee GeesI can’t see nobody”.

2)      La canzone del Lato B “Non è per te “ è originale italiana, i suoi autori sono i fratelli Dante e Virgilio Panzuti, entrambi compositori e Dante è stato anche autore di testi come ad esempio in questo caso.

 
 

Gianni Mascolo*

 

Gianni Mascolo - Da quando sei andata via (Vito Pallavicini) / Ci penserei (Fausto Rinaldi, Leo Chiosso) 1964 45 rpm Ariston - AR/025
Lato A - Duffy Power - Where Am I (Peter Lee Stirling) 1964 45 rpm promo Veep - V 1204

Note:
1) Gianni Mascolo (MI-1940), cantante, diplomato in pianoforte che esordì a dieci anni come componente del coro al Teatro Alla Scala, nel quale rimase un totale di cinque anni, senza poter proseguire perché nel frattempo l’adolescenza gli modificò la voce, non più adatta al suo ruolo. Nella sua carriera registrò otto 45 giri di cui un EP ed ebbe occasione di cantare alla XV edizione di Sanremo del 1965 la canzone “Di fronte all’amore" in coppia con Dusty Springfield, ma non entrano in finale.

Gianni Mascolo - Sono io che ti amo (Alberto Testa, Elio Isola) / Non pensare a me (Sylvana Simoni) 1965 45 rpm Ariston Records - AR 078/085
Lato B - Bobby Jameson - I’m So Lonely (Bobby Jameson: alias Robert Parker Jemeson) 1964 45 rpm Talamo - 1934

Note:
1) Il 45 giri (Sono io che ti amo / Non Pensare A Me) non è reperibile ma lo spartito riprodotto ne conferma la cover del lato B, che non è da confondere con la canzone vincitrice a Sanremo del 1967, cantata dalla coppia (Zanicchi-Villa) ma è la cover di “I’m So Lonely” di Bobby Jameson (Vedi spartito), anche se il titolo della canzone originale manca della parola (So).
2) La canzone del lato A era stata presentata al Eurovision Song Contest del 1968 tenutosi in Svizzera dove si piazzò al 13° posto.

Gianni Mascolo - Guardando il sole / Fai un po’ quello che vuoi 1968 45 rpm Ariston Records - AR 0245
Lato B - Bee Gees - Words (Barry, Robin, Maurice Gibb) 1968 45 rpm Polydor - NH 59169

Note:
1) La canzone “Fai Un po’ quello che vuoi” era stata presentata lo stesso anno 1968 al Cantagiro dal gruppo beat femminile italiano Honey Beats.
2) La versione di Gianni Mascolo di “Fai un po’ quello che vuoi” non è presente in You Tube, ma c’è la versione delle Honey Beats.

Gianni Mascolo - Ritorno (Primo Delcomune, Valle) / Coraggio vecchio mio (Marrapodi, Primo Delcomune, Franco Zauli) 1969 45 rpm Saint Martin Record - 1047
Lato A - Hans Richter filarmonica e Adol’f Brodskyij violino solista - Concerto Per Violino e Orchestra In Re Maggiore, Opera 35, Primo movimento Allegro Moderato (Pëtr Ilyich Thcaikovskij) 1881

Note:
1) La canzone sul lato A è basata sul tema musicale del primo movimento del celebre concerto per violino e orchestra op. 35, a cui è stato aggiunto un testo sul solito tema dell'uomo innamorato tradito e abbandonato (il preferito dei parolieri italiani degli anni '60, il che fa ritenere che fossero particolarmente sfigati in amore), secondo la discutibile ma per fortuna rapida a tramontare moda del tempo.
2) Il concerto Per Violino e Orchestra, Op.35 è una composizione di Pëtr Ilyich Thcaikovskij sviluppata in tre movimenti:- 1° Allegro moderato in re maggiore, 2° Canzonetta andante in sol minore e 3° Finale,
allegro vivacissimo in re maggiore. La composizione è iniziata nel 1878, il lavoro si protrasse per tre anni fino al momento della prima esecuzione in assoluto in pubblico, che avvenne nella sala da
concerto Großer Musikvereinsaal di Vienna il 4 dicembre del 1881. L’orchestra era diretta dal viennese Hans Richter e il violino solista venne affidato al russo Adol’f Davidovič Brodskyij.
3) Si può verificare su YouTube l'esito della malinconica operazione coronata da totale insuccesso: Gianni Mascolo - Ritorno You Tube, Concerto Per Violino e Orchestra In Re Maggiore, Opera 35, Primo movimento Allegro Moderato You Tube

 

Gianni Sanjust

 

Gianni SanjustDardanella (Felix Bernard – Fred Fisher – Johnny S. Black) / Lucienne (Gianni Marchetti – Gianni Sanjust) - 1964  45 rpm CBS – 1315

Lato ASelvin's Novelty OrchestraDardanella (Felix Bernard – Fred Fisher – Johnny S. Black) 1920  78 rpm Victor 18633

       
 

NOTE

Dardanella” del clarinettista Gianni Sanjust  (YouTube) è solo strumentale, così come l’originale di Ben Selvin

 

Giorgio Bertolani

 

Giorgio Bertolani – Non è più vivere (Giorgio Calabrese) / Solamente lei (Paolo Dossena) - 1968 45 rpm RCA Talent - TL 13
Lato A – Frank Sinatra - My Way of Life (Herbert Rehbein – Bert Kaempfert – Carl Sigman) - 1968 45 rpm Reprise Records - R 02.110
Lato B - The Temptations - My Girl (William”Smokey” Robinson – Ronald White) - 1964 45 rpm Gordy – G 7038

 

Note:
(1) La canzone “ Non è più vivere” di Giorgio Bertolani non si trova, ma c’è la versione più nota di Johnny Dorelli e l’originale di Frank Sinatra
(2) La canzone “Solamente lei” di Giorgio Bertolani è in YouTube, ma c’è anche la versione italiana dei “Temptations” , oltre alla loro originale

Giosy Capuano*

 

Giosy Capuano - Amami (Mike Shepstone, Rubirosa: alias Giovanni Battista Sposato) / Un giorno inutile (Alberico Gentile, Antonietta De Simone) 1975 45 rpm Catoca - CTN 7012
Lato B - Neil Sedaka - I must Be Dreaming (Howard Greenfield, Neil Sedaka) 1961 45 rpm RCA Victor - 47-7874

Note:
1) Giosy Capuano, prima di diventare un noto compositore e paroliere insieme al fratello Mario incise una manciata di 45 giri tra il 1968 e il 1974.
2) La canzone “Un giorno inutile” era già stata registrata da Neil Sedaka sempre nel 1961 nel suo primo disco italiano, ma non è presente nel database della SIAE e non appare neanche in ISWC Net. Gli autori italiani, visto l’irreperibilità del disco di Giosy Capuano, si sono potuti rilevare dal disco italiano di Neil Sedaka (vedi immagine). Inoltre, la versione di Giosy Capuano non è disponibile per l’ascolto.
3) Gli unici riferimenti alla cover sono documentati, sia nel sito delle covers di Neil Sedaka, che dal disco stesso del cantante americano, il quale esordì cantando nella nostra lingua proprio con questo disco (vedi note nel retrocopertina).

 

Giuliano Palagi

 

Giuliano Palagi – In cerca di te (Gian Carlo Testoni - Eros Sciorilli) / Prima alba (Vito Pallavicini) . 1968  45 rpm Pathé – AQ 1367

Lato B - Barclay James Harvest - Early Morning (Harvest) - 1968  45 rpm Parlophone – R 5693

     
 

NOTE

1)      Di Giuliano Palagi si sa solamente che è stato un cantante attivo negli anni ‘60 e ‘70 e che era nativo di Massa Carrara, (vedi qui). La sua canzone “Prima alba” al momento non è disponibile per l’ascolto. Visto che nel suo disco si citano gli autori e il titolo originali, non c’è stata nessuna difficoltà ad individuare la canzone originale ripresa dal cantante massese. 

2)      Barclay James Harvest è il nome della band Uk, formatasi nel 1966 ad Oldham, contea di Greater Manchester che al momento risulta ancora attiva, vedi sito ufficiale. La loro canzone porta la firma collettiva del gruppo solamente come “Harvest”, confermata anche da  ISWC Net, dove vengono riportati tutti i nomi dei membri della band, composta da:John Less, Les Holroyd,Stuart Wolstenholme e da Mel Protchard. L’origine del nome della band non è noto.     Early Morning” è in YouTube  

 

I Guerrieri

 

I Guerrieri - Il principe guerriero / L’ultima volta (Manory, alis Marino Marini )
Lato A – Joseph Gershenson (direttore orchestra) – Main title by The War Lord, Original Soundtrack (musiche di Jerome Moross) oppure The Shadows - The War Lord instrumental (Jerome Moross)
Cover: 1965 45 rpm Carosello - CI 20156
Originale Lato A: 1965 33 rpm Decca – DL 9149 (Original Soundtrack)
Originale Lato A: 1965 45 rpm Columbia - DB 7769 (The Shadows)

 
 

Nota
“Il principe guerriero” è una canzone ripresa per la parte musicale dal tema principale della colonna sonora del film originale USA “The War Lord”con Charlton Heston, il cui titolo in italiano è “Il principe guerriero”, uscito nelle sale nel 1965. Si trattava, come nel caso del singolo di Anna Marchetti, di un 45 giri dedicato a chi voleva riascoltare la colonna sonora di un film, altrimenti reperibile solo in originale e, solo se pubblicato in Italia, su un costoso LP. Dal nome del gruppo si capisce che si tratta di session men riuniti solo alla bisogna.

Jennifer

 

Jennifer – Se mi aiuterai (La mélodie de la radio - Luciano Beretta)

     
     

NOTE

Auto cover in italiano della cantante francese Jennifer, vero nome Anny Meyre.
Il disco italiano è stato pubblicato dalla Columbia nel 1966, come testimonia lo spartito individuato e pubblicato nella immagine, ma non si trova nessuna documentazione sul numero di catalogo e sulla copertina della versione italiana. Non si conosce quindi neanche il lato B, probabilmente un'altra auto-cover.

 

Jonica

 

Jonica – Stupido stupido (Giuseppe Cassia) / Una ragazza parlata (Giuseppe Cassia) 1965 45 rpm CBS – 1319

Lato A – Dusty SpringfieldWishin’ and Hopin’ (Hal David – Burt Bacharach) 1964 45 rpm Philips - 40207

Lato B – Johnny Cymbal - There Goes a Bad Girl (Arthur Resnick – Bobby Darin) 1964 45 rpm Kap – K-576

 
       
       

NOTE:

1)      “Stupido stupido” YouTube. C’è anche una versione italiana della stessa Dusty Springfield

2)      “Una ragazza parlata” YouTube

3)      “Wishin’ and hopin’” YouTube

4)      “There goes a bad girl” YouTube

 

Jonica - Sei di cera (paroliere italiano non noto) / Ti vedrò ogni Domenica (idem)     
Lato A – The Goodnight Kisses - If He Kissed Me (Arthur Resnick – Kenny Young)
Lato B - Katty Line - Si je sors avec toi le samedi soir (Jean Claude Berthon- Mort Shuman)
Cover: 1966 45 rpm  Ariel - NF 565
Originale Lato A: 1965 45 rpm Atco Records - 45-6335
Originale Lato B: 1965 45 rpm Barclay - 60.632

 

 

Note:
Nel web non esistono né una biografia di questa cantante dal nome d’arte Jonica, inoltre non si trova il disco con gli autori italiani e non esiste nessun riferimento a delle canzoni originali. Indagando nel database della SIAE, con i soli autori stranieri “Resnick e Young” citati in copertina e cercando le sole canzoni firmate da questi, ascoltandole ad una ad una in YouTube, si scopre che la canzone di Jonica, riprendeva musica e arrangiamento da “If He Kissed Me” dello sconosciuto gruppo vocale femminile statunitense “The Goodnight Kisses”. Mentre per la canzone “Ti vedrò ogni domenica”, che non è presente in YouTube; gli autori stranieri dovrebbero essere “Berthon e Shuman”, cercando in SIAE c’è solo un autore-compositore Berthon con una sola canzone e senza l’autore Shuman. Altra ricerca, ma questa volta in ISWC Net, anche qui ho trovato una sola canzone, ma con i due autori citati. I due autori risultano Jean Claude Berthon e Mort Shuman, confermati anche nel sito SACEM, la pari francese della SIAE e la canzone è “Si je sors avec le samedi soir”, cantata da Katty Line. Quindi: la canzone di Jonica non c’è la possibilità di ascoltarla, ma in base agli autori originali dichiarati nei due dischi, che hanno collaborato in una sola canzone, oltre alle date del disco italiano e quello francese che combaciano e il titolo in francese che tutto sommato è una trasposizione del titolo italiano si può concludere che la canzone italiana “Ti vedrò ogni domenica” è l’adattamento italiano della canzone francese Si je sors avec le samedi soir.”
“Sei Di Cera” è in YouTube
“If He Kissed Me” é in YouTube
“Si Je Sors Avec Toi Le Samedi Soir” è in YouTube

I Kent con Ennio Sangiusto

 

I Kent con Ennio Sangiusto - Habibi twist (Lino Quattri – Ivar Pasina) / Mexico (Umberto Bertini)  1961  45 rpm Meazzi – 01158

Lato B Bob Moore And His OrchestraMexico (Boudleaux Bryant: alias Diadorius Boudleaux Bryant)         1961  45 rpm Monument – 45-446

     
 

NOTE:

  1. Il compositore e paroliere italiano Lino Quattri detiene 217 deposizioni in SIAE, mentre il paroliere italiano Ivar Pasina ne ha 34. “Habibi Twist” è una canzone originale italiana. Il paroliere Umberto Bertini detiene 479 deposizioni in SIAE.

  2. Mexico dei Kent di Ennio Sangiusto è in YouTube. Mexico l’originale è solo strumentale. Il testo italiano è di Umberto Bertini.

  3. Boudleaux Bryant (1920/1987) è stato principalmente un compositore di musica country che spesso collaborò con la moglie Felice Bryant (Matilda Genevieve Scaduto)(1925/2003).

 

Kim Arena – Che cosa farai

 

Kim Arena – Che cosa farai (Herbert Pagani) / Bionda o bruna (Herbert Pagani)
1968 45 rpm Rare(Barclay) – SIF/NP 77506
Lato A – Kim Arena - Où sont les amis? (D. Hortis – Kim Arena)
1967 45 rpm EP, A/1 - Barclay - 71174
Lato B - Kim Arena - Brune ou blonde (H.Hortis - C.Leresche)
1967 45 rpm EP, B/1 - Barclay – 71174

 
 

Note:
Kim Arena, alias Gesualdo Arena, cantante e compositore italiano, nato da genitori catanesi, che si trasferirono a Parigi quando Kim aveva solo un paio di mesi. Cresciuto artisticamente come bimbo prodigio in Francia sempre come solista; in età matura si trasferì a Milano dove proseguì la sua attività artistica, anche entrando a far parte del gruppo “I Passengers”.
“Che cosa farai” YouTube; Bionda o bruna” YouTube; “Où sont les amis?” YouTube “Brune ou blonde” non è presente in YouTube

 

Kim Arena – Tu vorresti, io vorrei

 

Kim Arena – Tu vorresti, io vorrei (Vito Pallavicini) / La mia vita brucerò (Roberto De Simone) - 1968 45 rpm Rare (Barclay) – SIF/NP 77512
Lato A – Claude François – Toi, tu voudrais (Gilles Thibaut-Jean Broussolle-Jean kluger-Claude François) - 1968 45 rpm EP Disques Fléche/Philips – 434.552 BE
 
Lato B – The Forum - The river is wide – (Billy Admire – Gary Knight) 1967 LP 33 rpm Mira Records-MPL 3014 , anche 45rpm-Mira Rec.-232

 

Note:
“Tu vorresti, io vorrei” non è in YouTube
“Toi, tu voudrais” è in YouTube
“La mia vita brucerò” non è in YouTube
“The river is wide” è in YouTube

 

The Latins

 

The Latins – Chicchiricando (Franco Migliacci – Pino Massara / Señor Juez (Jorge Montalvo Zamora) 1961 45 rpm RCA serie Europa-PM45-0138

Lato B Orquesta Aragon Señor Juez (Jorge Montalvo Zamora) 1956 33 rpm RCA Victor(USA) – LPM 1294

     
 

NOTE

1)      The Latins erano un gruppo francese formatosi a Parigi nel 1960 ed è stata un tipica band da night club e il loro repertorio era basato principalmente sulla musica latino americana e caraibica. La canzone “Senor Juez” è un Cha Cha Cha ed è cantata nell’originale lingua spagnola dai The Latins, mentre l’originale canzone proviene da Cuba.

2)      Canzoni in YouTube dei The Latins  e Orquesta Aragon

 

Lillian

Lillian, il cui vero nome è Liliana Pregnolato (1946), è stata una cantante torinese di adozione, ma veneta (Rovigo) di nascita. Vedi biografia. L’autore Luciano Giacotto (Durium) ha tradotto buona parte delle canzoni in italiano dei Bee Gees, come “I Gotta Get A Message To You”, “To Love Somebody”, “First of May”.

Lillian - Ci sarà lui (Luciano Giacotto)  / Un bambino biondo (paroliere italiano non noto)
Lato A - Bee Gees - Sound Of Love (Barry,Robin, Maurice Gibb)
Lato B - Guy Skornik - Aimer la vie – (testo e musica di Guy Skornik)
Cover: 1969 45 rpm  Durium - CNA 9323
Originale Lato A: 1969 33 rpm X2 LP “Odessa” Polydor-582 049/50
Originale Lato B: 1967 45 EP rpm Polydor - 27338   

 

LillianUn giorno come un altro

LillianUn giorno come un altro (Luciano Giacotto) / Cielo azzurro (Mogol - Alessandro Colombini)
Lato A – Bee Gees - First of May (Barry Gibb - Maurice Gibb - Robin Gibb)
Lato B – The Flirtations - South Carolina (Wayne Bickerton - Tony Weddington)
Cover: 1969 45 rpm Durium – CNA 9316
Originale Lato A: 1969 45 rpm Polydor – 54304
Originale Lato B: 1969 45 rpm Deram - DEM 85048

 
 

Note:
“Un giorno come un altro” venne incisa anche da Patty Pravo e da I Profeti.
“Cielo Azzurro” è in YouTube e non è da confondere con la canzone di Fred Bongusto (Blauer Himmel), ma è un rifacimento della canzone “South Carolina” delle The Flirtations.
“The Flirtations” Gruppo vocale afro-americano femminile di R&B e soul, vedi in Wikipedia e in YouTube

 

Lella Greco

 

Lella Greco - Ora tu puoi ridere (Sergio Censi – Laura Zanin – Renato Scala) / Non è la solita cosa (Laura Zanin)
Lato B – Barbara Lewis - Make Me Belong To You (Billy Vera - Chip Taylor alias James Wesley Voight)
Cover: 1967 45 rpm CGO - LG 151
Originale Lato B: 1966 45 rpm Atlantic - 45-2346

 

 

Note:
“Non è la solita cosa” è disponibile su YouTube sul canale di Musica & Memoria
 

Lino Gabri

 

Lino Gabri – Bella bella Maria (Franco Zauli – Primo Delcomune) / Morire di te (Franco Zauli - Primo Delcomune - Salvatore Golino)
Lato A- Rudi Schuricke - Capri Fischer (Gerhard Winkler – Ralph Siegel Maria)
Cover: 1970 45 rpm Saint Martin Record- CAT 456
Originale Lato A: 1943 shellac 78 rpm Polydor - 47867

 
 

Note
La versione italiana di Lino Gabri non c’è in You Tube, mentre c’è la versione di Albano e la versione in tedesco di Bobby Solo
Una breve storia di questa canzone tedesca è riportata in questo sito. / “Capri Fischer” è su YouTube

 

Little Pupa

Note
Little Pupa, pseudonimo di Giuliana Crimilde Coverlizza. Esordì con lo pseudonimo “Piccola Pupa”. Ebbe modo di registrare un LP negli USA per la Warner Bros intitolato “Singing in Italian & English”, oltre a essersi esibita in vari importanti spettacoli USA come nel Ed Sullivan show. “Un violino che ride” è in YouTube, non è presente in SIAE, ma In ISWC Net solo col titolo italiano e solo con gli autori stranieri, ma stranamente senza titoli alternativi in inglese, così come viene confermato alla BMI. Non è conosciuto quindi l’originale del Lato A. “Peccato il nostro amore” è in YouTube.

Little Pupa - Un violino che ride (Luciano Beretta - Miki Del Prete) / Peccato il nostro amore (Luciano Beretta-Miki Del Prete)
Lato A – (Autori: Richie Adams - Pike Vittoria - Teddy Randazzo)
Lato B - The Move - Night of Fear (Roy Wood)
Cover: 1966 45 rpm Ciao Ragazzi! - CR 01019
Originale Lato B: 1966 45 rpm Deram – DM 109 

 
 

 

Luciano Michelini

 

Luciano Michelini Piangi se vuoi (C. Da Vinci: alias Carlo Vinci - Mogol) / Stop Shooting (Nora e Paola Orlandi) 1966 45 rpm ARC – AN 4099

Lato A- Ben E. King - Here Comes The Night (Doc Pomus - Mort Shuman) 1961 45 rpm ATCO – 45-6207

NOTE:

1)    La prima canzone è eseguita in originale dalle sconosciute “Le Svitate”, anche se è probabile che si sia trattato della stessa formazione del famoso quartetto di Nora Orlandi, che riprende il noto inno nazionale del Regno Unito. Inno che entrò in vigore nel 1745, commissionato dall’allora regnante Giorgio II di Hannover, di cui non sono mai stati resi noti i nomi, sia del compositore che del paroliere, perché in virtù della cultura di quel periodo, dette categorie non venivano considerate come proprietari dell’opera, ma semplici servitori del regno. Naturalmente il titolo di questo noto inno nacque come “God save the King”, che durò per 143 anni fino all’insediamento della regina Vittoria, per poi essere variato in “God save the Queen” e ripreso dopo i due successivi regnanti maschi, con la “Regina Madre” Elisabetta I, fino ad oggi con Elisabetta II.

2) La canzone sul Lato B riprende una altrettanto notissima musica, ma classica barocca, che da noi in Italia spesso venne utilizzata come sigla di apertura e chiusura dei collegamenti RAI in Eurovisione. Si tratta di una composizione di fine 1600, di cui è noto l’autore, che è il compositore francese Marc Antoine Charpentier, ritenuto forse il più grande esponente di musica sacra della Francia di quel periodo. La sua composizione è un inno cristiano intitolato Te Deum, contrassegnato col numero d’opera “H 146”.

 

NOTE

1)      La canzoni di Luciano Michelini non sono presenti in YouTube. Mentre “Piangi se vuoi” si trova nella versione di Vasso Ovale che è dell’anno precedente (1965) ed è un adattamento dell’originale “Here Comes the Night”, pubblicata per la prima volta da Ben E. King e che si trova in YouTube.

2)      La canzone ”Stop Shooting”, non è una vera canzone, ma è semplicemente sussurrata in coro ed è stata composta da Nora Orlandi in collaborazione con la sorella Paola, le quali la interpretarono con vocalizzi, essendo nate principalmente come coriste. Questo brano originale italiano, successivamente entrò a far parte della colonna sonora del film italo-ispanico-tedesco “Clint Il Solitario" del 1967, diretto dal regista spagnolo Alfonso Balcàzar.

 

Luisella Ronconi

 

Luisella RonconiQue serà serà (Elgos: alias Gualtiero Malgoni - Pinchi: alias Giuseppe Perotti) / Scherza se vuoi (Nomen: alias Ettore Carrera) - 1967 45 rpm RT Club – RT 1537

Lato A – Doris Day - Whatever Will Be, Will Be (Que Sera, Sera) (Jay Livingston - Raymond Evans) - 1956 45 rpm Columbia – 4-40704

Lato B - Cover non individuata - Vedi Note

       
       

 NOTE

1)      La canzone “Que Serà Serà” cantata con stile beat da Luisella Ronconi è probabile che venne ispirata da un’altra cover, ma di un relativo successo, mancando di poco la top 40 USA, che venne eseguita da un gruppo doo wop The High Keys, la cui cover avente lo stesso titolo è del 1963, che a differenza della versione italiana ha un ritmo un po più rock alla maniera di “Twist and Shout”, famosa hit del gruppo statunitense The Isley Brothers, anzi; se si presta attenzione al ritornello le rassomiglia anche abbastanza. La canzone degli High Keys si accosta un po’ di più all’originale , anche perché viene cantata con lo stesso testo inglese della famosissima “Whatever Will Be, Will Be(Que Sera, Sera)” cantata da Doris Day nel film thriller di Alfred Hitchcock del 1956 “The Man Who Knew Too Much), in Italia era “L’uomo che sapeva troppo”, interpretato appunto dall’attrice e cantante citata affianco a James Stewart. Mentre la versione italiana di Luisella Ronconi, se non fosse che: nel disco, oltre al titolo si citano gli autori originali (Jay Livingston - Raymond Evans) , nessuno si sarebbe mai accorto che ascoltandola anche attentamente, non somiglia proprio alla canzone originale, anche perché si è fatto un uso esagerato dell’arrangiamento, modificandone persino la bella melodia originale.  Una banale e poco riuscita operazione su un brano notissimo.

2)      Per la canzone ”Scherza se vuoi” c’è difficoltà ad individuare la canzone originale in quanto non disponibile all’ascolto. L’autore straniero (Mike Smith) ha scritto alcune canzoni per Brian Poole anche senza il suo gruppo d’appartenenza (The Tremeloes) per i quali è stato anche il loro produttore, ma tra queste canzoni ce n’è una in particolare scritta con l’altro autore che firmò con lo pseudonimo (Freemantle), il cui vero nome è (Jules Feedman) ed è probabile che Luisella Ronconi abbia ripreso proprio questa canzone “I Need Her Tonight”. Purtroppo la ricerca è ancora di più difficoltosa perché anche questa canzone non si trova all’ascolto. In oltre il solo autore (Freemantle) ha firmato con altri autori un’altra canzone dei The Tremeloes che è “Round and Round” e nei crediti appare il produttore citato (Mike Smith).

3)      “Che serà serà” italiana: YouTube / Versione di The High Keys: YouTube / Versione originale Doris Day: YouTube

 

Maria Doris

Maria DorisLa branda (L. Beretta – Paolo Limiti) / Il mio sciu sciu (L. Beretta) - 1966 45 rpm Ariston AR/0124
Lato A - Herb Alpert's Tijuana Brass - Crea mi amor (Sol Lake alias Solomon Lachoff) - 1963-33LP ”Herb Alpert's Tijuana Brass-Vol.2” A&M Records-LP-103
Lato B – Michel Paje - Ton chouchou (Michel Paje) - 1963 45 rpm Disques Vogue - EPL. 8160

 
 

Note:
Maria Doris “La Branda” YouTube / Herb Alpert's T.B. “Crea mi amor”  YouTube / Maria Doris“Il mio sciu sciu” YouTube / Michel Paje “Ton chouchou” YouTube

Maria DorisLa finta tonta

Maria DorisLa finta tonta (Luciano Beretta – Paolo Limiti) / So che tornerai (Alberto Rossi – Gianni Argenio)
Lato A - Herb Alpert's Tijuana Brass - Surfin’ senorita (Jerry Moss – Herb Alpert)
Cover: 1964 45 rpm Ariston Records – AR 034
Originale Lato A: 1963 33LP ”Herb Alpert's Tijuana Brass-Vol.2” A&M Records-LP-103

 
 
 

Note:
Maria Doris  “La finta tonta”  è su YouTube
Herb Alpert's Tijuana Brass  “Surfin’ senorita” è su YouTube

 

Maria Luigia

Maria Luigia Biscardi è più nota con il nome d’arte Brenda Bis.

Maria Luigia – Ai quattro venti (L. Beretta - Miki Del Prete - Peppino Verdecchia - Roberto Negri) / Sento una canzone (Miki Del Prete - Cristiano Minellono) - 45 rpm CLAN - BF 69022 (1969)
Originale Lato B: Andy Kim - Tricia Tell Your Daddy (Jeff Barry – Marty Sanders) - 45 rpm Steed Records 45-715 (1969)

 
 

Note:
2) La ricerca dell’originale non è stata facile. Nel web non si fa menzione a nessuna canzone originale in riferimento alla canzone in oggetto. In SIAE e in ISWC Net non è censita, ma nel tentativo di cercarla un po dovunque, sono arrivato al sito dei ‘Songwriters Hall Of Fame’ dove, digitando il nome dell’autore e cliccando la voce ‘Song Catalog’ scopro la discografia dell’autore Jeff Barry e cercando alla lettera “S” si trova la canzone che cercavo col titolo italiano “Sento una canzone”. Al che, nel database della americana BMI , anche lì cerco col titolo “Sento una canzone”. E’ sorprendente il fatto che, ricercando anche con questo titolo in SIAE la canzone non si trovi! Ma grazie anche a BMI abbiamo la conferma dell’originale che è di Andy Kim (Andrew Youakim), un cantautore canadese di origine libanese, noto per aver coscritto con Jeff Barry la hit “Sugar Sugar” del 1969.
3) Una curiosità: La canzone “Tricia Tell Your Daddy” è a sfondo politico, vi si fanno riferimenti indiretti sul mandato presidenziale di Richard Nixon e diretti verso la figlia Tricia. Naturalmente in Italia come da consuetudine è stato ignorato il testo originale, trasformandola in una canzone cosiddetta “estiva”, ma forse è possibile che, magari per eccessiva cautela, si sia voluto trasformare il contenuto della canzone originale per non dover “disturbare” una nazione amica.
4) Sento una canzone è su YouTube
5) Tricia Tell Your Daddy è su YouTube

 

Mariolina Cannuli*

 

Mariolina Cannuli - Il mio ragazzo se ne va (De Natale, Coggio ?) / Quando una stella cade (Paolo Dossena) 1969 45 rpm Sagittario - JB(promo) ZS-50002
Lato B - Fleetwood Mac - Albatross (Peter Green: alias Peter Allen Greenbaum) 1968 45 rpm Blue Horizon - 57-3145
Note:
1) Una delle storiche annunciatrici della Rai TV, ma anche conduttrice di trasmissioni, rimasta attiva oltre trent’anni dal 1961 al 1994 si è cimentata anche nel canto, registrando tre 45 giri e questo del 1969 è il primo della serie che al momento della redazione di queste note purtroppo non è disponibile all’ascolto.
2) La facciata A di questo 45 giri non è reperibile, così come la copertina ed entrambi le canzoni non sono presenti ne’ in SIAE, ne’ in ISWC Net.
3) L’originale “Albatross” degli inglesi Fleetwood Mac è un’accattivante composizione strumentale e ascoltata in cuffia è anche molto rilassante.

 

Marita

 

Marita – Torna questa estate / Ci sei (Paolo Limiti)
Lato B – Petula Clark – Resist (Al Grant *)
Cover: 1969 45 rpm SUN (sottoetichetta della PDU)-SU.A.3012
Originale Lato B: 1967 45 rpm Disques Vogue (It.)- J 35156X45 (anche Disques Vogue(Fr.)– V.45-1439)

 
 

Note:
Marita – Ci Sei è ascoltabile in YouTube
Petula Clark – Resist è ascoltabile in YouTube
L’autore citato nel disco “Al Grant”, non è nient’altro che lo pseudonimo collettivo di Claude Wolff e sua moglie Petula Clark

Da Marita, di cui non si conoscono le effettive generalità né si hanno altre notizie, anche altre due cover: una cover di Pata Pata di Miriam Makeba e sul lato B di Say A Little Prayer di Burt Bacharach e Hal David. Testo italiano di Giorgio Calabrese, pubblicate nel 1968 su singolo SU.A. 3003 con distribuzione Durium, testo italiano di Giorgio Calabrese (per quella di Bacharach il cui originale è stato registrato e pubblicato da Dionne Warwick nel 1967. Nella immagine sopra la copertina, curata evidentemente da un grafico improvvisato.

Marta Lami

 

Marta Lami - Sabato-Domenica (Vito Pallavicini) / Volerti bene è una cosa da poco    
Lato A - Glen Campbell - Galveston (Jimmy Webb) 
Lato B – Sandy Alpert - Es el mismo (Is he the Same) (Tash Howard - Sandy Alpert)
Cover: 1970 45 rpm Odeon - 006 17312
Originale Lato A: 1969 45 rpm Capitol Records - F 2428

 
 

Note:
La canzone “Is He the Same” è stata registrata dalla stessa autrice Sandy Alpert e l’unico disco riscontrato ha il titolo in spagnolo seguito dal titolo in inglese, col quale titolo è censita ed è unica nel database di ISWC e anche di BMI e non vi sono altri titoli uguali e o di altri autori e o titoli alternativi. Nel Lato B del disco c’è la canzone “Sunshine”, ripresa anche da Françoise Hardy in francese, ma in YouTube non sono ascoltabili per conferma né “Is he the same” né la versione italiana “Volerti bene è una cosa da poco”.

Marta Lami - Se credi in quel che fai

Marta Lami - Se credi in quel che fai (Brasola) / La mia strada - 1969 Odeon 3 C006 - 17011 (anche su disco per juke box condiviso con Adamo)
Tony Orlando (USA-marzo 1961) e Billy Fury (UK-aprile 1961)
Tony Orlando - Halfway to Paradise (Jerry Goffin – Carole King)
Cover: 1969 45 rpm La Voce del Padrone - JB.127
Originale: 1961 45 rpm Epic - 5-9441 (Tony Orlando)
Originale: 1961 45 rpm Decca – F 11349 (Billy Fury)

 

 

Note:
“Se credi in quello che fai” è su YouTube
“Halfway to Paradise” di Tony Orlando è su YouTube Billy Fury YouTube

 
Titolo OriginaleInterprete Note
Tu che hai bussato alla mia porta (1970) Bidin' My Time (1969) Anne Murray Singolo 45 giri Odeon - 3c 006-17671 M, testo italiano di Clara Miozzi. L'originale era stata scritta e composta dal cantautore canadese Gene McLellan, quello della hit internazionale "Put Your Hand In The Hand", arrivata in Italia attraverso la cover di grande successo (#5 della top ten e 35° singolo più venduto nel 1971) del gruppo pop canadese Ocean, ma lanciata come questa, dalla sua connazionale e cantante pop-country Anne Murray. Il suo brano, traducibile in "Aspettando il momento opportuno", era stato registrato su LP 33 giri "This Way Is My Way" per la Capitol Records, col numero di catalogo ST 6330.
Mattino d'inverno (1973) Les matins d'hiver (1972) Gérard Lenorman Lato A/2 dell'unico LP della graziosa cantante modenese "Io Marta Lami, il mio ultimo tango a Parigi", City Record - C 1008 A/B, pubblicato nel 1973, testo italiano di Franco Zagato e Rino Ballista. L'originale canzone francese era stata coscritta dai fratelli Daniel e Richard Seff e registrata e pubblicata per la prima volta dal cantante pop francese Gérard Lenorman. Disco originale: singolo 45 giri CBS - 8427.
Un'estate fa (1973) Une belle histoire (1972) Michel Fugain Lato A/6 del precedente LP, cover già registrata dall'autore del testo italiano, Franco Califano, la cui versione era stata ripresa dallo stesso cantautore francese Michel Fugain, titolare della musica originale, col testo scritto dal paroliere Pierre Delanoé. La nota canzone era stata registrata da Fugain insieme al suo supergruppo di trenta membri, tra cantanti, musicisti, ballerini e tecnici, denominato Le Big Bazar, su 45 giri CBS - CBS 8091.
 

Michele Accidenti

Il nome completo di questo artista è Michele Accidenti-Dentis, nato a Torino il 14 febbraio del 1945, che dopo un passato come cantante solista diventò docente di canto leggero e lirico presso “Officina Musicale” di Chieri(TO).

Michele Accidenti – Adesso comincia la vita (Alberto Testa - Vittorio Giuliani) / Non ho che un canto (Devilli: alias Alberto Curci - Umberto Bertini) - 1964 45 rpm Carosello – CI 20136
Lato B – Harry Bayless Stockwell (nella voce del Principe) - One song (Frank Churchill – Larry Morey) -1937 Shellac 78 rpm a tre tracce Victor - 25736 (ristampa nel 1963 su LP 33 rpm “Snow White and Seven Dwarfs” Disneyland – DQ 1201)

 

 

Note:
1) “Adesso Comincia la vita” è una canzone originale italiana che vinse all’ VIII “Festival di Zurigo” del 1964.
2) La canzone “Non ho che un canto” è la notissima versione italiana della canzone “One Song”, cantata da Harry Stockwell, prestando la voce al Principe protagonista del film d’animazione “Snow White And The Seven Dwarfs” del 1937 il notissimo “Biancaneve e i sette nani” prodotto dalla Walt Disney e diretto da David Hand.
3) Nota: la voce originale di Biancaneve era prestata dalla attrice e cantante USA di origine italiana Adriana Caselotti, mentre nella versione italiana del film, sempre del 1937, questo compito spettò a Rosetta Calavetta. Inoltre, in occasione del nuovo doppiaggio italiano effettuato nel 1972, il canto venne affidato a Gianna Spagnuolo e Bruno Filippini.
4) “Non ho che un canto” è su YouTube, “One song” è su YouTube

Nadia e Antonella

 

Nadia e AntonellaMaladie d’amour (Traditional) / Poco, poco, po’  - 1977 45 rpm Cetra-SP 1654

Lato A Henry SalvadorMaladie d’amour (Traditional – Henry Salvador – Leona Gabriel – Jean Marcland) - 1948 78 rpm Polydor – 560.039

     
     

NOTE

Titolari del 45 giri sono le sorelle gemelle Nadia e Antonella Cocconcelli delle quali non è noto il luogo e la data di nascita. Ma si sa che sono state le “ragazze intervallo” dell’emittente TV romana GBR, nata nel 1976. Le due canzoni di Nadia e Antonella non sono disponibili all’ascolto e nella impossibilità di trovare questo disco, restano comunque ignoti, almeno per la canzone del Lato B gli autori italiani.
La canzone “Maladie D’amour” è depositata alla SACEM(Fr), dove è accreditata per la musica ad Henry Salvador, probabilmente solo per aver arrangiato il brano, mentre il testo è di sua zia Leona Gabriel e Jean Marcland. Ma risulta che ci fu un piccolo screzio tra i due parenti per contendersi la paternità di questo brano, dove c’è stato un contenzioso finito in tribunale per cercare di risolvere la  controversia, risolta con decisione negativa del giudice perché a quanto pare il brano nasceva ancora prima della deposizione alla SACEM. Si trattava difatti di una musica tradizionale Beguin della Martinica (Fr). Da notare che nell’etichetta sul disco al lato di Henry Salvador c’è la dicitura (Folklore antillais), vedi la storia  anche in wikipedia. La prima registrazione di questa canzone avvenne nel 1931 da parte di Leona Gabriel, poi la stessa la pubblicò anche Henry Salvador nel 1948(come disco sopra).

 

Nella Bellero

 

Nella Bellero – La finta tonta (Luciano Beretta) / Gli angeli sul ponte (Giovanni Ornati, Sonago: alias Gino Mescoli)
Lato A – Herb Alpert’s Tijuana Brass – Surfin’ Senorita (Jerry Moss, Herb Alpert)
Cover: 1965 45 rpm Style -S.T.M.S. 613
Originale Lato A: 1963  33 rpm LP A&M Records-SP-4103

 
 

Note:
“La finta tonta” di Nella Bellero è su YouTube
“Surfin’ Senorita” di Herb Alpert è su YouTube

 

Nerone

 

NeroneIo ti dico vai (Ferruccio Vitacchio – Gino Paoli) / Su nel cielo (Phaltan: alias Paolo Moroni) - 1967 45 rpm Starlet Record – AF 0034

Lato A Bee Gees - I Can't See Nobody (Barry, Maurice, Robin Gibb) - 1967 LP 33 rpm “Bee Gees’ 1st” ATCO Records-SD 33-223

Lato B - Cover non individuata (Del Shannon)

       
       

NOTE

1)      Le due canzoni italiane dello sconosciuto cantante Nerone non sono al momento disponibili per l’ascolto, ma quella del Lato A “Io ti dico vai”, la si può ascoltare nella versione di (Gianni di Pietrantonio e i Brothers) oltre alla versione originale dei Bee Gees.

2)      Della canzone sul Lato B “Su nel cielo” non è possibile trovare l’originale, senza l’ italiana che si possa ascoltare.

 

Nevil Cameron*

Nevil Cameron è stato un cantante giamaicano, nato nella capitale Kingston nel 1931, già impratichito nel canto nel coro ecclesiastico diretto dal padre, all’età di 22 anni lascia la sua patria nel 1953 trasferendosi in Inghilterra dove frequentò regolari studi a Liverpool e continuando a curare l’attività artistica e le sue prime incisioni. Nel 1961 si stabilì definitivamente in Italia dove si sposò ed ebbe modo di continuare ad incidere, questa volta nella nostra lingua.

Titolo OriginaleInterprete Note
Sull'orizzonte (1964) On The Horizon (1960) Ben E. King Cover: testo di Giuseppe Cassia, 45 giri Vedette Records - VVN 33085, lato B Se te ne vai (H.Tical, Pantros: entrambi pseudonimi di Armando Sciascia) / Originale di Jerry Leiber e Mike Stoller, 45 giri ATCO Records - 45-6194.
Uno come me (1966) Baby's Gone (1963) Gene Thomas Cover: testo di Vito Pallavicini, 45 giri CGD - N 9485, lato B Dimmi one more time (Francesco Specchia, Nevil Cameron) / Originale di Bobby Goldsboro Roy Orbison), 45 giri United Artists Records - UA 640. La canzone non è presente ne' in SIAE e in ISWC Net. Gli autori della dichiarati nell'etichetta sono però Bobby Goldsboro e Roy Orbison, i quali vengono confermati in BMI, quindi in base a questi autori dichiarati nel disco di Nevil Cameron e dal titolo originale dichiarato nello spartito qui sopra è confermato l'adattamento con "Uno come me" anche se non c'è possibilità di riscontro tramite YouTube.
Eri un'abitudine (1963) Can't Get Used To Losing You (1963) Andy Williams Coover su 45 giri, CGD - N 9469, testo italiano di Alessandro Delle Grotte e Giuseppe Cassia. L'originale era stato coscritto da Doc Pomus e Mort Shuman per il cantante pop statunitense Andy Williams, grande successo, #3 della hot 100 Billboard nel mese di aprile del 1963. Il cantante americano, nello stesso anno pubblicò anche questa versione italiana su 45 giri CBS-BA 121.039. La cover è più nota per la versione di John Foster, sempre dello stesso anno. Disco originale: singolo 45 giri, Columbia - 4-42674.
Charms (1963) Charms (1962)Bobby Vee Retro del precedente , testo italiano di Francesco Specchia. Gli autori dell'originale erano Helen Miller-testo e Howard Greenfield-musica e la loro canzone era stata registrata dal cantante pop statunitense Robert Thomas Velline, noto col nome d'arte Bobby Vee. La sua canzone era un lato B e nonostante ciò si posizionò tredicesima nella classifica hot 100 e quinta nella AC della Billboard nel mese di marzo del 1963, a seguito del grande successo ottenuto con la canzone del lato A "The Night Has A Thousand Eyes" (#3 hot 100) e (#2 AC) in dicembre del 1962. Disco originale: 45 giri, Capitol Records - X 024.

 

Nico e le Ali Bianche

 

Nico e le Ali Bianche – Un raggio di sole (Daniele Pace) / L’uomo del tuo cuore (Don Backy) 1970 45 rpm CGD – N 9817

Lato ALos Diablos - Un Rayo de sol ( Daniel Vangarde: alias Daniel Bangalter Claude Carrere: alias Claude Ayot - Amado Jaén Blanco*) - 1970 45 rpm Odeon-1 J 006-20.157 M

         
 

NOTE

1)      La canzone “Un raggio di sole” al momento non è disponibile per l’ascolto, ma il suo adattamento all’originale “Un rayo de sol” è confermato dallo spartito sopra.

2)      Amado Jaén Blanco (*) è stato il bassista del gruppo pop spagnolo “Los Diablos” e “Un Rayo De Sol” molto conosciuto anche in Italia, è stato il loro più grande successo commerciale, diventando disco d’oro. Anche la versione dei Los Diablos è una cover: l'originale è "Fernando" incisa da Sheila nel 1969 su singolo 45 giri Philips B 370595 F.

3)      “Un rayo de sol” YouTube

 
 

Il Paese dei balocchi*

 

Il Paese dei balocchi - Blue Jeans (Francesco Caldarella, Carmelo Lucà, Caw-alias Francesco Delfino, Gidam-alias Giuseppe Damele) / Ritornerò (Francesco Caldarella, Gian-Alfredo Tisocco). 1975 45 rpm Bang!! Bang!! - NPA-07
Lato B - Argent - Road Back Home (Rod Argent) 1975 LP 33 rpm “Counterpoints” RCA Victor - RS 1020

Note:
1) Questo gruppo italiano (Il Paese Dei Balocchi) al momento è sconosciuto e non è da confondere con l’omonimo gruppo rock-progressive romano nato nel 1971.
2) La canzone del lato A “Blue Jeans” è originale italiana i cui autori sono confermati in SIAE e in ISWC net, così come la canzone del lato B “Ritornerò” dove si riscontra l’effettivo adattamento della canzone originale “Road Back Home”, oltre agli autori italiani Caldarella e Tisocco per il testo, viene citato anche il compositore della musica Rod Argent.
3) Road back home era scritta e composta dall’organista-tastierista britannico Rod Argent, uno dei fondatori e autore di mote canzoni degli Zombies, il noto gruppo beat e poi pre-progressive inglese degli anni ’70, dopo questa esperienza fondò a Londra nel 1969 un suo gruppo che chiamò con il suo cognome (Argent), fondato, fino al 1976 e ricostituitosi in tempi più recenti (2010).

 

Palma Calderoni*

 

Palma Calderoni - Questo amore (Alberto Salerno, Franco e Mino Reitano) / Io voglio te (Mogol, Daiano: alias Claudio Fontana) 1968 45 rpm Victory - VY 017
Lato B - Tammy Wynette - Stand By Your Man (Tammy Wynette e Billy Sherrill), settembre 1968 45 rpm “Stand By Your Man” Epic - 5-10398

Note:
1) Palma Calderoni: Lugo (RA) 1946, è stata una cantante romagnola che iniziò la sua carriera con un repertorio di ballo liscio, ma anche di musica leggera e ha avuto una breve esperienza, cantando nell’orchestra spettacolo del maestro, anche lui romagnolo, Secondo Casadei, il più accreditato nella specialità di musica da ballo liscio, sua è la celeberrima “Romagna Mia”.
2) La canzone originale “Stand By Your Man”, registrata e portata al successo dalla cantante country statunitense Tammy Wynette (Virginia Wynette Pugh), è stata una hit da #1 della classifica country della Billboard del 9/novembre/1968. Molti la conoscono anche per la cover dei Blues Brothers nel film omonimo del 1980, nel celebre episodio del loro concerto nel locale country & western.

 

Pane Burro e Marmellata*

 

Pane Burro e Marmellata - Scacco al re (Cino Tortorella, Enrico Vaime, Gerardo Carmine Gargiulo, Italo Terzoli) / Blu (Vito Pallavicini) novembre 1972 45 rpm Ariston Records - AR/0578
Lato B - Connie Smith - Just For What I Am (Arthur Leo Owens, Dallas Frazier) 1972 45 rpm RCA Victor - 74-0655

Note:
1) I Pane Burro e Marmellata sono stati gruppo vocale romagnolo, formato da tre ragazzi e una ragazza, ma forse è più corretto dire "ragazzini" perché la loro età era compresa fra i tredici e i quindici anni. Ebbero modo di registrare due 45 giri per la Ariston di Alfredo Rossi. I loro nomi: Giuseppe Cesari, Paride Pedini, Claudio Raggi e Morena Onofri.
2) La canzone “Scacco al Re”, originale italiana, era la sigla della trasmissione TV per i ragazzi omonima, condotta da Ettore Andenna, per la regia di Cino Tortorella. Questa nuova trasmissione del 1972/73 sostituì in pratica, format compreso, l’altra notissima trasmissione TV “Chissà chi lo sa”, condotta da Febo Conti, con la regia sempre di Cino Tortorella.
3) Connie Smith è una cantante country e gospel statunitense, il cui vero nome è Constance June Meador, che esordì nel lontano 1963 ed è attualmente in attività. La sua canzone raggiunse il #5 della classifica Country della Billboard.

Pane Burro e Marmellata - A piedi nudi (Vito Pallavicini) / Che allegria (Andrea Lo Vecchio) 1972 45 rpm Ariston Records - AR/0558
Lato A - Hedva e David - I Dream Of Naomi (Tirza Atar, David Krivoshai) 1970 45 rpm rilasciato in Germania RCA - 74-16074
Lato B - Union Express - Happy Song (Anthony Toby Hiller, Paul Curtis) 1972 45 rpm rilasciato in Italia Decca - F 13296

Note:
1) Edva e David, i cui veri nomi sono: Hedva Amrani e David Rosenthal, sono stati un duo di cantanti israeliani rimasti attivi dal 1965 al 1973. La loro canzone vinse nel 1970 la rassegna al Festival Internazionale di Tokio, successo che si confermò nelle vendite dei loro dischi in Giappone nel 1971, con oltre un milione di copie vendute, interpretate nella versione giapponese.
2) Union Express è stata una band inglese fondata nel 1970 da Paul Curtis, membro stesso della band, nonché produttore, compositore e paroliere, l’unico loro successo era una rivisitazione di una
canzone, filastrocca per bambini tradizionale britannica, intitolata “Ring A Ring Of Roses”.
3) Le copertine di Hedva & David sono relative alla pubblicazione tedesca dello stesso anno 1970, e alla pubblicazione giapponese.

 

Pascal

 

Pascal – Con le ragazze (Livio Musso) / I giorni di allegria (Balsamo – Rompigli) 1970 45 rpm Ricordi – SRL 10-607

Lato A - Philippe Lavil - Avec les filles je ne sais pas (Michel Delancray - Mya Simile – Jean-Marc Brige) 1970 45 rpm Barclay – 61.295

       
       

NOTE

1)      “Con le ragazze” YouTube

2)      “Avec les filles je ne sais pas” YouTube

 

Paula

Il suo vero nome è Paola Casana, nativa di Parma, attiva solamente dal 1960 al 1964, ha pubblicato in questo breve periodo una decina di singoli 45 giri e un 45 EP per etichette minori (Meazzi, Fantasy, Hollywood, Belter). Varie sono state le sue partecipazioni in rassegne: 1) Il Burlamacco d’Oro o Festival di Viareggio del 1960, vincendo Il Burlamacco d’Argento 2) Presednza  nella quarta serata della Sei giorni della Canzone del 1960, detta anche Festival di Milano; 3) Festival di Pesaros empre nello stesso anno 1960; 4) Il 1° Festival del Rock And Roll a Roma e a Roma nel 1961; 5) Festival di Zurigo nel 1963. La sua carriera si è conclusa anticipatamente per problemi di salute.

CoverOriginaleInterpreteNote
Sei un po' triste (1963) Johnny Get Angry (1962) Joanie Sommers Retro del singolo 45 giri "Perchè non telefoni più", Meazzi - M 01208, testo italiano di Mogol in collaborazione con Alberto Testa. L'originale era stata scritta dal noto autore di canzoni, il newyorchese Hal David e composta dal suo concittadino Sherman Edwards per l'allora connazionale ventiduenne Joan Drost, nota col nome d'arte Joanie Sommers. Questa è stata la sua canzone di maggior successo (#7 hot 100 Billboard, maggio 1962). Disco originale: singolo 45 giri, Warner Bros. Records - 5275.
Son già tre ore che ti aspetto (1964) Rags To Riches (1953) Tony Bennett Singolo 45 giri, etichetta Fantasy - FS 1004, testo italiano di Francesco Specchia e Miki Del Prete. L'originale era stata coscritta dai parolieri e compositori newyorchesi Richard Adler e Jerry Ross (Jerold Rosenberg), famosi per le loro composizioni di canzoni per due musical di grande successo per Broadway: The Pajama Game del 1953 e Damn Yankees del 1955, entrambi premiati col prestigioso Tony Award come migliori musical. Il primo interprete di questo noto brano è il crooner statunitense di origini italiane Tony Bennett e il suo disco è un singolo a 78 giri, Columbia - 40048, pubblicato nel 1953.

 

I Protagonisti

 

I Protagonisti – Noi ci amiamo (Oscar Avogadro)– Una bambina (Oscar Avogadro – Mariano Detto) - 1969  45 rpm RCA Italiana – M4

Lato A Georges Chelon - Nous on s'aime (Georges Chelon) 1968  45 rpm EP Pathé - EG 1094

       
 

NOTE

 

2)    L’autore Oscar Avogadro era parte essenziale del gruppo misto milanese de I Protagonisti e il loro brano “Noi ci amiamo” è la loro canzone più nota tra i loro sette dischi registrati, 5 con la RCA e due con la Ricordi. L’originale “Nous on s’aime” è in YouTube

 

Quarto Sistema

 

Quarto SistemaQuella notte Chicago morì (Cristiano Malgioglio - Gianni Tirelli) / Eternamente bella (Gianni Tirelli - Franco Cassano - Gianni Tirelli) - 1974 45 rpm Durium – Ld A 7862

Lato A Paper Lace - The Night Chicago Died (Murray – Callander) 1974 45 rpm Bus Stop – BUS 1016

     
 

NOTE

1)      Quarto Sistema, è stato il noto gruppo d’appartenenza di Cristiano Malgioglio agli esordi come cantante, ancora prima di affermarsi come autore di canzoni per altri cantanti, ciononostante iniziò a scrivere canzoni già dal 1972. Qui è insieme ai due fratelli Gianni e Alberto Tirelli e la cantante statunitense, naturalizzata italiana Roxi Robinson. Dopo lo scioglimento di questa formazione, il gruppo venne rinominato in “Nuovo Sistema”, sempre con Malgioglio e la Robinson, ma con l’ingresso di Italo Jenne e l’uscita dei fratelli Tirelli che proseguirono la loro attività come duo, nominandosi semplicemente “I Tirelli”.

2)      Il gruppo inglese “Paper Lace” già famosi per la hit #1 UK “Billy Don't Be A Hero” dei primi mesi del 1974, con questo brano, contrariamente la primo risultato, raggiunsero la prima posizione della Billboard hot 100 USA in giugno del 1974 e nel precedente mese di maggio solo al #3 della UK singles chart. “Quella notte Chicago morìYouTube, “The night Chicago diedYouTube

 

La Quinta Faccia

 

La Quinta FacciaSugar baby love (Tony Waddington-Wayne Bickerton) / Daydreamer (Michael ”Mike” Logan*- Mariano Detto) -1974 45-Euro International Records - EUR 004

Lato A – The RubettesSugar Baby Love (Tony WaddingtonWayne Bickerton) - 1974 45 rpm Polydor – 2058 442

       
       

NOTE

1)      Sugar baby love” è stata eseguita in originale dal complesso di Ivrea “La Quinta Faccia”, attivi dal 1971 al 1979 con diversi dischi 45 e 33 giri all’attivo e vennero scoperti da Mariano Detto. Anche per loro questo brano azzeccatissimo e anche ottimamente eseguito, è stata una hit nella top 10 italiana, entrata in classifica il 23 novembre 1974, sulla scia del grande successo internazionale degli originali britannici The Rubettes che nella stessa classifica italiana stranamente arrivarono con qualche giorno di ritardo.

2)      La Quinta Faccia sono in YouTube. The Rubettes sono in YouTube

3)      Daydreamer”: Anche questo brano è cantato in inglese, ma c’è un particolare: Il testo venne scritto dal tastierista Michael Logan detto anche Mike Saint, che è stato uno dei componenti del gruppo beat inglese ma italiano di adozione The Motowns, il quale anche dopo la fortunata avventura nel suo gruppo non lasciò mai l’Italia e vive tutt’ora a Milano (la figlia è la famosa attrice cine e TV italiana Veronica Logan). Mentre la musica venne composta da Mariano Detto e in conclusione si può dire che è una canzone originale italiana.

 

La Quinta FacciaTonight (E. Capezzi:alias Ermanno Capelli) / Strano Uomo (Ermanno Capelli) - 1975 45 rpm Euro International Records-EUR 005

Lato A – The Rubettes – Tonight (Tony Waddington - Wayne Bickerton) 1974 45 rpm Polydor – 2058 499

 
       

NOTE

1) La versione italiana di “Tonight” al momento non è presente in YouTube, esiste però l’originale del gruppo inglese The Rubettes

La canzone del Lato B “Strano uomo” è originale italiana, la cui musica è del tastierista dei Motowns: Mike Logan, come precedentemente descritto.

 

Rangers

 

Rangers – Good Night Mr. Flinston (Edward Cobb) /  La città sommersa (Randy Starr) 1967  45 rpm DK Folklore – KF - 30035

Lato A – The Piltdown Men  - Goodnight mrs. Flintstone (Edward Cobb – Lincoln Mayorga)
1961 45 rpm Capitol Records – 4CL 15186

Lato B – The Islanders – City under the sea (Randy Starr – Frank Metis)
1960 45 rpm Mayflower Records – M-22

         
         

NOTE

1)    In copertina il titolo della canzone del Lato A riporta un errore tipografico “Good by mr. Flintston”, mentre nell’etichetta sul disco c’è il titolo più o meno corretto “Good night mr. Flinston”. Inoltre essendo un brano strumentale ripreso dall’originale “Goodnight mrs. Flintstone”, non si capisce perché si pone la parola “Mr.”(signore) al posto di “Mrs”(signora) dal momento che non esiste un testo italiano che possa modificarne anche il titolo. In più, il cognome Flintstone (originale, che fa riferimonto a "stone" ovvero "pietra" e al noto cartoon) in etichetta viene scritto erroneamente Flinston, mentre in copertina risulta corretto ma non sul disco, insomma l'inglese per i produttori di questo disco era proprio una lingua sconosciuta.

2)    I due brani di questo disco al momento non sono disponibili per l’ascolto, ma l’assenza di autori italiani in ambo le facciate ci fa ritenere che sono due brani strumentali.

3)    Di questo complesso non si conosce nulla, salvo il nome del chitarrista che è Giansereno Raimondo.

4)      “Goodnight Mrs. Flintstone” è in YouTube.

5)    “City Under the Sea” al momento non è disponibile per l’ascolto.

 

Raoul Pisani

 

Raoul Pisani - La Malagueña (Larici: alias Giacomo Mario Gili) / Fra le mie braccia c’è l’amore (Wanda Gnoli) - 1969 45 rpm Hilton Record – HR 10003

Lato A - Los Rancheros - Traditional - La Malagueña anche Malagueña Salerosa (Pedro Galarza Galindo - Elpidio Ramírez Burgos) 1939 78 rpm DECCA-65415 (Per la storia e il testo tradotto de La Malagueña vedi qui)

Lato B - Cover non individuata

     
 

NOTE

1)      Le due canzoni di Raoul Pisani al momento non sono disponibili all’ascolto. Di conseguenza l’originale del Lato B diventa impossibile da individuare.

2)      La canzone “La Malaguena” risulta depositata nella associazione degli autori messicana SACM e confermata in SIAE a nome degli autori messicani (Pedro Galarza Galindo - Elpidio Ramírez Burgos) che la pubblicarono nel 1947. Tuttavia risultano che ci siano state pubblicazioni precedenti, come per esempio il disco al lato che è del 1939 ed è addirittura senza crediti in etichetta, il che conferma la sua natura di canzone tradizionale.

 

The Ravers*

 

The Ravers - Grazie tante (Glad All Over) (Gaspare Gabriele Abbate, Mogol) / Tanto Carina (California Sun) (Alberto Testa) -1964 - 45 rpm Variety - F 45 NP 10069

Note:
1) The Ravers, secondo le scarne informazioni disponibili (da Discogs) erano probabilmente un gruppo USA "budget" ovvero a chiamata, riuniti solo per registrare dischi, anche per etichette italiane come im questo caso. Registravano anche con il nome The Downbeats. Sicuramente il cantante ha una evidente pronuncia anglosassone, a conferma delle informazioni.
2) La canzone “Grazie tante” cantata dai The Ravers non è presente in You Tube, mentre c’è la versione amatoriale, non registrata su disco del complesso di Novara The Brothers. Nota è anche la versione di Giorgio Gaber sempre del 1964.
3) La canzone originale “California Sun” è accreditata per la prima incisione al cantautore R&B di New Orleans (Louisiana) Joe Jones, ma la versione più nota che ebbe un notevole successo è del gruppo Rock and Roll statunitense dell’Indiana The Rivieras.

 

Riccardo Rolli

 

Riccardo Rolli – In fondo al parco (Daiano:alias Claudio Fontana-Gorrias:alias Arrigo Amadesi–Primiero: alias Renato Martini) – Nel Vento (Ermanno Parazzini) 1969 45 rpm Decca-C 17002

Lato B The World Of OzKing Croesus (OZ: pseudonimo collettivo di quattro dei componenti della band The World Of Oz*) -1968 45 rpm Deram-DM. 205

   

NOTE

1)      Riccardo Rolli è un artista siciliano il cui vero nome è Riccardo Pirolli, che registro altri 45 giri con un altro pseudonimo “Genco Puro & Co”. Pirolli è anche stato il cantante e bassista nel gruppo Gli Spettri, scoperti da Franco Battiato. Di questo disco al momento si trova solo la copertina e la canzone del Lato B “Nel vento” è presente in YouTube

2)      Nel vento” è stata un adattamento fin’ora tenuto nascosto ai più, in quanto nel disco non appare il titolo della canzone originale e come autore straniero è stata posta una sorta di sillaba “Oz” preceduta dall’autore italiano. Si scopre infine, grazie allo spartito qui al lato sinistro, che  lo pseudonimo “Oz” è stato posto per designare come aventi diritto i quattro dei sei componenti il gruppo pop psichedelico inglese denominato “The World Of Oz” attivo dal 1968 al 1969 e sono: il chitarrista e cantante Chris Evans(Trevor Beachman), il bassista Tony Clarkson, il chitarrista e organista David Kubinec, e il batterista David Reay.

3)      King Croesus” che tradotto è Re Creso; noto personaggio storico come ultimo regnante della Lidia, regno che fu espugnato da Ciro il grande di Persia. La Lidia è stato un antico regno dell’età del ferro (XII secolo a.C.) sito nella penisola dell’Anatolia dell’attuale Turchia, la cui capitale era Sardi.

4)      “King Croesus” è in YouTube

 

 

Riccardo Rolli e Gli Spettri

 

Riccardo Rolli e gli SpettriLa strada (Mogol) / L’estate poi finirà (Rolli: alias Riccardo Pirolli) 1965 45 rpm Durium (serie Royal)-QC A 1342

Lato A - Ray Peterson – Across The Street (Is A Million Miles Away) (Gene Pitney) 1964 45 rpm MGM - K 13299

Lato B - Ray Singer – It’s gotta be (Mike Hurst) 1964 45 rpm Ember – EMBS 199

     
     

Rinaldo Ebasta

 

Rinaldo Ebasta – Faru Faru (Gerardo Carmine Gargiulo) / Viva Bobby Joe (Gerardo Carmine Gargiulo)
1969 45 rpm First(Ariston) – FR 5009
Lato B – The Equals - Viva Bobby Joe (Eddy Grant)
1969 45 rpm President Records – PT 260

 
 

Note:
1) Rinaldo Ebasta è un cantautore ancora in attività, il cui vero nome è Rinaldo Del Monte (Sorbolo-PR- 1946).
2) La sua canzone “Bobby Joe” in YouTube non c’è, ma è confermato sia dal titolo, uguale all’originale, sia dall’anno di pubblicazione e dall’autore della musica, che l’autore del brano originale è Eddy Grant, chitarrista e compositore di molte canzoni del gruppo londinese “The Equals”. “Viva Bobby Joe originale”

Rita Monico

Rita Monico (Milano-1950) era una cantante che esordì nel mondo della musica in età precoce, partecipando allo Zecchino D’oro del 1960 con la canzone “Girotondo dei Nonni” e ha poi proseguito nella carriera con una intensa attività discografica con 15 45 giri all'attivo per case discografiche di primo livello: la prestigiosa RCA italiana, la Crickett, Fonola,  EUR, Victory e la United Artists, per concludere la sua attività discografica nel 1975.

     
TitoloOriginaleInterpreteNote
Se tu non mi vuoi (1964) The Girl By My Side (1963) Inspirations, The Singolo 45 giri ARC - AN 4028, pubblicato nel 1964. Secondo i dati ISWC, gli autori italiani sono Giuseppe Cassia e Franco Zauli, assenti sul 45 giri, nel cui lato B era stata registrata la cover intitolata "Di sera". L'originale era stata coscritta da Bernice Schupack con Millet Kadish per il gruppo bianco doo-wop di Brooklin, The Inspirations. I membri erano: Edward Jehamy, Fred Trabulsi, Theodore Barber, James Ramsey e Joseph Cavanna. Disco originale: singolo 45 giri, etichetta Beltone, avente numero di catalogo 45-2037, pubblicato nel 1963.
Di sera (1964) It Hurts Me (1964) Elvis Presley with the Jordanaires Testo italiano di Corrado Bonicatti). Singolo 45 rpm ARC – AN 4028.
Originale di Joy Byers ed Edward Daniels). Singolo 45 rpm RCA Victor – 47-8307
Quando tu vorrai (1965) What the World Needs Now Is Love (1965) Jackie De ShannonTesto italiano di Catra, alias Giuseppe Cassia. Singolo 45 rpm ARC - AN 4068.
Originale di Hal David e Burt Bacharach). Singolo 45 rpm Imperial - 66110. Sul lato A Thrilling ”la regola del gioco” (Gianni Musi, Sergio Bardotti, Ennio Morricone). La versione italiana di uno tra i più famosi brani di Burt Bacharach era stata registrata nello stesso anno anche dalla sconosciuta cantante Dina Cubinelli, ved
Rari e meteore-Parte I) , poi ripresa dal gruppo malgascio Les Surfs, attivo in quel periodo anche in Italia, sempre del 1965 e stesso testo di Giuseppe Cassia. Vedi nel seguito altre #NOTE Rita sul celebre originale.
Non è Mai Tardi (1966) Dressed In Black (1966) Shangri-LasNon è Mai Tardi” Testo italiano di Sergio Bardotti, singolo 45 giri, etichetta: ARC, cat: AN 4088, pubblicato nel 1966, è la cover di “Dressed In Black”, scritta e composta da George (Shadow) Morton, Tony Michaels e Vinny Gormann, registrata dal gruppo femminile newyorkese The Shangri-Las, le quali registrarono questo brano sul lato B del 45 giri “He Cried / Dressed In black”, alla Red Bird Records, numero di catalogo RB 10-053, pubblicato nel 1966.
Gocce di mare, gocce di sole (1966) Round Every Corner (1965) Petula Clark Testo di Vito Pallavicini, lato B del precedente disco, è la cover di “Round Every Corner”, scritta e composta da Tony Hatch, che presenta il suo brano come un motivetto che i bambini intonano durante i giochi di comunità, contrapponendosi al proliferare in quel periodo, delle canzoni di protesta, e rilanciando quindi un più tranquillizzante ottimismo che enfatizza nell’ultima strofa con: “Basta dimenticare le preoccupazioni che si lasciano alle spalle! Ci sono molte cose da fare e le potete trovare dietro ogni angolo!”. Interprete originale, la quale la registrò come singolo su 45 giri, etichetta Pye Records (UK) , cat: 7N 15945.
Sere Vuote (1966) All I See Is You (1966) Dusty Springfield Retro del singolo 45 giri "Nata per amare te", ARC - AN 4105, pubblicato nel 1966, testo italiano di Giuseppe Cassia. La canzone originale era stata scritta dal britannico Clive Westlake e composta dallo statunitense Benjamin "Ben" Weiseman, presente nel due 45 di Rita Monico, ma anche nel 45 giri di Dusty Springfield come (B. Wiseman). La canzone originale transitò nella classifica dei singoli del Regno Unito per nove settimane, con punta massima alla nona posizione. Disco originale: singolo 45 giri, Philips - BF 1510, pubblicato nel 1966.
E dopo che farai ?(1969) Only A Fool (1968) Clyde McPhatter Retro del singolo 45 giri "Quelli", etichetta EUR (European United Record) - EUR 10016, pubblicato nel 1969, testo italiano di Donata Giacchini. L'originale era stata coscritta dal cantautore inglese Wayne Bickerton (Arthur Ronald Bickerton) con il cantautore suo connazionale Jackie Lomax (John Richard Lomax). La loro canzone era stata affidata al cantante statunitense Clyde McPhatter. Il suo disco è un singolo su 45 giri, Deram - 45-85032, pubblicato nel 1968.
 

         
         

NOTE: L’originale “What The World Needs Now Is Love” inizialmente era stata proposta a Dionne Warwich, che ne registrò una sua personale versione nel 1966. La prima registrazione di questo notissimo brano è accreditata però all’affascinante cantautrice statunitense Jackie De Shannon (Sharon Lee Myers) e a lei si deve la hit da # 7 della Hot 100 della Billboard, posizione raggiunta in maggio del 1965. Di questo brano esistono oltre 130 versioni accertate, sia di esecuzioni strumentali eseguite da orchestre, sia in versione cantata in svariate lingue da parte di cantanti pop, americani, europei e giapponesi, noti e meno noti.
La copertina di “What The World Needs Now Is Love”, fa parte del LP “This is Jackie De Shannon” dello stesso anno 1965.

Rossana Bernardini*

 

Rossana Bernardini - Pane, Burro e Marmellata (Franco Migliacci) / Sei con le spalle al muro (Franco Migliacci, Flavio Carraresi, Gian Claudio Mantovani) 1965 45 rpm RCA - PM 3317
Lato A- The Newbeats - Bread and Butter (Jay Turnbow, Larry Parks) 1964 45 rpm Hickory Records - 45-1269

Note:
1) Il disco è stato pubblicato da una major (la RCA filiale italiana), ma ciò nonostante di questa interprete, Rossana Bernardini, attualmente in rete non ci sono tracce di sorta.
2) Nessuna relazione con il gruppo vocale di ragazzini citato sopra, solo una coincidenza il titolo italiano della cover di Rossana Bernardini.
2) Il gruppo statunitense The Newbeats era un trio proveniente dalla Louisiana ed è rimasto attivo dieci anni esatti (1964/1974)  ha producendo una decina di 45 giri e due LP. La loro canzone “Bread And Butter" è stata quella di maggior successo, una hit che raggiunse il # 2 della Billboard Hot 100 in agosto del 1964.

 

Rossella (Canaccini)*

 

Rossella - Tu non pensi alla mia età (Marco Cecioni) / Rock Around the Clock (Max C. Freedman, Jimmy De Knight) 1974 45 rpm RCA - TBO 1055
Lato A - Neil Sedaka - Happy Birthday, Sweet Sixteen (Howard Greenfield, Neil Sedaka) 1961 45 rpm RCA Victor - 47-7957

Note:
1) La canzone “Tu non pensi alla mia età” di Rossella Canaccini, che registrò questo brano col solo nome di battesimo, non è presente ne’ in SIAE, ne’ in ISWC Net, ma la cover è dichiarata sul disco, col titolo e gli autori originali.
2) Il brano sul lato B, una cover del celeberrimo rock 'n roll di Billy Haley, dovrebbe essere eseguita in originale visto il titolo. Non è disponibile su YouTube per verifica.

 

Rossella Valenti (Rossella Canaccini)

 

Rossella Valenti – Il cielo (Gianfranco Baldazzi-Lucio Dalla-Gian Piero Reverberi-Sergio Bardotti) / Sono nata per un uomo (Franca Evangelisti) 1976 45 rpm RCA – TPBO 1202

Lato B BarrabasWoman (Arbex: alias José Fernando Arbex Miró) 1972 45 rpm RCA Victor – 3-10780

NOTE

1)      Rossella Valenti è lo pseudonimo di Rossella Canaccini (LI 1953). Una bella voce potente e molto bene intonata non poteva passare inosservata alla RCA Italiana, che le fece incidere quattro 45 giri e questo è proprio l’ultimo della serie, anche unico registrato a nome Rossella Valenti, mentre i primi tre col solo nome Rossella. Attualmente di Rossella si hanno notizie, almeno fino alla data di redazione di queste note, che è un’insegnante di canto nella scuola di musica C.D.M.I. di Piombino, che insieme alla sua dirigente scolastica Viviana Tacchella fecero parte della band tutta al femminile denominata “Stars”, che esordì quando Rossella aveva solo 15 anni. Un fatto curioso è: che questo gruppo si sia esibito per i soldati americani impegnati nella guerra del Vietnam(1955/1975). La canzone “Sono nata per un uomo” è presente in YouTube

2)      Barrabas è stato un gruppo funk-rock spagnolo attivo dal 1971, che continuò l’attività effettuando vari cambi di formazione e generi musicali fino ad oggi. L’autore di “Woman” Fernando Arbex (1941 /2003), è stato anche il compositore e il batterista di questa band. “Woman” YouTube  

 

La Strana Società

 

La Strana SocietàPop Corn (Gershon Kingsley) / Nel giardino di Tamara (Roby Valle – Vincenzo Nocera) 1972 45 rpm Fonitspf 31299

Lato A - Gershon KingsleyPop Corn (Gershon Kingsley) 1969 LP 33 rpm “Music To Moog By Gershon Kingsley” Audio Fidelity-AFSD 6226

     
     

NOTE

1)      Pop Corn è stato un notissimo brano strumentale, anche in in Italia con questa versione de La Strana Società, i quali trovarono questa grande fortuna anche perché facevano parte della prestigiosa etichetta della RAI, la Fonit Cetra e così che poi ebbero modo di farsi ascoltare da un vastissimo pubblico. Ciò era dovuto dall’utilizzo di questo brano come sigla per due famose rassegne musicali prodotte in radio e sono: Hit Parade e Supersonic. Vedi la copertina a sinistra, una esecuzione speciale che celebra l’evento. Pop Corn è in YouTube  

2)      Il compositore Gershon Kingsley, nome d’arte di Götz Gustav Ksinski, nato tedesco, ma statunitense di adozione ed è attualmente un brillante novantenne. Egli è considerato uno dei primi musicisti, pionieri della musica elettronica, basata su sintetizzatori Moog e l’utilizzo di questo strumento è bene evidenziato particolarmente in questo suo grande successo del 1969 che si può ascoltare in YouTube

La Strana Società – Il Vagabondo di Harlem (Daiano: alias Claudio Fontana) / Pepper Box (Arpadys:alias Pierre-Alain Dahan*-Mathias Camison*) - 1973 45 rpm Fonit-SPF 31310

Lato A – The SweepersHarlem song (Michel Kricorian - Miroslav Konecny) 1973 45 rpm Warner Bros. Records-WB 16318

Lato B – The Peppers Pepper Box (Arpadys:alias Pierre-Alain Dahan * - Mathias Camison) 1973 45 rpm Sirocco – 48001

     
     

NOTE

1)    “il vagabondo di Harlem” YouTube

2)    “Harlem Song” YouTube

3)    “Pepper Box” è un esecuzione strumentale sia la cover italiana, che l’originale

 

La Strana Società - Fiori gialli (Vincenzo Nocera, Roberto Valle) / Quella Donna sei tu (Bruno Lauzi) 1973 45 rpm Fonit Cetra - SPF 31304
Lato B - Dimitri - Poor Soul (Robert Rupen, alias Robert Costandinos, Cyril Azzam) 1972 45 rpm Mercury - 6011 033.

Dimitri Tambossis è il vero nome di questo chitarrista e cantante nativo ungherese ma greco di adozione. Dopo un certo periodo trascorso in Francia, una volta lasciato la Grecia nel 1970, ebbe occasione di suonare nei concerti di Demis Roussos, allora in tour per l’Europa, dopo lo scioglimento degli Aphrodite’s Child ed è proprio in Francia che si affermò come solista. La sua “Poor Soul” è stato il suo più grande successo, # 1 della top ten francese nel 1972. Tuttora vive ad Atene, continuando la sua attività come paroliere e compositore.

 

Le Svitate

 

Le Svitate – God Save The Queen (adattam.di: Nora Orlandi-Puccio Roelens:alias Amleto Armando Roelens) / Chi mi accompagnerà (adattamento di Gianni Meccia-Nora Orlandi-Puccio Roelens) - 1966 45 rpm RCA – PM 45 3367

Lato A - Traditional – God Save The Queen (1745)

Lato B - Marc Antoine Charpentier – Te Deum-H 146 (fine 1600)

     
     

Suzie

 

SuzieGianni (Alberto Testa) / Quando Balliamo (Vito Pallavicini) 1964 45 rpm Jolly – J 20285x45

Lato A - Suzie - Johnny loves me (John-Larry Finneran) 1963 45 rpm Sonet – T 7572

Lato B SuzieWonderin’ (John-Larry Finneran) 1964 45 rpm Sonet – T 7578

       
 

NOTE

1)      Suzie è stata una famosa cantante olandese, che dai primi anni 60 divenne cittadina svedese e il suo vero nome è Maria Pereboom (1946/2008). Queste due canzoni sono in realtà due auto-cover della stessa cantante Suzie, la prima è stata ripresa dal singolo 45rpm d’esordio(1963), mentre la seconda è ripresa dal quarto singolo(1964).

2)      Le due canzoni in italiano al momento non sono disponibili in YouTube, mentre c’è l’originale “Johnny loves me” e di “Wonderin’” c’è la versione tedesca.

 

Tina

 

Tina – Quelli erano giorni (Daiano, alias Claudio Fontana) / C’est toujours (Vline Buggy - Victoria Pike - Teddy Randazzo) - 1969 45 rpm Joker-M 7014
Lato A – Mary Hopkin – Those Were The Days (Gene Raskin – Boris Fomin) 1968 45 rpm Apple Records – APPLE 2

 
         

NOTE
1)
Tina è una cantante francese, il cui vero nome è Maguy Banon, che adottò anche lo pseudonimo Malika, oltre a Tina Banon e infine Tina.
2) “Quelli erano giorni” era un successo internazionale già molto nota in Italia per le versioni di Sandie Shaw, Gigliola Cinquetti, Dalida e della stessa Mary Hopkin che ne interpretò una versione in italiano oltre a quella inglese, comunque tutte dello stesso anno 1968. Su M&M è possibile leggere la traduzione e la storia della canzone e della sua versione italiana, non proprio fedele.
3) La canzone del lato B “C’est toujours” è un adattamento in francese della canzone “Yesterday has gone”, coscritta da Teddy Randazzo e Victoria Pike, per il gruppo statunitense “Anthony & The Imperials.

 

Tony Raico

 

Tony Raico – In due (Sergio Bardotti – Vito Tommaso – Giuseppe De Luca) / Io ti avrò (Bruno Pallesi) 1968 45 rpm RCA Talent – TL 14

Lato B Jackie Wilson - To Be Loved (Berry Gordy Jr. – Carlo Tyran) 1958 45 rpm Brunswick – 9-55052

     
 

NOTE

1)      La canzone “Io ti avrò” al momento non è presente in YouTube. Visto che nel disco, oltre agli autori stranieri viene citato anche il titolo della canzone originale “To Be Loved”, resta confermato che lo sconosciuto cantante Tony Raico abbia semplicemente ripreso la magnifica canzone di Jackie Wilson.

 

Tony Spada

 

Tony Spada - Non è così (Amenni: alias Antonio Mennillo) / Quel ragazzo (Ermanno Parazzini) 1966 45 rpm Ciao Ragazzi(Clan) – CR 01018
Lato A – Tom Jones - Key to My Heart (Gordon Mills Jr.) - 1965 45 rpm Decca – F.12292

Lato B - Tom Jones - Some Other Guy (Gordon Mills Jr.) - 1965 45 rpm Parrot - 45-9787 /  Prima incisione per il mercato inglese del maggio 1965 su LP "Along come Jones", album di esordio, Decca LK 4693.

       
 

NOTE

1)      Per la canzone “Non è così”, dopo aver vagato in lungo e in largo per il web, dove non ci sono riscontri sulla canzone originale di riferimento e dopo vari tentativi nel sito della SIAE, dopo aver visionato tutte le 167 canzoni con lo stesso titolo e ricaricato con più tentativi la pagina col titolo italiano perchè c’è qualcosa nel database della SIAE che non funziona bene, ma alla fine fortunatamente sono arrivato a “Non è così” col solo compositore e autore inglese Gordon Mills tra gli aventi diritto; espandendo la pagina ho trovato il titolo originale “Key To My Heart”. Poi nella pagina dedicata a Gordon Mills in Wikipedia scopro senza tanta meraviglia che la canzone la incise Tom Jones. Per la canzone del Lato B “Quel Ragazzo” ho seguito analogamente la ricerca come per la prima ed ecco che son potuto arrivare alla soluzione, ciononostante anche per questa canzone, nel web, non ci siano riscontri.

 

Valentino

 

ValentinoLa mia poesia (Carfin, alias Donato Cafaro) / E adesso io (Livio Musso) - 1979 45 rpm Rifi – RFN NP 16798
Lato A - (Interprete non individuato) – Ma poésie (Bopper)
Lato B – Gilbert Bécaud - Et maintenant (Pierre Delanoë - Gilbert Bécaud) - 1961 45 rpm EP La Voix De Son Maître – EGF 570

     
     

NOTE
1) Valentino è solo il cognome di questo poco noto cantante casertano il cui vero nome è Giancarlo Valentino.
2) L'originale della canzone “La mia poesia” non è Individuabile. In Siae ci sono 21 canzoni con lo stesso titolo, ma nessuna di queste porta la firma (Bopper) o (Carfin), chiaramente cercando quest’ultimo col vero nome Cafaro Donato, mentre (Bopper) potrebbe solo essere uno pseudonimo, tra l’altro completamente inesistente alla Siae, alla ISWC Net e persino alla SACEM. E’ difficile quindi risalire al vero autore e all’interprete originale del brano “Ma Poésie”.
3) La canzone “E adesso io” è una versione del cavallo di battaglia di Gilbert Becaud ed era già nota nella versione di Nicola di Bari, sempre del 1979.

 

Vana

 

Ed ora si (Felice Piccarreda – Tommaso Biggiero) / Tu c’eri già (Tommaso Biggiero) - 1969 45 rpm Philips – PF 363 748
Lato A - Aphrodite’s Child I Want To Live (Boris Bergman - Vangelis Papathanasiou)
Lato B - Originale non identificato (Vangelis Papathanasiou)

     
     

NOTE
1) Vana Verouti è il vero nome di questa cantante nata in Grecia e cresciuta a Buenos Aires (Argentina). All’età di 17 anni arrivò a Roma ed ebbe modo di registrare in italiano alcune delle più famose canzoni di Mikis Theodorakis, Manos Hadjidakis e infine questa di Vangelis Papathanasiou “Ed ora si”. Si tratta della versione italiana di “I Want to Live”, un successo in Italia da #44 nel top annuali dei singoli più venduti nel 1969, conquistato dal gruppo greco d’appartenenza dell’autore Papathanasiou: gli Aphrodite’s Child.
Dopo aver registrato per lo stesso autore greco una serie di 45 giri e diversi album 33 giri in Gran Bretagna, Vana infine si stabilì definitivamente nella sua terra d’origine, la Grecia, esattamente sull’isola di Mykonos, ed è tuttora impegnata a scrivere libri.
2) Anche la canzone del lato B è firmata da Papathanasiou, ma non è possibile risalire all’originale perché nel disco non è stato segnalato il titolo e anche perché al momento non è disponibile all’ascolto.

 

Vanna Brosio**

 

Vanna Brosio - Le mele verdi 1970 (Vito Pallavicini) / Proibito ricordare (Mogol, Cristiano Minellono, Renato Serio, Carlo Bruno Longhi) gennaio 1970 45 rpm Variety - FNP-NP 10143
Lato A - O.C. Smith - Little Green Apples (Robert “Bobby” Russell) 1968 45 rpm Columbia - 4-44616 estratto da LP “ Hickory Holler Revisited” Columbia - CS 9680 del 1968
Note:
1) Vanna Brosio (Torino 1943/2010) è stata una nota conduttrice televisiva, cantante e attrice italiana che nel corso della sua invidiabile carriera, aiutata anche dalla sua bella presenza, ha avuto modo di registrare una ventina di 45 giri, e questo è il sesto della serie.
2) O.C. Smith è lo pseudonimo del cantante soul e jazz statunitense Ocie Lee Smith e la sua canzone “Little Green Apples” è stata una hit da #2 della hot 100 e #2 della Billboard R&B chart in agosto del 1968. La prima versione della canzone country autore Bobby Russel è stata pubblicata da Rogerr Miller.

Vanna Brosio - Non rispondo di me (1964) / Soul Dance (1963) - Tommy Leonetti

Singolo 45 giri, La Voce del Padrone - 7MQ 1925, pubblicato a settembre 1964, testo italiano di Alessandro Colombini e Mogol. Lato B "Ed ora te ne vai". L’originale era stata scritta e composta dal cantautore statunitense Gene Lynd, nome d’arte di Bryant Eugene Lindsay. L’esecutore originale di questo brano era il cantante pop e attore statunitense Tommy Leonetti, nome d’arte di Nicola Tomaso Lionetti, altro cittadino americano di origine italiana, anche lui come molti del New Jersey. Disco originale: retro del singolo 45 giri “Somebody Loves You”, RCA Victor - 47-8251.

Vanna Brosio - La montagna (1976) /  A montanha (1972) - Roberto Carlos

Singolo 45 giri, Cetra - SP 1617, testo italiano di Cristiano Malgioglio, già noto per aver scritto tante versioni nella nostra lingua di canzoni composte ed eseguite dal cantante pop brasiliano Roberto Carlos, tra il 1967, fino alla prima metà degli anni 1980. L’originale era stata coscritta dal cantante e compositore brasiliano Erasmo ”Carlos” Esteves e dal suo sodale collega, connazionale e intimo amico Roberto Carlos Braga. Disco originale: LP 33 giri “Roberto Carlos”, CBS 137795.

 

© Musica & Memoria - Novembre 2015 - Alberto Maurizio Truffi / Informazioni e riproduzioni delle copertine delle cover messe a disposizione da Claudio Venier salvo ove indicato con asterisco / Ricerche, Note e integrazioni a cura di Ignazio Sulis / Integrazioni indicate con (*): Maggio 2016 / Integrazioni indicate con (**): Ottobre 2021 / Copia per usi commerciali non consentita

CONTATTO

HOME

Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.