Musica & Memoria / David Bowie - Ragazzo solo, ragazza sola

David Bowie - Ragazzo solo, ragazza sola

HOME

MENU

 

La mia mente ha preso il volo
Un pensiero, uno solo
Io cammino mentre dorme la città

I suoi occhi nella notte
Fanali bianchi nella notte
Una voce che mi parla, chi sarà?

Dimmi ragazzo solo dove vai,
Perché tanto dolore?
Hai perduto senza dubbio un grande amore
Ma di amori e' tutta piena la città,

No ragazza sola, no no no
Stavolta sei in errore
Non ho perso solamente un grande amore
Ieri sera ho perso tutto con lei.

Ma lei
I colori della vita
Dei cieli blu
Una come lei non la troverò mai più

Ora ragazzo solo dove andrai
La notte e' un grande mare
Se ti serve la mia mano per nuotare
Grazie ma stasera io vorrei morire

Perché sai negli occhi miei
C'e' un angelo, un angelo
Che ormai non vola più
Che ormai non vola più
Che ormai non vola più

C'e' lei
I colori della vita
Dei cieli blu
Una come lei non la troverò mai più

(finale con assolo di chitarra elettrica)

 

Note

 

Testo di Mogol, trasposizione in italiano da parte dello stesso David Bowie del suo celebre successo Space Oddity (il singolo è stato pubblicato dalla Philips con numero di catalogo BW704 208 nel novembre del 1969). L'accenno al volo è tutto quello che rimane del testo originale, completamente ignorato in questa versione nella nostra lingua.
La medesima cover era stata proposta da un duo che si era dato il profetico nome I Computers, in un singolo probabilmente di poco precedente, sempre del 1969 (numero di catalogo ZN 50016) pubblicato dalla etichetta Numero Uno di Mogol e Battisti, con un buon riscontro di vendite (n.23 in Hit-Parade nel 1970).

Torna alle cover adulterate / Informazioni sul singolo 45 giri

 

Ads by Google


 

Musica & Memoria 2002 / Testo originale di Mogol, riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita / Revisioni: Ottobre 2007 (citazione I Computers)

CONTATTO

HOME