Musica & Memoria / Talking Heads  - The Road To Nowhere

Talking Heads  - The Road To Nowhere (1985)

HOME

MENU

   

Well we know where we're going, but we don't know where we've been
and we know what we're knowing, but we can't say what we've seen
and we're not little children, and we know what we want
and the future is certain, give us time to work it out

Sappiamo dove stiamo andando, ma non sappiamo dove siamo stati
e conosciamo quello che (dobbiamo) conoscere
ma non possiamo raccontare quello che abbiamo visto
e non siamo bambini, e sappiamo quello che vogliamo (1)
e il futuro è certo, dateci il tempo per lavorarci su

We're on a road to nowhere, come on inside
we'll take that ride to nowhere, we'll take that ride
feeling ok this morning, and you know
we're on a road to Paradise, here we go, here we go

Siamo su una strada che non porta in nessun posto, vieni anche tu
stiamo partendo per questo viaggio verso nessun posto
mi sento bene questa mattina, e lo sai (anche) tu
che siamo su una strada per il Paradiso, andiamo, andiamo

We're on a ride to nowhere, come on inside
taking that ride to nowhere, we'll take that ride
maybe you want me while I'm here, I don't care
even when time isn't on our side, I'll take you there, take you there

Siamo su una strada che non porta in nessun posto, vieni anche tu
stiamo partendo per questo viaggio verso nessun posto
forse mi vuoi mentre sono qui, non m'importa
anche se il tempo non è dalla nostra parte, ti ci porterò, ti ci porterò

We're on a road to nowhere
we're on a road to nowhere
we're on a road to nowhere

Siamo su una strada che non porta in nessun posto
Siamo su una strada che non porta in nessun posto
Siamo su una strada che non porta in nessun posto

There's a city in my mind so come on and take the ride, and it's alright, baby it's alright
and it's very far away, but it's going day by day and it's alright, baby its alright
would you like to come along? you can help me sing this song and its alright, baby its alright

C’è una città nella mia mente, quindi vieni e parti per questo viaggio (2)
ed è tutto a posto, tesoro, tutto a posto
ed è molto lontano, ma andremo avanti giorno dopo giorno ed è tutto a posto, tutto a posto
Vuoi venire anche tu? Puoi aiutarmi a cantare questa canzone ed è tutto a posto, tutto a posto

There's a city in my mind so come on and take the ride, and it's alright, baby it's alright
and it's very far away, but its going day by day and its alright, baby its alright
would you like to come along? you can help me sing this song and it's alright, baby it's alright
They can tell you what to do, oh god they'll make a fool of you, and its alright, baby its alright

C’è una città nella mia mente, quindi vieni e parti per questo viaggio
ed è tutto a posto, tesoro, tutto a posto
ed è molto lontano, ma andremo avanti giorno dopo giorno ed è tutto a posto, tutto a posto
Vuoi venire anche tu? Puoi aiutarmi a cantare questa canzone ed è tutto a posto, tutto a posto
Possono dirti cosa devi fare, ma ti prenderanno in giro
ed è tutto a posto, tutto a posto

We're on a road to nowhere
we're on a road to nowhere
we're on a road to nowhere

Siamo su una strada che non porta in nessun posto
Siamo su una strada che non porta in nessun posto
Siamo su una strada che non porta in nessun posto

(Autori: Byrne, Frantz, Harrison, Weymouth)

 
   

 

Ads by Google

Note

   
 

La strada che non porta in nessun posto di questa canzone dei Talking Heads, tornata di attualità di recente grazie alla cover molto efficace (e molto originale) dei Nouvelle Vague, non è quella che percorreva testardamente Martino Testadura nel famoso racconto di Gianni Rodari, e che lo conduceva al tesoro che spetta solo a chi percorre per primo e con coraggio strade mai tentate da altri. E' piuttosto un luogo dove condurre e perdere una massa persone pronte a credere a qualsiasi promessa di qualsiasi santone, guru o demagogo di turno. La stessa storia e la stessa metafora della favola raccolta dai fratelli Grimm, Il pifferaio di Hamelin, ancor più precisa nella storia di Pinocchio con il personaggio dell'Omino di burro. Una storia già messa in musica tante volte e con diverse sfumature, da Bob Dylan con Mr. Tambourine Man, da Crispian St Peter con The Pied Piper (da noi, Bandiera Gialla, in una traduzione decisamente adulterata), dai Traffic con Mr. Fantasy e nel 1984 anche da David Byrne con i suoi Talking Heads.
Le immagini sono tratte dal videoclip ufficiale del 1985. Dei Talking Heads è disponibile anche la traduzione di This Must Be The Place.

(1)

La canzone inizia con un coro e questo primo verso già chiarisce ironicamente che i seguaci non si sentono affatto bambini e sprovveduti, come avviene infatti sempre a chi segue una delle tante reincarnazioni dell'Omino di burro

 (2)

L'obiettivo del viaggio è una città ma è solo nella mente del pifferaio, non sono necessari nomi e spiegazioni, ma solo assicurazioni che è "tutto a posto".

   
   

Ads by Google

 

Musica & Memoria Giugno 2012 / Traduzione Alberto Maurizio Truffi / Riproduzione del testo degli autori citati per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

DISCLAIMER

HOME