Flora, fauna e cemento - Superstar

HOME

MENU

 

Lei non c'è, lei non c'è
esce con tutti ma non con te

Non ho chiesto che lei fosse pazza di me
non ho chiesto che mi desse niente di sé
non ho chiesto niente niente niente però
il diritto di vederla almeno ce l'ho

So che dietro alla sua bocca c'è il paradiso
e sto fuori a chiedere uno straccio di sorriso

non te lo darà
si me lo darà
ma che pazzo sei
amo solo lei

Lei non c'è, lei non c'è
esce con tutti ma non con te
vieni al bar, vieni al bar
e lascia perdere Superstar
Superstar credimi, ama far piangere gli uomini
Superstar credimi, gode a far piangere gli uomini

(schitarrata)

Ha paura di volermi bene, chissà?
Ma di un cuore senza amore che se ne fa?
E stavolta deve dirmi perché
il più brutto dei cretini è meglio di me
So che dietro alla sua bocca c'è il paradiso
e sto fuori a chiedere uno straccio di sorriso

non te lo darà
si me lo darà
ma che pazzo sei
amo solo lei

Lei non c'è, lei non c'è
esce con tutti ma non con te
vieni al bar, vieni al bar
e lascia perdere Superstar
Superstar è così, a chi non l'ama lei dice sì
anche tu l'ami un po', ti fa morire, poi dice no

Superstar credimi, ama a far piangere gli uomini
Superstar credimi, gode a far piangere gli uomini

Lei non c'è, lei non c'è
esce con tutti ma non con te
vieni al bar, vieni al bar
e lascia perdere Superstar

....

Note

   

Questa incredibile versione del classico motivo portante e apripista dell'album e del musical Jesus Christ Superstar, il brano nel quale Giuda già suicida rifletteva sulla sua scelta e sui suoi dubbi (leggi qui il testo originale tradotto), è ampiamente commentata nella sezione dedicata ai numerosi casi di cover adulterate molto comuni in Italia negli anni '60 e nei primi anni '70, quando l'eccesso di domanda di musica generava un ricorso massiccio alla produzione straniera da adattare in modo più o meno disinvolto alla lingua italiana.
Dal punto di vista musicale non male però la interpretazione del gruppo della etichetta Numero Uno. Il singolo (Numero Uno ZN 50030) è stato pubblicato nel settembre del 1970, sul lato B un'altra cover da un brano celebre, Il Ponte, da Bridge Over Troubled Waters.
L'originale era stato pubblicato su 45 giri a novembre del 1969 ed era un'anticipazione dell'album poi uscito nei negozi nello stesso settembre 1970 di questa edizione italiana. Il musical sarebbe stato poi rappresentato a Broadway a ottobre del 1971.

Prendere una canzone che, seppure con un punto di vista inconsueto (dalla parte di Giuda) parla del mistero della missione di Cristo nel nostro mondo, e trasformarla in una canzone di amore infelice (ma non in senso romantico) per una donna non proprio angelicata. Come sarà venuto in  mente a quelli della Numero Uno di Battisti e Mogol e a Herbert Pagani che ha inventato il testo, rimane un mistero. Certo, riguardo a Pagani, non perché non capiva il testo originale, era libanese e poliglotta. E' possibile che fosse un modo di prendere in giro un'operazione che sapeva di recupero per giovani delle tradizioni cristiane e cattoliche. O un semplice gioco provocatorio, goliardico. Da notare comunque le date: il singolo esce a settembre del 1970, in contemporanea con l'album in UK, il singolo UK e USA era uscito un anno prima, ma conteneva solo questa canzone, che peraltro non appare così intrisa di religiosità e fedele alla passione di Cristo come il resto dell'opera rock. E' possibile quindi che l'album non fosse ancora noto quando hanno registrato la canzone in italiano, da qui un possibile equivoco. Da notare infine la copertina del singolo totalmente fuori contesto per la versione religiosa e per quella profana. Sembra più che altro la copertina di un disco per bambini, della sigla di un cartone della TV. Ma con tutta la buona volontà il testo non sembra adatto ai bambini degli anni '70 (e neanche a quelli dei decenni successivi).
Vedi
: Il testo e la traduzione dell'originale / La libera interpretazione in italiano.

Nota sul testo: In corsivo è indicato il controcanto affidato al coro femminile, in piano il canto del solista.

 
   

© Alberto Maurizio Truffi 2003 - Musica & Memoria / Testo originale trascritto da A.Truffi, riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

CONTATTO

HOME