Aretha Franklin - The House That Jack Built (1968)

HOME

MENU

   

This is the house that Jack built, y'all
Remember this house

Questa è la casa che ha costruito Jack,
voi tutti, ricordatevi di questa casa

This was the land that he worked by hand
It was the dream of an upright man
There was the room that was filled with love
It was a love that I was proud of
This was a life of a love that he planned
On the love, the same old love

Questa è la terra che lavorava con le sue mani
Era il sogno di un uomo giusto
C'era lì la stanza che era piena d'amore
Era un amore di cui ero orgogliosa
Questa era la vita d'amore che aveva voluto
Basata sull'amore, il buon vecchio amore

In the house that Jack built
(The house that Jack built)
Remember this house

Nella casa che Jack ha costruito,
(la casa che Jack ha costruito)
Ricordatevi di questa casa

There was the fence that held our love (Yes it was)
There was the gate that he walked out of
This is the heart that is turned to stone (Yes it is)
This was the house, but it ain't no home
This is the love that I once had
In a dream that I thought was love

Lì c'era la cancellata che conteneva il nostro amore (Sì, c'era)
C'era il cancello da cui è uscito
(Proprio così)
Questo è il cuore che si è trasformato in pietra
Questa era la casa, ma non è (più) una casa
Questo è l'amore che ho avuto un tempo
In un sogno che pensavo fosse amore

In the house that Jack built
(The house that Jack built)
I'm gon' remember this house

Nella casa che Jack ha costruito,
(la casa che Jack ha costruito)
Mi ricorderò di questa casa

Oh, what's the use of crying?
You know I brought it on myself
There's no denying
But it seems awful funny
That I didn't understand
Was it a house of an upright man, y'all?

Oh, a che serve piangere?
Lo sapete, mi sono fatta del male da sola
Non si può negare
Ma sembra terribilmente ironico
Che io non abbia compreso
Che era la casa di un uomo giusto, non credete?

Up on the hill there's a big plan still
In the house that Jack built
(The house that Jack built)
I'm gon' remember this house
(the house that Jack built)
Listen!
I got the house
I got the car
I got the rug
And I got the rack
But I ain't got Jack
(I ain't got Jack, Jack, Jack)
And I want my Jack back!
(I ain't got Jack, Jack, Jack)

Sulla collina c'è ancora una grande possibilità
Nella casa che Jack ha costruito
(la casa che Jack ha costruito)
Mi ricorderò questa casa
(la casa che Jack ha costruito)
Ascolta!
ho la casa
ho una macchina
Ho la parrucca (1)
E ho sofferto (abbastanza)
Ma non ho Jack
E rivoglio il mio Jack!
(E non ho Jack, Jack, Jack)
E rivoglio il mio Jack!

I turned my back on Jack
He said he wasn't coming back
I turned my back on Jack
He said he wasn't coming back
Oh, Jack
You oughta come on back
(Come on, come on, come on)
Oh, Jack
(Come on back, Jack)
You oughta come on back
(Come on back, Jack)
To the one that you built
(Come on back, Jack)
It's the same one that you built
(Come on back, Jack)
You oughta come on back, Jack
(Come on, come on, come on)
Oh, come back
I didn't understand
(Come on back, Jack)
Until I lost my upright man
(Come on back, Jack)
Come on back, Jack
(Come on back, Jack)
You oughta come on home now
(Come on back, Jack)

Ho voltato le spalle a Jack
Ha detto che non sarebbe tornato
Ho voltato le spalle a Jack
Ha detto che non sarebbe tornato
Oh, Jack
Dovresti tornare indietro
(Dai dai dai)
Oh, Jack
(Ritorna (da me), Jack) (2)
Dovresti tornare (da me)
(Ritorna da me, Jack)
A quello che hai costruito
Dovresti tornare (da me)
È tutto quello che hai costruito tu
(Ritorna da me, Jack)
Dovresti tornare da me, Jack
(Dai dai dai)
Oh, torna indietro
Non avevo capito
(Ritorna da me, Jack)
Fino a quando non ho perso il mio uomo giusto
(Ritorna da me, Jack)
Torna da me, Jack
(Ritorna da me, Jack)
Dovresti tornare a casa adesso
(Ritorna da me, Jack)

Autori: Bobby Lance, Fran Robins (Francine Rabinowitz)

Note

Dopo due successi mondiali che avevano messo in chiaro il ruolo della donna nel rapporto di coppia (Respect e Think), Aretha Franklin propone nello stesso anno 1968 una canzone in cui è la donna ad essere dalla parte del torto e tenta di ricucire, probabilmente con poche speranze di successo, il rapporto con un "uomo giusto" che lei rimpiange, assieme all'errore che ha fatto. Non un passo indietro, è un rimpianto che in 1000 canzoni hanno espresso 1000 cantanti maschi. La canzone era stata pubblicata nello stesso anno da un'altra cantante soul, Thelma Jones, moto meno nota e di non lunga carriera, ed è diventata celebre con questa successiva versione, arrivata al n.2 nella R&B chart USA. Curioso notare che i due autori risultino aver scritto e composto unicamente questa canzone.

Note alla traduzione
(1) Si riferisce probabilmente alla parrucca che le donne afroamericane usavano (ed usano ancora) per coprire i capelli crespi ed avere un aspetto più alla moda.
(2) Letteralmente "torna indietro" da' maggiore enfasi al ritorno alla casa e quindi da lei, invece "torna da me" dà maggiore enfasi al ritorno da lei e quindi alla casa del loro amore. Scegliete voi la traduzione che preferite.

   

Musica & Memoria Dicembre 2021 / Testo originale di Fran Robins riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

CONTATTI

HOME