Musica & Memoria / Bushmen - La linea verde

Bushmen - La linea verde

COMPLESSI

HOME

MENU

 

La linea verde
quella speranza che
c'è in tutti i ragazzi come noi

Se c'è tra voi qualcuno che
non sa cos'è
si unisca a noi 
e capirà

Vediamo solo incomprensione
intorno a noi
ognuno pensa solo a sé

Verde è la nostra età
verde è la libertà
di dire e pensare quello che vuoi

Tutto il male che oggi c'è
indietreggerà di fronte a noi
fonderemo un'altra società
fatta di bontà

La linea verde
quella speranza che
c'è in tutti i ragazzi come noi

La linea verde
come la nostra età
la linea verde
la nostra libertà
.....

 

Note

 

La canzone - manifesto del breve movimento La linea verde, ideato e sponsorizzato negli anni cruciali del beat da Giulio Rapetti (Mogol) è stata affidata ad un gruppo inglese per un breve periodo attivo in Italia, come molti altri complessi stranieri.
Parole piuttosto generiche, come si vede, su un ritmo tipicamente beat, una cover di un brano del giamaicano Jackie Edwards, dal titolo originale Somebody Help Me (e ovviamente testo del tutto diverso), nota soprattutto nella versione dello Spencer Davis Group, loro secondo singolo dopo la nota Keep On Running, dello stesso autore e abbastanza simile.

 

Vedi anche:

Il beat e le canzoni di protesta / I complessi beat / I testi / Le copertine / Il fenomeno delle cover / Cover “adulterate” / La radio /  Dove trovare i dischi beat?

  

Musica & Memoria Febbraio 2006 / Testo originale di Mogol riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

DISCLAIMER

HOME
ENGLISH