Talk Talk - It's My Life (1984)

HOME

MENU

   

Funny how I find myself in love with you
If I could buy my reasoning,
I'd pay to lose
One half won't do

E' buffo trovarsi innamorato di te
Se potessi comprare il mio modo di ragionare
Lo pagherei fino a perdere (tutto)
Una met non sarebbe abbastanza

I've asked myself: how much do you
Commit yourself?
It's my life, don't you forget
It's my life, it never ends (It never ends)

Ho chiesto a me stesso: quanto
ti sei impegnato (realmente)?
la mia vita, non dimenticarlo
la mia vita, ed infinita (infinita)

Funny how I blind myself, I never knew
If I was sometimes played upon, afraid to lose

E' buffo come non ho voluto vedere, non ho mai saputo
Se a volte sono stato manipolato, avevo paura di perdere

I'd tell myself, what good you do
Convince myself
It's my life, don't you forget
It's my life, it never ends (It never ends)

Avrei dovuto dire a me stesso: Cosa hai fatto di buono
per convincerti?
la mia vita, non dimenticarlo
la mia vita, ed infinita (infinita)

(Instrumental)

(Strumentale)

I've asked myself, how much do you
Commit yourself?
It's my life, don't you forget
Caught in the crowd, it never ends
It's my life, don't you forget
Caught in the crowd, it never ends
It's my life, don't you forget
Caught in the crowd, it never ends
 

Ho chiesto a me stesso: quanto
ti sei impegnato (realmente)?
la mia vita, non dimenticare
Anche in mezzo alla folla, infinita
la mia vita, non dimenticare
Anche in mezzo alla folla, infinita
la mia vita, non dimenticare
Anche in mezzo alla folla, infinita

Note

Primo successo internazionale per i Talk Talk, un gruppo inglese tra i pi noti nella seconda met del decennio, un'altra canzone che entra di diritto nella colonna sonora degli anni '80. Il tema che ispira il brano non nuovo, una storia d'amore arrivata ad un punto critico per il tradimento di lei, che lui non ha voluto vedere, e si chiede perch. Ma originale nell'approfondimento psicologico (pur se lasciato solo a due frasi) e per l'apertura positiva verso la forza interiore, infinita, alla quale si affida il protagonsita. Altra ottima creazione musicale e artistica di Mark Hollis, leader del gruppo, autore e interprete del brano., ha ritenuto necessario precisare, con raffinata ironia inglese, che non riteneva consigliabile adottare questo stile di vita.

Anche in questo caso, come per Enola Gay, Shout o Love Of The Common People, Such A Shame degli stessi Tal Talk, un testo problematico, molto lontano dall'edonismo degli anni '80.

Nelle immagini i Talk Talk nel 1984 e nel 1990. Mark Hollis il secondo a sinistra in entrambe le foto.

Ads By Google

Traduzione Alberto Maurizio Truffi - Novembre 2020 / Riproduzione del testo originale di Mark Hollis per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

CONTATTO

HOME