Carmen Villani / Fausto Leali - Hippy (1967)

HOME

MENU

 

Complessi beat / Covers / Canzoni di protesta / Anni '60 / Discografie / Testi / Radio libere

 

Hippy

   

Hippy, hippy, hippy, hippy dove vai
Il tuo fior di carta a chi lo dai
Con il cuore in mano per la via
Tra le gente che va
Non c'è amore per te
Come è avara la città

Se tu cerchi una casa
Quella che non hai
La mia casa è tua... se la vuoi

Hippy, hippy, hippy, hippy credi a me
Non sognare un mondo che non c'è
Gli uomini non hanno fantasia
Ed anch'io lo sai
È da tempo che ormai
Cerco quello che tu hai

Un castello di storia
Che non serve più
Il passato è morto... e nasci tu

Tra le gente che va
Non c'è amore per te
Come è avara la città

Se tu cerchi una casa
Quella che non hai
La mia casa è tua... se la vuoi

Hippy, hippy
Hippy, hippy
Hippy, hippy
Hippy, hippy

 

Note

 

La canzone presentata con discreto successo da Carmen Villani e Fausto Leali al Festival di Sanremo del 1970, a movimento hippy ormai ampiamente archiviato, peraltro, rifluente e frammentato in altri rami e in direzione new age e filosofie orientali.

Vedi anche: Il Festival di Sanremo e il beat

 

Musica & Memoria 2013 / Testo originale di Beretta e Leali riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

HOME