Musica & Memoria / Elio e le storie tese - Help Me!
 Elio e le Storie tese - Help Me! HOME MENU
 

E' partito il 18 settembre
ed a Houston c'e' un sacco di gente;
primo uomo che arriva su Giove,
un boato di applausi, si muove.

C'e' sua moglie in sala controllo,
fra due mesi avrà il primo figlio;
sono tutti sicuri ed allegri,
solo lei sembra proprio che preghi.

D'improvviso si vede una luce,
dallo spazio arriva una voce,
ma si sente lontana lontana,
sembra proprio McKenzie che chiama.

"Help me, help , help me!"
Poi silenzio, non si sente niente più niente.
Solo "Help me, help me, help me! Soccorso!"
poi silenzio e niente più.

Hanno detto c'e' un guasto banale,
banale sto c...
ma McKenzie può ancora arrivare,
ed intanto si e' perso il contatto,
c'è chi dice "C'e' stato un impatto".

Son passati due anni a settembre,
di McKenzie non resta più niente,
solo un nastro che ha registrato
una voce di un uomo impaurito.

"Hel me, help me, help me!".
Poi silenzio non si sente niente più.
Solo "Help me,help me, help me!
Soccorso ! Help me !".
Poi silenzio e niente più.

(la madre..)
Non hai mai conosciuto tuo padre,
era un uomo importante, tesoro,
è quell'uomo vestito d'argento,
quella voce che senti ogni tanto...

Poi silenzio.
Solo "Help me, help me, help me! Soccorso! Help me  Aiuto!".
Poi silenzio e niente più..

perché Mc Kenzie e' esploso in volo,
lo sai caro figliolo,
e poi non era neanche tuo papà ... perché faccio la troia!

 

Note

 

Questo brano del gruppo milanese è una cover (ironica e parodistica) dell'omonimo brano dei Dik Dik, autori Lo Vecchio e Shel Shapiro.  Il brano originale era chiaramente ispirato alja famosa canzone di David Bowie "Space Oddity" del 1969, a sua volta ispirata al film "2001: A Space Odissey" di Stanley Kubrick. Era contenuto nell'album Peerla del 1998 del gruppo milanese.

Vedi anche: Le cover, Le traduzioni adulterate

 
 Musica & Memoria 2002 - 2007

HOME