Musica & Memoria / Rokes - Finché c'è musica mi tengo su

Rokes - Finché c'è musica mi tengo su (1966)

COPERTINE

INDICE

HOME

 

 La discografia dei Rokes / I complessi beat / Le cover / Le canzoni di protesta

 

Testo

   

(Intro di sitar)

Quando la festa è finita
torno da solo a casa mia
anche un giornale di ieri
vale qualcosa più di me

Finché c'è musica mi tengo su
ma nel silenzio poi mi butto giù
e canto-o-o-o
per tenermi su

Quando la festa è finita
che piedi che ho
sono incollato mi ci vorrebbe una gru

(intermezzo arabeggiante)

Finché c'è musica mi tengo su
ma nel silenzio poi mi butto giu
e canto-o-o-o
per tenermi su

Shallala-la-lalla-la-la
Shallala-la-lalla-la-la
Shallala-la-lalla-la-la

Finché c'è musica mi tengo su
ma nel silenzio poi mi butto giu
e canto-o-o-o
per tenermi su
all right

Shallala-la-lalla-la-la
Shallala-la-lalla-la-la
Shallala-la-lalla-la-la

....

(rumori di ambiente)


(parlato)

Ho sognato di essere una barca sul mare
e non sapevo dove andare
ho sognato che il cielo si squarciava
o forse cercava di aprirsi su di me
ho sognato che c'era stata la guerra delle 11 e 15
e dopo questo
ho sognato che non ci sarebbe stato più

   

Note

   

Il brano psichedelico di Shel Shapiro era pubblicato sul retro del loro successo annunciato E' la pioggia che va (1966, ma in classifica nel '67), cover, sempre da Bob Lind, di Remember The Rain (e testo, sempre adulterato) di Mogol. Un bis della fortunata operazione che li avevano portati in testa al fenomeno del beat italiano con l'enorme successo di Che colpa abbiamo noi (da Cheryl's Going Home di Bob Lind). Qui il musicista e leader dei Rokes punta decisamente più in alto, con una introduzione di sitar e un arrangiamento orientale e arabeggiante (come in Paint It Black dei Rolling Stones).
Alla fine arriva a sorpresa, quando la canzone sembra ormai finita, un inquietante testo parlato che sembra parlare del mondo nel 1966, piuttosto che di un sogno, e che si conclude bruscamente, e molto efficacemente, sulla parola "più".

   

© Note Musica & Memoria 2008 / Testo originale di Migliacci riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

CONTATTO

DISCLAIMER

HOME
ENGLISH