Musica & Memoria / Bob Lind - Remember The Rain

Bob Lind - Remember The Rain

COVER

HOME

MENU

   

Angel that you are
You still remember summer walks
And quiet talks we had before our clouds were broken

Angelo che sei
Tu ricordi ancora le passeggiate estive
E i tranquilli discorsi che ci siamo scambiati prima che le nostre nuvole si rompessero

In the heaven of your mind
Your hopeful heart has put behind
All the ugly jealous times our hearts were aching

Nel paradiso della tua mente (1)
Il tuo cuore pieno di speranza ha lasciato dietro di sé
Tutti i brutti momenti di gelosia che facevano male ai nostri cuori

Now that your pain has been mended
You're only seeing one side
Behind the bright easy laughter
Rivers of tears have been cried

Ora che il dolore è stato sanato
Stai vedendo (le cose da) un solo lato
Dietro il riso luminoso e facile
Fiumi di lacrime sono scorsi

So remember the rain
When you think of the sunshine
You've got to try and see
That's it's gone for you and me
And there is no way to bring it back again

Quindi, ricorda la pioggia
Quando tu pensi al sole che splende
Hai avuto modo di provare e di vedere (con i tuoi occhi)
Ciò che è andato perso per te per me
E che non è possibile recuperare

In a sad unstable way I love you more than I can say
But it's locked in yesterday and must remain there
The gentle prisoner in the stall
Sometimes forgets the very walls
That gave her shelter in the fall have also chained her

In un modo variabile, triste, ti amo più di quanto io possa esprimere
Ma è fermo nel passato e deve rimanere lì
La prigioniera gentile (2)
A volte dimentica (che) le mura
che le hanno dato rifugio nella caduta l'hanno anche incatenata

Drink from the spring of tomorrow
Yesterday's well has gone dry
All the good times are behind us
And whenever you ask yourself why

Se inizi a bere quando arriva il domani
vuol dire che l'ieri è stato senz'acqua (3)
Tutti i momenti migliori sono dietro di noi
E ogni volta ti chiedi perché

Just remember the rain when you think of the sunshine
On the ocean of a smile we floated easy for awhile
But now we're drifted to the shore where beauty dies

Devi solo ricordare la pioggia quando tu pensi al sole che splende
Sull'oceano di un sorriso abbiamo fluttuato facilmente per un tratto di strada
Ma ora andiamo alla deriva verso una battigia dove la bellezza muore

It isn't easy to explain
I never dreamed you felt the same
And even though you're not to blame we can't continue
Don't let yourself pretend that we've got something to defend
You've got to try to face the end with all that's in you

Non è facile spiegare
Non mi sono mai sognato che tu provassi le stesse sensazioni
E non ho neanche pensato che è colpa tua se non possiamo continuare
Non immaginarti che abbiamo qualcosa da difendere
Devi cercare di affrontare la fine con tutto ciò che è in te

I can't deny that I love you
But my soul can no longer be bound
Fly on the wings of your freedom
But whenever you look to the ground

Non posso negare che ti amo
Ma la mia anima non può più essere vincolata
Vola sulle ali della tua libertà
Ma ogni volta che guardi a terra

Just remember the rain when you think of the sunshine
Try to understand that it's fallen from our hands
And just be thankful that your soul is still your own

Devi solo ricordare la pioggia quando pensi al sole che splende
Cerca di capire che è caduto dalle nostre mani
E (cerca) solo essere grata che la tua anima è ancora la tua

   

Note

 

Il brano del cantautore americano Bob Lind era stato pubblicato come singolo in UK (dove era entrato solo nella top-50 nel 1966, etichetta Fontana, numero di catalogo TF 702) ed era contenuto anche nell'album Photographs Of Feeling, etichetta World Pacific Records, 1966.
Era la versione originale del notissimo pezzo dei Rokes, successo del 1967, E' la pioggia che va. Come si può notare leggendo il testo, questa volta (come per la precedente Cheryl's Going Home), l'originale era una canzone d'amore, anzi di un amore finito, mentre in Italia è diventata una canzone di protesta tra le più celebri.

Altri brani di Bob Lind diventati famosi in Italia: Cheryl's Going Home (Che colpa abbiamo noi), The Elusive Butterfly Of Love (cover di Milena Cantù e di Caterina Caselli, con titolo Una farfalla).

(1)

Probabilmente l'uso del termine "heaven" vuole indicare l'attitudine di lei a vedere tutto in modo perfetto.

(2)

Il termine "stall" può significare anche "bancarella, cabina o anche una situazione di stallo. Forse quest'ultimo è il significato che suggerisce il verso, e peraltro la parola è stata probabilmente scelta da Lind per la rima con "fall" e "wall". Ogni suggerimento è il benvenuto.

(3)

La traduzione è a senso. Non sembra essere una frase idiomatica o una metafora corrente, ma il senso è abbastanza chiaro.

 

Musica & Memoria 2003 / Testo originale di Bob Lind / Riproduzione per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

DISCLAIMER

HOME
ENGLISH