Il mercato della musica nel 2017

MENU

HOME

 

Indice: Il mercato USA / Il mercato globale

Vedi anche: Il mercato della musica / Dati 2016 / Dati 2015 / Dati 2014 / Dati 2013 / Dati 2012 / Dati 2011 / I dati 2009, con analisi dei trend dal 2005, 2008, 2007, 2006 / I dati 2004, con  analisi dei trend dal 1999Standard audio e video / La distribuzione della musica / Le majors

 

Sintesi

Come negli anni precedenti la tendenza del mercato continua ad essere anticipata dal mercato USA, il principale a livello mondiale, per il quale sono disponibili dati molto dettagliati ed esaustivi sul rapporto RIAA. Una fotografia più ampia che riporta anche le caratteristiche dei mercati nazionali si può leggere come sintesi sul rapporto IFPI pubblico e in dettaglio sul rapporto a pagamento, indirizzato agli specialisti del settore. Pubblichiamo quindi soltanto i link e la sintesi del rapporto RIAA e la nostra elaborazione sull'andamento del mercato dal 2005 al 2017 per gli indicatori più rilevanti. Il rapporto IFPI è mirato invece ai cliente del mercato della musica e al lato "qualitativo" ovevro agli artisti e album di maggiore successo nell'anno.

 

Il mercato USA

Nelle tre sezioni successive ricaviamo dal report l'andamento dei tre indicatori più significativi per chi si interessa di musica (dal link a lato si può scaricare il report completo, qualora non fosse facilmente reperibile sul sito RIAA):

  1. L'andamento globale del mercato e il peso specifico a confronto del mercato digitale e del mercato fisico.

  2. L'andamento dei due supporti fisici che registrano ancora vendite abbastanza consistenti (CD e vinile).

  3. L'andamento a confronto dei due principali sistemi di distribuzione / diffusione della musica in digitale: il download e lo streaming.

 

Mercato digitale e mercato fisico

 
Global Music Market US 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017
Total Digital value (1) 1.101,80 1.636,80 2.386,30 2.721,70 2.972,60 2.965,70 3.555,60 4.052,70 4.361,50 4.838,50 5.117,90 5.775,90 6.995,30
Total Physical Value (2) 10.477,50 9.269,70 7.495,30 5.474,30 4.376,10 3.518,50 3.170,90 2.584,30 2.444,80 2.112,00 1.898,00 1.670,30 1.495,50
Total Market D+P 11.579,30 10.906,50 9.881,60 8.196,00 7.348,70 6.484,20 6.726,50 6.637,00 6.806,30 6.950,50 7.015,90 7.446,20 8.490,80
 

 

Commento: Il mercato globale USA continua a recuperare posizioni e ritorna ai livelli del 2008 grazie alla continua crescita del digitale e ad una stabilizzazione del livello di vendita nel fisico. Nel digitale, come si vede nei report successivi, la crescita è tutta dello streaming, nel fisico è il consolidamento del buon risultato del vinile a compensare la decrescita del CD.

Note:
(1) Mercato digitale: Download (single + album), Music Video, Kiosk, Mobile, Subscription (Streaming), Streaming free Ad supported, Digital Performance Royaltes
(2) Mercato supporti fisici: CD album + single, Vinyl album + single, Cassette, Music Video, DVD Video

 

Supporti fisici: CD versus Vinile

 

CD versus Vinyl 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017
CD Album (Single) 10.520,20 9.372,60 7.452,30 5.471,30 4.274,10 3.389,40 3.100,70 2.535,20 2.125,90 1520,8 1482,5 1130,8 1057,3
Vinyl LP/EP 14,2 15,7 22,9 56,7 60,2 87 119,4 162,6 213,7 416,2 414,5 355,4 388,5
% Vinyl / Tot. 0,13% 0,17% 0,31% 1,03% 1,39% 2,50% 3,71% 6,03% 9,13% 21,49% 21,85% 23,91% 26,87%

 

Commento: Il report 2017 introduce una correzione dei dati del 2016 (vedi report precedente) diminuendo in valore sia CD sia LP (forse per un ricalcolo dei resi) rimane però evidente la progressiva crescita in percentuale del vinile rispetto al CD, che arriva nel 2017 al 27% del mercato fisico, e che è cresciuto di 27 volte per il vinile nei 13 anni di osservazione.
In numero di supporti il rapporto è inferiore (17%) perché gli LP costano in media in USA il doppio dei CD (24 $ contro 12 $). In totale nel 2017 gli LP venduti in USA sono stati 15,6 milioni e i CD 87,6 milioni.

 

Digitale: Streaming versus Download

 

Download vs Streaming 2013 2014 2015 2016 2017
Download (Single+Album)      2.350,0      2.289,8      2.285,1      1.782,6  1.274,5
Streaming (Paid)          800,1      1.218,9      1.158,9      2.258,3 3.500,5
% Streaming / Tot. 25,4% 34,7% 33,6% 55,9% 73,3%
 

Commento: Il 2017 è stato decisamente l'anno dello streaming con una crescita del 56% rispetto al 2016 e un volume di affari che supera di molto anche il massimo mai raggiunto nel download (nel 2012). All'inizio 2018 l'affermazione si è consolidata con l'entrata di Spotify nella borsa di New York coronata da un buon successo. Rimane il problema che Spotify come gli altri servizi di streaming non genera utili per il servizio (ma solo per gli editori) e quindi si capitalizza in borsa sulle aspettative di un successo anche economico che per ora non arriva.

 

Il resto del mondo

 

E' disponibile anche quest'anno il Global Music Report della IFPI, sia come report completo a pagamento sia come sintesi riportante però i principali dati. Il report sintetico completo si può scaricare dal sito IFPI o in alternativa, se non raggiungibile, cliccando sulla copertina.

Nel report 2017 è contenuta una interessante analisi a livello mondiale sul consumo della musica, sintetizzato nei punti seguenti.

01 Music Consumption
Music consumers are highly engaged with licensed music
96% of internet users consume licensed music includes: audio streaming, video streaming, physical purchase, digital downloads, and radio (98% among 16-24s)
45% engage in licensed audio streaming
(up from 37% in 2016)
50% of internet users have paid for licensed music in the last six months
Licensed audio streaming engagement (past 6 months):
Mexico: 72%
Sweden: 66%
Spain 55%
USA: 48%
France: 46%
Italy: 46%
Germany: 41%
Japan: 18%

02 Global music listening methods 2017
Music consumers are engaged with multiple methods of listening to licensed music on average, consumers listen to music in 4 different licensed ways methods used by internet users in the last six months 44% are purchasing physical copies of music or paid downloads

45% use audio streaming services for music
75% use video streaming services for music
87% are listening to music on the radio

04 Music consumption: smartphone
Using a smartphone to listen to music is increasing rapidly worldwide:
90% of paid audio streamers use a smartphone for music listening:

1.Mexico: 91%
2.Brazil: 85%
3.South Korea: 80%
4.Italy: 73%
7. USA : 63%
10. UK: 59%
14: Japan: 44%

05 Young music consumers
Young people worldwide are highly engaged with licensed music, -giving an insight into the ‘next generation’ of music consumer:
13– 15 year-old internet users are demonstrating high levels of music engagement
85% are streaming music (audio/video)
53% of 13-15 year olds are purchasing physical or paid music downloads:
38% downloads
37% cd
19% vinyl
of the audio streamers...
37% paid
62% free
of the paid audio streamers...
33% pay for their own music streaming subscription
36% are part of a family subscription plan
(22% for 16-64 year olds)

06 Video streaming: the value gap
User upload services, such as youtube, are heavily used for music, yet do not return fair
video streaming makes up more than half of on-demand music streaming time…
55% video streaming (including user upload services such as youtube)
23% paid audio streaming
22% free audio streaming

Value for this music to those investing in and creating it. This is a fundamental challenge for the music community which is campaigning for a legislative solution to this issue known as the ‘value gap’.

Video streaming makes up more than half of on-demand music streaming time
User upload services are the dominant form of video streaming.
YouTube alone accounts for 46% of all time spent listening to on-demand music.
85% of YouTube users used the site for music in the last month, translating to an estimated 1.3bn users
however, user upload services are not returning fair value to the music community.
Estimated annual revenue per user:
US$1 YouTube
US$20 Spotify

07 Unlicensed music
Copyright infringement continues to be a major issue for the music community
With the wealth of licensed music available to fans, these types of illegal sites have no justifiable place in the music world. 40% of consumers access unlicensed music copyright infringement is evolving rapidly
Stream ripping is the dominant method and continues to rise

Who is stream ripping?
Stream rippers are more likely to be young, male, and frequently engage in other piracy methods such as bittorrent and cyberlockers. they commonly use stream ripping to obtain individual tracks.
Search engines play a key role in copyright infringements: 54% of those downloading unlicensed music also use Google to find unlicensed music.

 

Classifica degli artisti

Un'altra informazione sempre presente sul report sintetico della IFPI è l'andamento delle vendite sui vari canali (digitali in prevalenza) e la classifica degli artisti che hanno più venduto nell'anno. Per il 2017 sono stati quelli che seguono.

TOP 10 GLOBAL RECORDING ARTISTS OF 2017
1 Ed Sheeran
2 Drake
3 Taylor Swift
4 Kendrick Lamar
5 Eminem
6 Bruno Mars
7 The Weeknd
8 Imagine Dragons
9 Linkin Park
10 The Chainsmokers

 

© Musica & Memoria / Aprile 2018 / Elaborazioni e analisi originali di Musica & Memoria

HOME

HOME

Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.